B1F> PVT Modica, altro arrivo: Sharon Luzzi

Modica – Continua senza sosta la campagna di potenziamento della Pro Volley Team Modica che grazie al lavoro certosino svolto dalla DS Giuliana Di Emanuele sta “scandagliando” il mercato per portare all’ombra del castello quanto richiesto da coach Scavino.
Il dirigente modicano di concerto con il presidente Bartolo Ferro e con l’avallo del tecnico biancorosso, infatti, nelle scorse ore ha raggiunto l’accordo con l’opposta Sharon Luzzi.
Classe 99, Sharon Luzzi è alta 193 centimetri e arriva a Modica dal Marsala Volley (A2). Nonostante la sua giovane età, Luzzi ha già anche disputato quattro campionati di serie B2. Uno con l’Argentario Volley (Treviso) e tre stagioni con la Pallavolo Sicilia Catania.
“Sono molto contenta di approdare a Modica – spiega la nuova atleta di Corrado Scavino – ho affrontato la PVT da avversaria a Catania e lo scorso anno in amichevole con il Marsala e tutti mi hanno parlato e continuano a parlare bene di questa società. Sono pronta per affrontare questa nuova avventura in biancorosso. Spero di essere accolta bene dai nostri tifosi – continua – che ho saputo sono molto calorosi e riescono a trasformare il “Geodetico” in una bolgia infernale rendendo ancora più difficile la vita alle nostre avversarie di turno. Delle mie nuove compagne di squadra conosco Sara Gervasi e Doriana Loiacono con cui ho giocato a Catania. Sono certa che mi ambienterò subito e diventeremo immediatamente un gruppo unito. Non vedo l’ora di incontrare tutto lo staff – conclude Sharon Luzzi – e di iniziare questo campionato importante come la B1”.

Ufficio Stampa

Articoli correlati:

  1. A2F> Due giovani schiacciatrici per la Sigel: Lara Salvestrini e Sharon Luzzi
  2. B1F> PVT Modica, ingaggiata la centrale Paola Carnazzo
  3. B1F> A Modica la palleggiatrice Elisa Sozzi
  4. B1F> PVT Modica, dal Santa Teresa arriva Chiara Monzio Compagnoni
  5. B1F> PVT Modica: Maria Cazzetta si veste di biancorosso

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002