Superlega> Coppa Italia: per Perugia è ancora Finale

I Block Devils giocano un match esemplare e sconfiggono la formazione di Velasco in tre set, replicando il successo di domenica scorsa in campionato e volando all’atto conclusivo della Del Monte®Coppa Italia. Battuta micidiale, super Atanasijevic, chirurgico Lanza. Domani alle 18:00 si gioca per difendere la coccarda tricolore -

BOLOGNA – Un anno dopo, è ancora Finale!
La Sir Safety Conad Perugia sconfigge 3-0 l’Azimut Leo Shoes Modena nella prima semifinale della Del Monte®Coppa Italia, bissa il successo di domenica scorsa in campionato contro la formazione di coach Velasco e vola all’atto conclusivo del weekend dell’Unipol Arena dove cercherà di difendere la coccarda tricolore contro una tra Trento e Civitanova in campo per la seconda semifinale.
Oltre ottomila e settecento spettatori, e soprattutto un migliaio di maglie bianche dei Sirmaniaci, tributano il meritato applauso alla squadra a fine partita. Ma, restando alla marea del tifo organizzato bianconero, il primo applauso se lo meritano loro. Uno spettacolo assoluto il pubblico di Perugia alla Unipol Arena. Uno spettacolo assordante, coinvolgente. Davvero chapeau!
Ed applausi per i Block Devils che mettono sul taraflex tricolore una prestazione di spessore, concreta, determinata, agonisticamente feroce e tecnicamente splendida. Due parziali, il primo ed il terzo, condotti fin dai primi palloni. Uno, il secondo e probabilmente quello decisivo per l’economia della gara, vinto da grande squadra, sempre ad inseguire (anche di cinque lunghezze), ma sempre con la convinzione di avere le qualità per recuperare. E questa convinzione, un marchio di fabbrica dai ragazzi di Lorenzo Bernardi, a conti fatti ha fatto la differenza.
9 ace, 8 muri ed il 58% di squadra in attacco dicono a chiare lettere che è stata la vittoria del gruppo, la vittoria di tutti. Poi certo, Atanasijevic ha fatto faville sotto rete (16 punto con il 67% e 3 ace), Lanza è stato chirurgico in ogni angolo del campo (9 punti con 2 ace ed il 78% in attacco), Leon quando serviva ha piazzato il graffio del campione (3 ace), Podrascanin e Ricci sono stati una sentenza in primo (e 6 degli 8 muri totali portano la loro firma). E poi ci sono quei due fenomeni di Colaci e De Cecco che hanno la straordinaria capacità di equilibrare tutta l’artiglieria pesante bianconera.
Domani sarà finale, la partita di stasera, pur bellissima, va chiusa subito nel cassetto dei ricordi. Trento o Civitanova poco cambia, nel senso che chiunque ci sarà, sarà una grande armata. La cosa importante adesso è che Perugia ci sarà, con i suoi campioni in campo e con il suo popolo sugli spalti.
C’è una coccarda tricolore da provare a difendere!

IL MATCH

Formazione tipo per Lorenzo Bernardi. Due errori di Modena propiziano il vantaggio bianconero (2-0). Primo tempo vincente di Ricci (4-1). A segno il contrattacco di Atanasijevic (6-2). L’ace di Christenson dimezza (8-6). Leon va a segno da posto quattro (11-8). Ace di Atanasijevic, torna a +4 Perugia (12-8). In rete il pallonetto di Leon (12-10), Atanasijevic rimette tutto come prima (14-10). Arriva il muro di Podrascanin (16-11). Ace di Holt (16-13). Magia di De Cecco di seconda intenzione (17-13). Christenson trova un altro ace, stavolta con l’aiuto del nastro (17-15). Ecco un altro muro di Podrascanin, poi ace di Lanza (20-15). Leon va a segno da posto quattro, poi Atanasijevic dalla seconda linea (23-17). Out il servizio di Zaytsev, set point Perugia (24-18). Chiude subito con l’ace Leon (25-18).
L’ace di Anzani apre la seconda frazione (0-2). Muro di Bednorz , poi fallo fischiato ad Atanasijevic (1-5). Atanasijevic mette a terra il contrattacco del 5-7 ed il muro del 6-7. Urnaut riporta a +3 i suoi (6-9). Scappa Modena dopo il primo tempo out di Podrascanin ed il muro vincente (7-12). Ace di Atanasijevic (10-13). In campo Hoag e subito ace (13-15). Fuori l’attacco di Urnaut (15-16). Contrattacco vincente di Lanza, si torna in parità (16-16). Avanti Perugia dopo l’incomprensione tra Christenson ed Anzani (17-16). +2 Sir con il muro di Podrascanin (19-17). Bednorz pareggia subito (19-19). Di nuovo avanti Modena con il contrattacco di Zaytsev (19-20). Leon pareggia (20-20). Super muro di Ricci (21-20). Bednorz da posto quattro (21-21). Fuori Leon (21-22). Muro di Perugia (22-22). Zaytsev da posto due (22-23). Risponde Atanasijevic (23-23). Ace di Leon, set point per i Block Devils (24-23). Fuori il cubano dai nove metri, si va ai vantaggi (24-24). A segno il contrattacco di Zaytsev, stavolta il set point è per Modena (24-25). Atanasijevic sfonda il muro avversario (25-25). Fuori Zaytsev (26-25). Si riscatta l’opposto modenese (26-26). Fuori il servizio di Holt (27-26). Fuori stavolta Zaytsev, è raddoppio bianconero (28-26).
Avvio equilibrato nella terza frazione con Modena avanti grazie al muro ed all’attacco di Bednorz (2-4). Perugia pareggia subito con l’ace di Atanasijevic (4-4). Ace anche per Leon, bianconeri avanti (6-5). Molti errori al servizio da parte di entrambe le squadre (8-8). Break dei Block Devils con il muro di Podrascanin, l’ace e la pipe di Lanza ed un atro muro vincente (13-8). Ancora un punto per i ragazzi di Bernardi dopo l’errore di Bednorz (15-9). Lanza mantiene il vantaggio per i suoi (18-12). Ancora lo schiacciatore bianconero con il maniout (20-13). Out Urnaut (21-13). Super attacco di Atanasijevic, Perugia arriva al match point (24-15). Modena ne annulla due (24-17). Chiude Atanasijevic, è finale per i Block Devils (25-17).

I COMMENTI

Filippo Lanza (Sir Safety Conad Perugia): “Un’ottima partita la nostra, concreta, giocata bene in tutti i fondamentali. E poi con un pubblico spettacolare come i Sirmaniaci è bello giocare e vincere queste gare. Li ringrazio per l’ennesima volta perché sono fantastici”.
Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia): “È stata una gara difficile, combattuta. Molto importante per noi è stato vincere il secondo set nel quale siamo stati capaci di fare una bella rimonta. Il primo passo lo abbiamo fatto, domani, chiunque sarà l’avversario, sarà certamente una bella sfida. I Sirmaniaci? Sapevo che sarebbero venuti in tanti qui a Bologna, ma onestamente non pensavo così tanti!”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – AZIMUT LEO SHOES MODENA 3-0
Parziali: 25-18, 28-26, 25-17
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 16, Podrascanin 7, Ricci 6, Leon 10, Lanza 9, Colaci (libero), Seif, Hoag 1, Piccinelli, Della Lunga. N.e.: Galassi, Hoogendoorn. All. Bernardi, vice all Fontana.
AZIMUT LEO SHOES MODENA: Christenson 2, Zaytsev 9, Anzani 4, Holt 3, Urnaut 5, Bednorz 9, Rossini (libero), Pinali 2, Keemink, Pierotti, Kaliberda, Mazzone. N.e.: Benvenuti (libero), Van der Ent. All. Velasco, vice all. Cantagalli.
Arbitri: Stefano Cesare – Dominga Lot
LE CIFRE – PERUGIA: 22 b.s., 9 ace, 28% ric. pos., 9% ric. prf., 58% att., 8 muri. MODENA: 17 b.s., 4 ace, 36% ric. pos., 15% ric. prf., 43% att., 3 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Articoli correlati:

  1. Superlega> Coppa Italia: Perugia batte Padova e vola a Bologna
  2. Superlega> Perugia ospita Padova per i quarti di Coppa Italia
  3. Superlega> Si alza il sipario sulla Coppa Italia: c’è Perugia-Modena
  4. SuperLega> Perugia: è festa grande al PalaPanini
  5. Superlega> Perugia si toglie un altro sassolino ed allunga in testa

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002