Challenge Cup> La Saugella Monza stende Kamnik 3-0 alla Candy Arena

Vittoria netta per la squadra di Falasca, che con il servizio ed il muro-difesa si impone in poco più di un’ora sulle slovene nella gara di andata dei Quarti di Finale. Orthmann: “Brave a spezzare subito la partita a nostro favore”:

Saugella Monza – Calcit Volley Kamnik 3-0 (25-19, 25-18, 25-7)
Saugella Monza: Ortolani 12, Balboni, Devetag 7, Buijs 12, Orthmann 15, Melandri 6, Arcangeli (L). N.e. Adams, Hancock, Begic, Facchinetti, Bianchini. All. Falasca Fernandez.
Calcit Volley Kamnik: Kotnik 2, Mihalinec 4, Pogacar 4, Kostic 5, Charuk 4, Kaker 7, Janezic (L), Marusic P, Marusic S, Zorman 2. All. Rozman.

NOTE

Arbitri: Harizanov Petar, Romero Martinez Àngel

Durata set: 23′, 22′, 17′; Tot: 1h02′

Saugella Monza: battute vincenti 6, battute sbagliate 8, muri 12, errori 16, attacco 41%
Calcit Volley Kamnik: battute vincenti 4, battute sbagliate 11, muri 4, errori 23, attacco 23%

Impianto: Candy Arena di Monza

Spettatori: 489

MONZA, 5 FEBBRAIO 2019 – Brillante vittoria per 3-0 per la Saugella Monza di Miguel Angel Falasca nella gara di andata dei Quarti di Finale della Challenge Cup 2019. A fare le spese della maiuscola prestazione della prima squadra femminile del Consorzio Vero Volley è il Calcit Volley Kamnik, capace di reggere l’onda d’urto delle monzesi nel prologo di primo e secondo set, per poi lasciare il passo solo alla formazione di casa. Monza si regala una prova da circoletto rosso praticamente in tutti i fondamentali, spegnendo con il servizio (4 ace di Orthmann), con il muro (4 per Melandri, 2 a testa di Orthmann e Devetag e 3 di Ortolani) e con l’attacco (15 punti per Orthmann, 12 per Buijs e Ortolani) le speranze delle slovene di riaprire una gara praticamente sempre in mano delle lombarde. Quinta vittoria di fila in altrettante uscite dunque per la Saugella Monza, che si presenterà a Kamnik il 13 febbraio con l’obiettivo di vincere due set per archiviare il passaggio in semifinale.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Hanna Orthmann (schiacciatrice Saugella Monza): “Stasera siamo state davvero brave ad incanalare sui giusti binari una gara che, sia nel primo che nel secondo set, non era per niente facile. Servizio e muro-difesa sono stati sicuramente determinanti, a nostro favore, per risolvere positivamente questo confronto. Ora pensiamo alla prossima sfida di campionato poi ci concentreremo sulla gara di ritorno, dove dovremo cercare di replicare la prova di stasera per agguantare il passaggio alla semifinale”.

LA CRONACA DI BREVE
PRIMO SET
Punto a punto fino al 2-2, poi break monzese con Orthmann, due giocate di Devetag e Buijs, 6-2, e Rozman chiama la pausa. Riprende il gioco: Ortolani prosegue con successo il suo turno di servizio, martellando bene anche in attacco, 7-2. Buijs va a segno per due volte, Kotnik spara out e la Saugella scappa 11-4 costringendo Rozman al nuovo time-out. Alla ripresa del gioco Orthmann piazza la pipe, Ortolani il primo tempo e Monza continua a macinare punti, 13-4. Le slovene tentano la risalita con Kostic (14-7), sbagliando però qualcosa di troppo al servizio (16-8). Con il muro di Charuk su Ortolani e la giocata di seconda da parte di Pogacar (18-12) il Calcit Volley Kamnik tenta di accorciare, avvicinandosi successivamente con il buon turno al servizio di Zorman (anche un ace per lei) e Falasca chiama time-out sul 20-16 per le sue. Alla ripresa del gioco Devetag, Melandri e Buijs spingono Monza alla conquista del primo set, 25-19.

SECONDO SET
L’equilibrio fa da padrone fino al 5-5 ma il muro di Melandri su Kostic dopo l’ace di Devetag lo spezzano a favore della Saugella Monza, 7-5. Mani fuori di Kostic e parità del Calcit Kamnik (9-9) e gioco che prosegue punto a punto fino al 13-13. Orthmann (anche un ace) e Ortolani guidano il break delle monzesi, 16-13 e Rozman chiama time-out. Due muri di Melandri su Kotnik coincidono con l’allungo determinato della Saugella, brava ad intimidire le avversarie e a costringere Rozman ad una nuova pausa sul 20-15 per le lombarde. Monza continua a spingere forte a muro con Devetag (23-17), il Calcit Volley Kamnik non passa in attacco e la squadra di Falasca chiude il gioco, 25-18.

TERZO SET
Le monzesi firmano un break, 3-1, ma Kamnik pareggia i conti con l’ottimo turno al servizio di Kaker. Giocata vincente di Buijs, muro di Orthmann su Kostic e la Saugella Monza fa le prove di fuga, 6-3. Buijs a segno, poi quattro lampi di fila di Orthmann (di cui tre ace): 12-4 per le padrone di casa e Rozman chiama la pausa. Monza scava il solco con Buijs e Orthmann, 15-5. Finale praticamente a senso unico: Monza martella forte, chiude bene a muro ed il Calcit Kamnik fatica a trovare le contromisure. Le padrone di casa chiudono il set 25-7 e la gara 3-0.

GLI ALTRI RISULTATI
La squadra che uscirà vittoriosa dal doppio confronto tra Saugella Monza e Calcit Volley Kamnik conquisterà un posto in semifinale di Challenge Cup dove affronterà la vincente tra Volero Le Cannet (Francia) e Hapoel Kfar Saba (Israele).

LA FORMULA DELLE COMPETIZIONI
La Challenge Cup prevede turni a eliminazione diretta dai sedicesimi fino alla finale. Ogni confronto si disputa su gare di andata e ritorno e a passare il turno sarà la formazione che avrà guadagnato più punti nel doppio scontro (considerando che i risultati di 3-0 e 3-1 assegnano tre punti a chi vince e zero a chi perde, mentre il 3-2 assegna due punti a chi vince e uno a chi perde).

LE DATE
Quarti di finale: andata 5-7 febbraio, ritorno 12-14 febbraio
Semifinali: andata 27 febbraio, ritorno 6 marzo
Finale: andata 20 marzo, ritorno 27 marzo

Nelle foto: Orthmann in attacco

uFFICIO sTAMPA

Articoli correlati:

  1. Challenge Cup: super Saugella, 3-0 al Calcit Kamnik nell’andata dei quarti di finale.
  2. Challenge Cup> La Saugella Monza attende Gent alla Candy Arena
  3. Challenge Cup> La Saugella Monza ospita Kamnik nell’andata dei quarti di finale
  4. Challenge Cup> La Saugella Monza ospita Perg alla Candy Arena
  5. A1F> La Saugella Monza lotta ma alla Candy Arena passa Conegliano

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002