SuperLega Credem Banca: solo Civitanova e Milano vincono in casa.

Modena lascia 1 punto al PalaFlorio. Martedì 23 ottobre in campo Siena e Vibo Valentia.

Risultati 2a giornata di andata:
Cucine Lube Civitanova-Consar Ravenna 3-0 (25-19, 25-23, 25-18); Calzedonia Verona-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (12-25, 17-25, 18-25); Revivre Axopower Milano-Kioene Padova 3-1 (19-25, 25-23, 25-23, 28-26); Top Volley Latina-Vero Volley Monza 1-3 (24-26, 23-25, 25-22, 23-25); Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Itas Trentino 1-3 (22-25, 20-25, 25-22, 19-25); BCC Castellana Grotte-Azimut Leo Shoes Modena 2-3 (17-25, 25-23, 19-25, 25-20, 10-15).

Emma Villas Siena-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia in programma martedì 23 ottobre 2018 alle 20.30.

BCC Castellana Grotte – Azimut Leo Shoes Modena 2-3 (17-25, 25-23, 19-25, 25-20, 10-15) – BCC Castellana Grotte: Falaschi 0, Mirzajanpourmouziraji 16, De Togni 7, Zanatta Buiatti 17, Wlodarczyk 7, Zingel 14, Pace (L), Cavaccini (L), Studzinski Rodrigues 4, Scopelliti 0. N.E. Agrusti, Kovac, Quartarone, Kruzhkov. All. Tofoli. Azimut Leo Shoes Modena: Christenson 7, Urnaut 8, Anzani 9, Zaytsev 30, Bednorz 11, Mazzone 3, Benvenuti (L), Rossini (L), Pierotti 1, Kaliberda 1, Holt 6. N.E. Keemink, Van Der Ent, Franciskovic, Pinali. All. Velasco. ARBITRI: Lot, Curto. NOTE – durata set: 27′, 29′, 27′, 31′, 15′; tot: 129′. Spettatori: 3.000. MVP: Zaytsev.

Esordio con i fiocchi al PalaFlorio per la BCC Castellana Grotte, che riesce nella piccola impresa di strappare un punto ai “super campioni” della Azimut Leo Shoes Modena. Gli emiliani hanno dovuto faticare sette camicie per portare a casa una vittoria
.
Un match in altalena per entrambe le squadre, con Castellana brava a non lasciarsi travolgere dalle ondate modenesi, pur con qualche errore di troppo in contrattacco. Modena ha trovato in Zaytsev il suo trascinatore (30 punti), MVP indiscusso del match; lo Zar ha letteralmente preso per mano la sua squadra nei momenti difficili (vedi quinto set) con il suo servizioe con strepitose giocate in attacco.

La BCC però deve prendersi tutti gli elogi possibili per aver giocato con umiltà e con la cattiveria giusta. Atteggiamento che ha costretto agli straordinari Velasco. Il tecnico ospite ha dovuto attingere alle risorse della panchina per trovare la chiave giusta. Pierotti, Holt e Kaliberda hanno dato il contributo decisivo alla vittoria dei canarini.

Con Mirzajanpour non in perfette condizioni, ma trascinatore caratteriale della BCC, il migliore dei gialloblù pugliesi è stato Aidan Zingel (14 muri con 6 muri ), perfetto in attacco (80%) e decisivo a muro nel quarto set, quello che ha portato il primo punto in Campionato a Castellana Grotte. Buono l’ingresso di Studzinski per Castellana che ha ben sopperito alle difficoltà di Wlodarczyk, messo sotto pressione dalla battuta modenese.

Soddisfatti entrambi i tecnici che hanno visto murare allo stesso modo le due formazioni (12 block per parte) e attaccare sotto il 50% per merito delle difese. A questo punto del Campionato la vittoria soddisfa Modena ed il punto conquistato con le unghie dalla BCC regala tanta fiducia ai pugliesi in vista del prossimo turno a Padova.

MVP: Ivan Zaytsev (Azimut Leo Shoes Modena).
Spettatori: 3.000.

Aidan Zingel (Bcc Castellana Grotte): “E’ stata una grande partita, anche se non siamo riusciti a portare a casa la vittoria. Abbiamo disputato una buona gara con una squadra fortissima e il punto preso ce lo siamo meritato. Siamo stati bravi a restare in gara dopo il primo set e a crescere in corsa. Andiamo a Padova con grande fiducia”.
Tine Urnaut (Modena Volley): “Conoscevamo il valore di Castellana. Abbiamo faticato un po’, ma loro hanno giocato molto bene. E’ stata una gara equilibrata e alla fine siamo contenti di aver portato a casa la vittoria. E’ normale che ci possa essere qualche difficoltà in un inzio di stagione con pochi giorni di allenamento insieme. Tutte le gare saranno difficili. Serve la pressione giusta”.

Cucine Lube Civitanova – Consar Ravenna 3-0 (25-19, 25-23, 25-18) – Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 5, Juantorena 14, Simon 11, Sokolov 7, Leal 13, Cester 5, Marchisio (L), D’Hulst 1, Cantagalli 0, Balaso (L), Massari 0. N.E. Stankovic, Diamantini, Sander. All. Medei. Consar Ravenna: Saitta 1, Raffaelli 6, Russo 4, Rychlicki 13, Poglajen 7, Verhees 5, Marchini (L), Smidl 0, Goi (L), Lavia 0. N.E. Argenta, Elia, Di Tommaso. All. Graziosi. ARBITRI: Braico, Giardini. NOTE – durata set: 28′, 31′, 26′; tot: 85’. Spettatori: 3.000. MVP: Juantorena.

Pronostico rispettato nell’esordio stagionale della Cucine Lube Civitanova davanti al suo pubblico dell’Eurosuole Forum. I vice campioni del mondo allenati da Giampaolo Medei si impongono in tre set al cospetto di una buona Consar Ravenna (25-19, 25-23, 25-18), regalando ai 3 mila spettatori dell’Eurosuole Forum una vittoria figlia di una squadra che deve ancora rodare i propri meccanismi ma già carica di determinazione, griffata in attacco dal terzetto di fattura cubana Leal-Juantorena-Simon, con quest’ultimo che approfitta della prima da titolare del recuperato Sokolov per tornare nel suo ruolo naturale di centrale (a scapito di Stankovic), in diagonale con Cester.

Proprio il giocatore veneto è decisivo nel primo parziale per scardinare con la float la ricezione degli avversari, autori di una buona partenza (5-7) sulla scia dell’ottimo Rychlicki (5 punti). Cester è velenoso dai nove metri, consentendo all’applauditissimo Bruno di pigiare sull’acceleratore affidandosi nelle rigiocate soprattutto a Juantorena (7 punti, 88% di efficacia sulle schiacciate), fino al 25-19 finale.

Nel secondo parziale Ravenna tiene botta fino al 16-17, poi sembra mollare quando Bruno mura a uno Raffaelli facendo esplodere l’Eurosuole Forum e lanciando un concreto tentativo di fuga della Cucine Lube. Il team biancorosso, avanti 22-19, con un bel 4-1 nel parziale nel computo dei blocchi vincenti e Juantorena al 67% di efficacia in attacco, deve rimboccarsi nuovamente le maniche dopo un ace del solito Rychlicki e il successivo errore di Sokolov (22-22). I biancorossi chiudono 25-23 dopo un mani-out vincente di Leal rilevato dal Video Check e un errore in attacco del bomber lussemburghese della Consar, autore di altri 6 punti (50% in attacco).

Stesso copione nel terzo set: Ravenna fa il suo, giocando a metà parziale anche la carta Lavia al posto di Raffaelli per provare a sistemare la ricezione. Nel momento decisivo è sempre la Cucine Lube Civitanova a trovare la zampata vincente, con le sue bocche di fuoco che risultano nuovamente infallibili sui contrattacchi. Juantorena firma il muro del +5 sul 21-16, un gap che costringe Ravenna a deporre le armi. Finisce 25-18, con il bomber caraibico della Cucine Lube e della nazionale Italiana Mvp della sfida: per Osmany 14 punti col 65% di efficacia sulle schiacciate e il 65% in ricezione su 17 palloni giocati, cui va aggiunto un muro vincente.

MVP: Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova).
Spettatori: 3.000.

Giampaolo Medei (allenatore Cucine Lube Civitanova): “Sono felice per la vittoria, mentre sulla prestazione dico che dobbiamo crescere sotto tanti punti di vista, primo fra tutti quello della continuità. E’ normale che sia così, anche perché abbiamo schierato due giocatori, Simon e Sokolov, che non si cimentavano nei rispettivi ruoli da tempo. Siamo in rodaggio e la parola d’ordine resta la solita: lavoro, lavoro e ancora lavoro”.
Gianluca Graziosi (allenatore Consar Ravenna): “Abbiamo fatto il nostro, anche se qualche occasione buona per osare di più l’abbiamo sprecata. Contro una squadra come Civitanova è difficile riuscire a concretizzare fino in fondo quanto di buono si riesce a fare con il muro-difesa. La differenza in questa partita l’ha fatta proprio la gestione dei contrattacchi: la Lube è riuscita sempre a concretizzare i suoi, mentre noi no”.

Revivre Axopower Milano – Kioene Padova 3-1 (19-25, 25-23, 25-23, 28-26) – Revivre Axopower Milano: Sbertoli 3, Clevenot 5, Bossi 1, Tondo 12, Maar 15, Kozamernik 9, Hoffer (L), Basic 7, Pesaresi (L), Piano 11, Izzo 0. N.E. Abdel-Aziz, Gironi. All. Giani. Kioene Padova: Travica 4, Louati 6, Polo 6, Torres 22, Randazzo 14, Volpato 9, Bassanello (L), Danani La Fuente (L), Cottarelli 0, Cirovic 1, Premovic 0. N.E. Lazzaretto, Sperandio. All. Baldovin. ARBITRI: Zavater, Boris. NOTE – durata set: 26′, 33′, 30′, 34′; tot: 123′.Spettatori: 1.347, incasso: 4.628 euro. MVP: Piano.

Nella seconda giornata del 74° Campionato italiano di pallavolo maschile Superlega Credem Banca la Revivre Axopower Milano espugna il PalaYamamay di Busto Arsizio e trova i primi 3 punti della stagione. Partita chiusa in quattro set, con la formazione di Andrea Giani vittoriosa grazie ai seguenti parziali: 19-25, 25-23, 25-23 e 28-16.

Giani, che deve fare a meno di Nimir (premiato all’inizio del match per il maggior numero di ace della passata stagione), costretto al forfait per una lieve discopatia lombare, propone, in diagonale di posto 2, Alessandro Tondo con Sbertoli palleggiatore. Padova risponde con la stessa formazione che ha esordito in casa con Civitanova. Il primo set scorre via veloce, fino all’allungo determinante degli ospiti che, grazie alle giocate a muro e a un concreto cinismo mostrato in attacco, chiude il parziale sul 19-25.

Nel secondo set si rivede in campo Matteo Piano dopo 224 giorni dall’ultimo match giocato ed è un’altra Powervolley. Ace, muri e ottimi contrattacchi generano un iniziale +8 (11-3), ma è ancora Padova a rifarsi sotto, recuperando fino al 21-21. Clima rovente per il Video Check del 23-22 (palla in a favore di Milano), con il set chiuso dall’errore al servizio dei veneti (25-23).

Il terzo set scorre nuovamente sulla linea sottile dell’equilibrio, con le due squadre a rincorrersi vicendevolmente fino al 23-21, quando è Tondo a provare lo sprint finale a muro e con il canadese Maar a siglare la diagonale del 25-23. Nel quarto e decisivo set è il turno al servizio di Tondo a creare uno strappo nel match (16-14), ma sono i vantaggi a decidere il vincitore. Il punto finale di Kozamernik in battuta chiude set e partita.

Da segnalare, nel secondo set, il cartellino verde per l’opposto patavino Torres, in una fase concitata del parziale, che ha ammesso il proprio tocco sull’attacco di Basic, sul punteggio di 20-19 (poi 21-19).

MVP: Matteo Piano (Revivre Milano).
Spettatori: 1.347.
Incasso: 4.628 euro.

Matteo Piano (Revivre Axopower Milano): “Sono veramente felice per questa vittoria. Sono tornato prima del previsto in campo e sono orgoglio di aver ottenuto i tre punti insieme a questi ragazzi. Siamo un bel gruppo e stiamo lavorando sodo per diventare ancora più squadra. Il nostro percorso di crescita passa anche da questo. Cercheremo di ripeterci sabato prossimo contro Latina”.
Valerio Baldovin (allenatore Kioene Padova): “E’ stata una partita combattuta, con set tirati, ma è stato anche un match a due facce per quanto ci riguarda: abbiamo giocato un buon primo parziale, facendo molto bene in tutti i fondamentali, con buone trame offensive. Poi siamo calati in ricezione nei seti successivi, faticando a mettere la palla a terra”.

Top Volley Latina – Vero Volley Monza 1-3 (24-26, 23-25, 25-22, 23-25) – Top Volley Latina: Sottile 1, Parodi 19, Barone 2, Stern 18, Palacios 11, Rossi 4, Caccioppola (L), Gitto 3, Gavenda 0, Tosi (L), Huang 0. N.E. Ngapeth. All. Tubertini. Vero Volley Monza: Orduna 0, Dzavoronok 16, Yosifov 15, Ghafour 21, Botto 2, Beretta 6, Rizzo (L), Giannotti 0, Calligaro 0, Galliani 0, Arasomwan 6, Plotnytskyi 7. N.E. Buti. All. Soli. ARBITRI: Cappello, Canessa. NOTE – durata set: 34′, 30′, 30′, 32′; tot: 126′. Spettatori: 416. MVP: Yosifov.

La Top Volley Latina perde la prima partita “casalinga” giocata al PalaBarbuto di Napoli (1-3) contro il Vero Volley Monza. La formazione pontina ha subito il recupero del team brianzolo nei primi due set in cui era stata sempre in vantaggio: nel primo è capitolata vendendosi annullare due set point da Monza (24-26), mentre nel secondo ha ceduto dal 20-18 con un turno in battuta di Plotnisky che ha capovolto il parziale fino al 23-25. Nel terzo spicchio di gara la Top Volley Latina ha riaperto il match vincendo con orgoglio 25-22 in un parziale giocato prevalentemente su Stern. Equilibrio anche nel quarto set che Monza ha vinto 23-25 piazzando la zampata vincente dopo il 22-22. Totale equilibrio tra le due squadre in tutti i fondamentali con la Top Volley Latina addirittura più incisiva in battuta: il primo set, vinto da Monza in maniera rocambolesca, ha spostato gli equilibri.

MVP: Viktor Yosifov (Vero Volley Monza).
Spettatori: 416.

Simone Parodi (Top Volley Latina): “Questa partita ci lascia l’amaro in bocca per come si è conclusa. Dispiace molto perché dopo aver perso i primi due set, in cui avevamo giocato bene, seppur a sprazzi, nel quarto set non siamo riusciti a portare la gara al tie-break contro un avversario ben organizzato, ma comunque alla nostra portata. Dobbiamo continuare a lavorare per provare a trovare i primi punti in questa stagione”.
Santiago Orduna (Vero Volley Monza):“Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, l’avevamo preparata bene e questa è una vittoria cruciale contro una formazione esperta con individualità importanti del calibro di Parodi e Sottile. Abbiamo giocato per la prima volta in questo palazzetto e il match è stato deciso da chi ha commesso meno errori.”.

Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Itas Trentino 1-3 (22-25, 20-25, 25-22, 19-25) – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Kedzierski 0, De Barros Ferreira 18, Caneschi 5, Petkovic 19, Nielsen 13, Di Martino 6, Mauti (L), Bonami (L), Marrazzo 1, Rawiak 0, Fey 0. N.E. Bermudez, Esposito, Farina. All. Barbiero. Itas Trentino: Giannelli 4, Kovacevic 15, Lisinac 12, Vettori 12, Russell 16, Candellaro 7, Nelli 1, Grebennikov (L), De Angelis (L), Van Garderen 0, Codarin 0, Cavuto 1. N.E. Daldello. All. Lorenzetti. ARBITRI: Tanasi, Spinnicchia. NOTE – durata set: 29′, 25′, 29′, 26′; tot: 109′. Spettatori: 1083. MVP: Lisinac.

Al PalaCoccia di Veroli l’Itas Trentino si conferma best in class del massimo campionato italiano portando a casa bottino pieno, lasciando però un set a Sora. Non agevole il “cambio di casa” per i trentini, che di fronte hanno trovato un avversario a ritmo continuo e che ha saputo anche avere delle importanti accelerate, prima che Kovacevic e compagni rialzassero l’asticella delle giocate.

Dopo il premio “Andrej Kuznetsov” a Dusan Petkovic quale Miglior Realizzatore Assoluto del 73º campionato italiano di pallavolo SuperLega 2017/2018, e l’altro per aver primeggiato nella classifica del Maggior Numero di Attacchi Vincenti, ricevuti per mano del Presidente Mosna e del Patron Gino Giannetti, il primo fischio d’inizio al PalaCoccia.

Sora parte bene giocando alla pari per quasi tutto il set e passando anche alla conduzione grazie a break positivi, ma sul 22-22 Kovacevic sale in cattedra per il 22-25.
Trento aggredisce subito il secondo parziale, Sora tiene botta (9-9), ma di nuovo Kovacevic toglie le castagne dal fuoco per i suoi. Gli ospiti mantengono il vantaggio fino al 20-25 che li porta avanti per due set a zero.

Equilibrio in campo prima del nuovo allungo ospite guidato da Russel. Dopo i consigli di coach Barbiero, Nielsen e Joao Rafael lavorano bene palla su palla ricucendo lo strappo. Petkovic, in attacco, firma il doppio vantaggio del 21-19. È Sora questa volta a essere più determinata nel momento clou del set imponendosi con il brasiliano al servizio e il danese sulla rete per il 25-22. Partita riaperta, ma quarto set chiuso dai trentini che, determinati verso l’obiettivo, non concedono agli avversari spazio per replicare.

MVP: Srecko Lisinac (Itas Trentino).
Spettatori: 1.083.

Mario Barbiero (Allenatore Globo Banca Popolare del Frusinate Sora): “Abbiamo riaperto la gara nel terzo set sfruttando un loro momento di calo. Nel quarto sono tornati a loro livello e abbiamo fatto fatica. Sono abbastanza soddisfatto di questa gara. Non del risultato, ma del modo in cui i miei sono scesi in campo. Ho visto buone cose. Finalmente abbiamo iniziato a difendere. Questo può essere significativo per noi”.
Angelo Lorenzetti (allenatore Itas Trentino): “Dopo l’avventura nella Supercoppa ci siamo tuffati nel Campionato, con un clima di festa, adrenalina. Abbiamo notato anche in palestra che qualcosa era cambiato e queste sensazioni si trasferiscono in partita. OggiAggiungi un appuntamento per oggi è mancata l’intensità in certe situazioni di muro e di contrattacco. I ragazzi si sono ripresi, ma sapevamo che il quarto set sarebbe stato difficile perché Sora aveva ritrovato il ritmo. Siamo riusciti a portarla a casa e questo è ciò che conta”.

Giocata sabato 20 ottobre 2018
Calzedonia Verona – Sir Safety Conad Perugia 0-3 (12-25, 17-25, 18-25) – Calzedonia Verona: Spirito 2, Sharifi 2, Solé 6, Boyer 13, Manavinezhad 5, Alletti 0, Giuliani (L), De Pandis (L), Savani 2, Marretta 0, Birarelli 0, Grozdanov 2, Pinelli 0. N.E. Magalini. All. Grbic. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 1, Lanza 7, Podrascanin 11, Atanasijevic 16, Leon Venero 16, Ricci 6, Piccinelli (L), Colaci (L), Seif 1, Della Lunga 0. N.E. Hoogendoorn, Galassi. All. Bernardi. ARBITRI: Simbari, Rapisarda. NOTE – durata set: 24′, 27′, 27′; tot: 78′.

Classifica:
Sir Safety Conad Perugia 6, Cucine Lube Civitanova 6, Itas Trentino 6, Azimut Leo Shoes Modena 5, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3, Consar Ravenna 3, Vero Volley Monza 3, Calzedonia Verona 3, Revivre Axopower Milano 3, BCC Castellana Grotte 1, Top Volley Latina 0, Kioene Padova 0, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 0, Emma Villas Siena 0.

1 incontro in meno: Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ed Emma Villas Siena.

Prossimo turno
Posticipo 2a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Martedì 23 ottobre 2018, ore 20.30
Emma Villas Siena – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia Diretta Lega Volley Channel
(Puecher-Piana) Terzo arbitro: Bolici
Addetto al Video Check: Gianninò Segnapunti: Ferrandi
3a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Sabato 27 ottobre 2018, ore 18.00
Revivre Axopower Milano – Top Volley Latina Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
Domenica 28 ottobre 2018, ore 18.00
Sir Safety Conad Perugia – Itas Trentino Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
Calzedonia Verona – Cucine Lube Civitanova Diretta Lega Volley Channel
Consar Ravenna – Azimut Leo Shoes Modena Diretta Lega Volley Channel
Kioene Padova – BCC Castellana Grotte Diretta Lega Volley Channel
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Vero Volley Monza Diretta Lega Volley Channel
Emma Villas Siena – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora Diretta Lega Volley Channel

Articoli correlati:

  1. SuperLega Credem Banca: acuto di Consar Ravenna, bruciante anticipo con Revivre Axopower Milano
  2. SuperLega UnipolSai: in trasferta vincono da tre punti Civitanova a Trento, Padova a Sora e Milano a Ravenna.
  3. SuperLega Credem Banca: a Verona la Sir Conad batte tre
  4. SuperLega Credem Banca: 2a giornata di andata
  5. SuperLega Credem Banca: esultano le Big

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002