SuperLega Credem Banca: bene in casa Civitanova, Modena e Verona.

Trento viola Ravenna, Latina cede solo al tie break contro Perugia. Mercoledì e giovedì due anticipi della 13a e 4a giornata
Risultati 1a giornata di andata SuperLega Credem Banca:
Cucine Lube Civitanova-Gas Sales Piacenza 3-0 (26-24, 27-25, 25-20); Leo Shoes Modena-Kioene Padova 3-0 (25-21, 25-19, 25-15); Calzedonia Verona-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-0 (25-19, 25-20, 25-17); Vero Volley Monza-Allianz Milano 0-3 (22-25, 27-29, 21-25) giocata ieri; Consar Ravenna-Itas Trentino 0-3 (26-28, 15-25, 21-25); Top Volley Latina-Sir Safety Conad Perugia 2-3 (27-29, 29-27, 22-25, 25-18, 14-16)
Riposa: Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia
Cucine Lube Civitanova – Gas Sales Piacenza 3-0 (26-24, 27-25, 25-20) – Cucine Lube Civitanova: Mossa De Rezende 4, Juantorena 7, Anzani 7, Rychlicki 5, Leal 11, Simon 13, Marchisio (L), D’Hulst 0, Balaso (L), Ghafour 4, Kovar 0. N.E. Bieniek, Diamantini, Massari. All. De giorgi. Gas Sales Piacenza: Cavanna 0, Kooy 9, Krsmanovic 7, Nelli 22, Berger 11, Stankovic 2, Fanuli (L), Paris 0, Scanferla (L), Fei 1, Tondo 0, Botto 0. N.E. Yudin, Copelli. All. Gardini. ARBITRI: Vagni, Curto. NOTE – durata set: 31′, 37′, 27′; tot: 95. Spettatori 3.010. Incasso 28.339 euro. MVP: Simon.

Cucinieri subito vincenti. L’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, gremito per l’occasione da 3010 spettatori (incasso di 28.339 Euro), ha dedicato la prima standing ovation della stagione a un avversario, Dragan Stankovic, fresco 34 enne nelle Marche per la prima volta da avversario dopo ben 9 stagioni in maglia Cucine Lube, con cui appena cinque mesi fa aveva alzato al cielo da capitano scudetto e Champions League. Dopodiché gli applausi sono stati soltanto per i padroni di casa, al via in SuperLega Credem Banca con il piede giusto grazie al successo in 3 set (26-24, 27-25, 25-20) contro la rinnovatissima Gas Sales Piacenza di Andrea Gardini nella prima giornata di SuperLega Credem Banca.

De Giorgi fa subito debuttare Anzani al centro con Simon e sceglie il finalizzatore Rychlicki per giocare opposto a Bruno. Il primo parziale è equlibratissimo nel punteggio e nelle statistiche, con gli ospiti che annullano due set ball ai campioni marchigiani prima di arrendersi 24-26 di fronte alla buona verve di Ghafour, entrato nel doppio cambio con D’Hulst in regia e bravo prima a conquistare il terzo set-ball, poi a chiudere con un muro (il quarto di squadra) su Kooy. Il secondo set è deciso dalle bordate al servizio del legittimo MVP Robertlandy Simon, che già in avvio mette in discesa la strada della Cucine Lube (10-5 con due ace del cubano), e soprattutto risulta incisivo dai nove metri anche nel finale, dopo la rimonta piacentina per il 24-24. La Lube conquista la seconda palla set con un muro di Anzani su Kooy, che nell’azione successiva commette il fallo fatale per gli ospiti (27-25). Il terzo parziale è un monologo dei campioni d’Italia e d’Europa, che fissano il 3-0 chiudendo 25-20.

MVP: Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova Marche)
Spettatori: 3.010
Incasso: 28.339 euro

Bruno Mossa De Rezende(Cucine Lube Civitanova): “L’importante era conquistare i tre punti. Piacenza è una squadra molto forte e sono sicuro che sarà in corsa per i Play Off. Il Club emiliano vanta giocatori di alto livello. Dopo pochissimi giorni insieme siamo stati molto bravi a giocare pulito, senza commettere troppi errori. Non possiamo ovviamente essere al top adesso. Abbiamo la mentalità giusta e sarà una stagione intensa in cui potremo toglierci diverse soddisfazioni. In questo momento per me è più importante l’intesa con qualche giocatore che la strategia, poco alla volta miglioreremo e la vittoria di oggi è un punto di partenza”.

Dragan Stankovic (Gas Sales Piacenza): “Abbiamo provato a lottare, specialmente nei primi due set rimanendo agganciati nel finale alla Cucine Lube Civitanova, ma ai vantaggi gli avversari hanno trovato il guizzo vincente in entrambe le occasioni. Nel terzo set siamo un po’ scesi e loro ne hanno approfittato chiudendo subito la gara”.
Leo Shoes Modena – Kioene Padova 3-0 (25-21, 25-19, 25-15) – Leo Shoes Modena: Christenson 3, Anderson 8, Mazzone 4, Zaytsev 16, Bednorz 11, Holt 7, Iannelli (L), Rossini (L), Kaliberda 0, Pinali 1, Bossi 1. N.E. Estrada Mazorra, Salsi, Rinaldi. All. Giani. Kioene Padova: Travica 3, Ishikawa 3, Polo 2, Hernandez Ramos 16, Barnes 12, Volpato 3, Bassanello (L), Danani La Fuente (L), Cottarelli 0, Randazzo 2, Casaro 0. N.E. Fusaro, Canella. All. Baldovin. ARBITRI: Goitre Mauro Carlo, Sobrero. NOTE – durata set: 29′, 26′, 25′; tot: 80′. Spettatori: 4.837 di cui 3.526 abbonati. Incasso: 53.260 euro. MVP: Zaytsev.

Un PalaPanini con oltre 4800 spettatori accoglie la prima gara di Superlega tra la Leo Shoes Modena di Giani e la Kioene Padova di Baldovin. Il team di casa parte con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda ci sono Bartosz Bednorz e Matt Anderson, al centro Holt-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. La Kioene Padova parte con Travica-Hernandez, in banda Ishikawa-Barnes, Polo-Volpato al centro con La Fuente libero. Il primo set è nel segno di Modena che si porta sul 14-8 e indirizza da subito il parziale chiudendo per 25 a 21 con Bednorz che attacca col 75% e un buonissimo Mazzone col 67%. Anche nel secondo set è la Leo Shoes a partire fortissimo, 20-16, con un sontuoso Christenson che smarca Zaytsev e Anderson con grandissima frequenza. Nel parziale capitan Zaytsev difende con uno straordiario 89%. Il set si chude 25-20. Anche nel terzo parziale c’è il monologo di Modena che arriva al 18-9 e chiude 25-15 il parziale e 3-0 il match.

MVP: Ivan Zaytsev (Leo Shoes Modena)
Spettatori: 4.837
Incasso: 53.260 euro

Bartosz Bednorz (Leo Shoes Modena): “Sono molto contento ed entusiasta della nostra performance in campo questa sera. Vincere 3 a 0 all’esordio, davanti al pubblico del PalaPanini, è sempre meraviglioso. Se mi piace la disposizione della squadra? E’ veramente stimolante giocare in un team così forte. Penso che il nostro obiettivo sia ben chiaro, vogliamo vincere lo Scudetto e vogliamo vincere ogni cosa, perché siamo Modena. Oltretutto non è stato solo un ottimo inizio per tutti noi, ma anche un bel regalo per il nostro Presidente che oggi compie gli anni”.

Valerio Baldovin (allenatore Kioene Padova): “In questo momento non abbiamo il ritmo che ha Modena. Loro hanno fatto metà dei nostri errori forzando al servizio. La squadra ora è al completo e quindi avremo tempo per lavorare finalmente tutti insieme. Oggi si sono viste alcune cose buone, ma nel primo e terzo set abbiamo commesso troppe imprecisioni. Randazzo è nella fase di quasi completo recupero, ma rispetto a Barnes e Ishikawa ha meno ritmo partita, motivo per cui ho preferito farlo partire dalla panchina. Hernandez ha fatto una buona prestazione, ma non è sufficiente la prova di qualche singolo. Serve maggiore efficienza di gioco corale”.
Calzedonia Verona – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-0 (25-19, 25-20, 25-17) – Calzedonia Verona: Franciskovic 4, Marretta 6, Solé 10, Boyer 21, Asparuhov 7, Birarelli 8, Donati (L), Bonami (L). N.E. Zanotti, Spirito, Cester, Chavers, Jaeschke, Kluth. All. Stoytchev. Globo Banca Popolare del Frusinate Sora: Radke 3, De Barros Ferreira 6, Scopelliti 1, Miskevich 13, Grozdanov 10, Caneschi 7, Mauti (L), Alfieri 0, Sorgente (L), Di Martino 2, Fey 1. N.E. Van Tilburg, Battaglia, Farina. All. Colucci. ARBITRI: Braico, Piperata. NOTE – durata set: 24′, 26′, 33′; tot: 83′.TAB Spettatori: 3.402. MVP: Franciskovic

Esordio entusiasmante all’Agsm Forum, dove la Calzedonia Verona si esalta davanti al proprio pubblico e batte Sora con un netto 3-0. La partita, però, non è a senso unico, Boyer e Radzivon si sfidano colpo su colpo. La parte da leone la fa la fase di ricezione, con un punteggio stretto e gli strappi decisivi della Calzedonia Verona, che si conferma molto solida a muro, raccogliendo parecchio anche in battuta (7 ace). I copioni restano simili nei tre parziali: Verona sempre al comando, Sora a marcare stretto, forte dell’apporto di Ferreira e di Grozdanov, ma con meccanismi di gioco ancora da rodare. Decisivo un ultimo set in cui Sora si tiene aggrappata fino all’ultimo, ma Verona trova il giusto break con Franciskovic in battuta e porta a casa il punteggio pieno.

MVP: Jennings Franciskovic (Cazedonia Verona)
Spettatori: 3.402

Radostin Stoytchev (Calzedonia Verona): “Ci voleva una vittoria così per partire bene, serviva il giusto approccio in campo. Avevo chiesto alla squadra di entrare col piede giusto dai primi punti. Sono contento della ricezione, 15% di errori in battuta e 10 muri sono cifre importanti, che ci hanno permesso di difendere e di contrattaccare. Dobbiamo ancora lavorare tanto nella fase di attacco, soprattutto del cambio palla. Speriamo di recuperare presto Spirito, la settimana prossima ci aspetta un avversario completamente diverso. Cercheremo di convincere i tifosi che meritiamo il loro tifo”.

Branimir Grozdanov (Globo Banca Popolare del Frusinate Sora): “Era una partita difficile, e noi siamo una squadra nuova. Siamo molto cambiati nell’organico, e abbiamo bisogno di tempo per creare la giusta connessione fra noi e giocare al nostro meglio. Certo, Verona è una bella squadra. Dalla prossima settimana ci metteremo al lavoro per migliorare sempre di più”.
Consar Ravenna – Itas Trentino 0-3 (26-28, 15-25, 21-25) – Consar Ravenna: Saitta 4, Ter Horst 17, Cortesia 6, Vernon-Evans 9, Recine 3, Alonso 4, Marchini (L), Cavuto 0, Bortolozzo 0, Kovacic (L), Lavia 3, Grozdanov 0. N.E. Stefani. All. Bonitta. Itas Trentino: Giannelli 1, Kovacevic 12, Codarin 1, Vettori 14, Cebulj 16, Lisinac 12, De Angelis (L), Djuric 1, Candellaro 0, Grebennikov (L). N.E. Daldello, Sosa Sierra, Russell. All. Lorenzetti. ARBITRI: Santi, Florian. NOTE – durata set: 35′, 22′, 29′; tot: 86′. Spettatori:2.265. MVP: Lisinac.

L’Itas non fa regali. Nel match d’esordio della 75ª SuperLega Credem Banca, la squadra di Lorenzetti s’impone al Pala De Andrè per 3-0 guastando il ritorno in panchina a Ravenna dopo 5 anni e mezzo di Marco Bonitta. La Consar ci ha provato con tutte le sue armi, chiudendo con un 51% d’attacco, trovando in Ter Horst un terminale offensivo di rilievo (17 punti) e nel muro un buon fondamentale, ma non è stato sufficiente per rendere meno netta la sconfitta.

L’Itas vince soffrendo il primo parziale, al quarto set ball, grazie anche a un’efficace difesa, dopo aver avuto cinque punti di vantaggio, davanti ai quali la Consar non si era mai arresa. Sull’asse Cortesia (bello il suo parziale)-Ter Horst (con due ace) Ravenna arriva a griffare la parità a quota 22, giocandosi il finale punto a punto. E’ Lisinac a chiudere il set mettendo il timbro a un personale con 6 punti e un 75% in attacco. Senza storia il secondo set. L’Itas alza il livello in ricezione e attacco, cresce a muro e soprattutto al servizio (due ace per l’ex Cebulj) e la Consar, nonostante ottime percentuali d’attacco (67%), non riesce a trovare il modo per opporsi agli ospiti che chiudono con un eloquente 15-25. Grande equilibrio nel terzo set, con Trento sempre avanti ma Ravenna mai doma. L’allungo decisivo arriva col punteggio di 17 pari. L’Itas, con Kovacevic e Lisinac (premiato come MVP) affonda il colpo e porta a casa set e partita. Spettatori: 2265 MVP: Lisinac.

MVP: Srecko Lisinac (Itas Trentino)
Spettatori:2.265

Marco Bonitta (allenatore Consar Ravenna): “Bene il primo e il terzo set con alcune situazioni tecnico-tattiche anche positive. Nel secondo set loro hanno battuto molto bene, ci siamo un pochino innervositi e abbiamo perso subito le distanze in maniera negativa. Sono emerse anche situazioni positive e da quelle dobbiamo ripartire. Oggi Trento ci ha lasciato poco spazio”.

Klemen Cebulj (schiacciatore Itas Trentino): “A Ravenna ho passato anni molto belli, quindi è sempre un’emozione grande tornare qui a giocare. Siamo stati bravi a recuperare quelle due-tre situazioni in cui ci siamo trovati in difficoltà, però è stato importante essere uniti e portarci via questa vittoria. Si è visto anche stasera che sarà un Campionato molto equilibrato e molto difficile: quasi tutte le squadre si sono rinforzate”.
Top Volley Latina – Sir Safety Conad Perugia 2-3 (27-29, 29-27, 22-25, 25-18, 14-16) – Top Volley Latina: Sottile 3, Van Garderen 20, Rossi 7, Patry 22, Palacios 5, Szwarc 11, Rondoni (L), Cavaccini (L), Karlitzek 11, Peslac 2, Elia 0. N.E. Rossato, Onwuelo. All. Tubertini. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 2, Plotnytskyi 2, Podrascanin 14, Atanasijevic 16, Lanza 16, Ricci 16, Piccinelli (L), Colaci (L), Zhukouski 0, Leon Venero 15, Hoogendoorn 0. N.E. Russo, Taht. All. Heynen. ARBITRI: Lot, Zanussi. NOTE – durata set: 37′, 37′, 30′, 29′, 21′; tot: 154′. Spettatori 1.782. MVP: Patry.

La Top Volley alza la voce e infiamma il pubblico costringendo al tie break la Sir Safety Conad Perugia al termine di una sfida ricca di colpi di scena , durata oltre due ore e mezza. Alla fine ha vinto la Sir facendo pesare la sua maggiore qualità contro una Top Volley motivatissima e capace di mandare spesso in confusione gli ospiti. A fare la differenza dopo i due agganci della formazione pontina, la lucidità degli umbri al tie break, nella volata decisiva al cardiopalma.

MVP: Jean Patry (Top Volley Latina)
Spettatori 1.782

Lorenzo Tubertini (allenatore Top Volley Latina): “Sono rammaricato per aver portato a casa solo un punticino, ma la partita in un certo senso l’abbiamo vinta noi contro una Perugia che s’era presentata qui convinta di poter tenere a riposo i giocatori più stanchi dagli impegni internazionali. Invece gli ospiti hanno dovuto utilizzare anche loro. Mi ha dato particolarmente fastidio un fallo di rotazione fischiato perché erano almeno cinque anni che non mi capitava di vedere una cosa così”.

Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia) : “Latina ha giocato bene in entrambe le fasi, quindi onore a loro e a quello che hanno fatto, noi abbiamo sbagliato molto. “Qualche errore di troppo ci può stare a inizio di stagione, anche in considerazione del fatto che ci siamo ritrovati tutti insieme a pochissimi giorni dall’inizio del campionato”.
Giocata ieri:
Vero Volley Monza – Allianz Milano 0-3 (22-25, 27-29, 21-25) – Vero Volley Monza: Calligaro 3, Louati 12, Yosifov 5, Kurek 13, Dzavoronok 4, Galassi 5, Federici (L), Dimitrov (L), Beretta 1, Sedlacek 2, Goi (L). N.E. Capelli, Giani, Buchegger. All. Soli. Allianz Milano: Sbertoli 1, Clevenot 8, Kozamernik 12, Abdel-Aziz 21, Petric 7, Alletti 8, Pesaresi (L). N.E. Weber, Piano, Basic, Gironi, Izzo. All. Piazza. ARBITRI: Cappello, Boris. NOTE – durata set: 27′, 37′, 27′; tot: 91′. Spettatori: 1.115. MVP: Abdel-Aziz.
Classifica :
Leo Shoes Modena 3, Calzedonia Verona 3, Itas Trentino 3, Cucine Lube Civitanova 3, Allianz Milano 3, Sir Safety Conad Perugia 2, Top Volley Latina 1, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0, Vero Volley Monza 0, Gas Sales Piacenza 0, Consar Ravenna 0, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 0, Kioene Padova 0.

Una partita in meno la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.
Anticipo 13a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Mercoledì 23 ottobre 2019, ore 20.30
Cucine Lube Civitanova – Globo Banca Popolare del Frusinate Sora Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
(Luciani-Turtù) Terzo arbitro: Morganti
Addetto al Video Check: Albergamo Segnapunti: Mochi
Anticipo 4a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Giovedì 24 ottobre 2019, ore 20.30
Sir Safety Conad Perugia – Allianz Milano Diretta Eleven Sports
(Zavater-Moratti) Terzo arbitro: Bolici
Addetto al Video Check: Giulietti Segnapunti: Mazzocchio
Prossimo turno
2a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Sabato 26 ottobre 2019, ore 18.00
Gas Sales Piacenza – Leo Shoes Modena Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
Domenica 27 ottobre 2019, ore 18.00
Sir Safety Conad Perugia – Calzedonia Verona Diretta RAI Sport + HD
Diretta streaming su raiplay.it
Itas Trentino – Vero Volley Monza Diretta Eleven Sports
Allianz Milano – Cucine Lube Civitanova Diretta Eleven Sports
Kioene Padova – Tonno Callipo Calabria Vivo Valentia Diretta Eleven Sports
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora – Consar Ravenna Diretta Eleven Sports

Turno di riposo Top Volley Latina

Articoli correlati:

  1. SuperLega Credem Banca: solo Civitanova e Milano vincono in casa.
  2. SuperLega Credem Banca: I numeri della 8a giornata di ritorno
  3. SuperLega Credem Banca: a Verona la Sir Conad batte tre
  4. SuperLega Credem Banca: la Calzedonia Verona vince al tie break il braccio di ferro con l’Itas Trentino
  5. Play Off Scudetto SuperLega Credem Banca : dopo Modena anche Civitanova stacca il pass per le Semifinali.

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002