B2F> Hub Ambiente, secondo successo di fila: ora è quarta in classifica

HUB AMBIENTE TEAMS VOLLEY CATANIA: Carmeci 5, Aliffi 15, Richiusa 16, Chiavaro 12, Laferrera (L1), Oliva 7, Miuccio 14, Foti 1. Ne: Altavilla (L2), Santangelo, Asero, Marino e Bombaci. All. Baldi
VOLLEY TERRASINI: Biccheri 24, Caruso 3, Appigadoo 3, Incognito 14, Giuffrida 13, Giambona 3, Luraghi (L), Buffa, Lo Gerfo, Vakvo. All. D’Accardi.
Arbitri: Irene Casarin e Silvia Raunich
Set: 25-22 19-25 25-18 25-22

Seconda vittoria di fila per la Hub Ambiente Teams Volley. Dopo il colpo esterno di Siracusa le etnee s’impongono per 3-1 sul Volley Terrasini di Enzo D’Accardi e della ex di turno, Alessia Incognito, cresciuta nel settore giovanile etneo. Con questa vittoria la formazione etnea aggancia in quarta posizione il Comiso a 14 punti, a due dal Torretta terzo insieme con Akamedia Sant’Anna Messina.
IN CAMPO. La squadra di casa deve fare i conti con l’assenza di Eleonora Milici (opposta). Ina Baldi schiera Carmeci in cabina di regia, Miuccio opposta (collocazione in campo del tutto inedita per lei), Aliffi e Chiavaro in posto quattro, mentre al centro agiscono Richiusa e Oliva. Libero Chiara Laferrera.
Enzo D’Accardi tecnico ospite punta su Caruso al palleggio, Biccheri in posto 2, Incognito e Giuffrida in posto 4 mentre Appigadoo e Giambona operano al centro. Libero Luraghi.
PRIMO SET. Prima frazione di gioco che si apre con un ace di Giuffrida (Terrasini), ma le catanesi sono brave a distanziarsi nel punteggio grazie agli attacchi di Richiusa e al turno in servizio di Aliffi (8-5) (16-12). Ma le palermitane non stanno a guardare e, sfruttando qualche errore di troppo in fase di finalizzazione delle etnee, tornano in partita (19 pari). Coach Baldi corre ai ripari: chiama tempo e inserisce Foti per Oliva per registrare la fase difensiva. Mossa vincente che consente alla Teams Volley di portare a casa il set (25-22).
SECONDO SET. Secondo parziale che comincia bene per la formazione di casa nel segno di Carmeci (ace) e Miuccio (muro su Biccheri, 2-0). Salgono in cattedra Incognito e Biccheri: i loro attacchi portano il Volley Terrasini a compiere il sorpasso prima sul 4-6 e, poi, sul 13-17. La straripante performance in attacco di Richiusa non permette l’aggancio alle palermitane (19-25).
TERZO SET. Terzo set sulla falsariga del secondo: Carmeci spinge al servizio mentre Miuccio continua a mettere palloni a terra (4-1) (6-3) (11-4). Coach D’Accardi sostituisce Lo Gerfo per Giuffrida e Buffa su Giambona ma le padrone di casa dominano la frazione fino alla fine (25-18).
QUARTO SET. In salita il quarto set per la Teams Volley che fatica a finalizzare quanto di buono creato (1-4 e 8-13). Aliffi e Miuccio si caricano la squadra sulle spalle e ristabiliscono la parità. Il 13 pari rappresenta il vero “turning point” della quarta frazione: entra Foti su Oliva al servizio e realizza l’allungo decisivo (20-14). Il Terrasini tenta la remuntada per portare, di fatto, la contesa al tie break, ma qualunque velleità svanisce con l’attacco out di Giuffrida (25-22).
Selene Richiusa analizza la sfida: “Vittoria doveva essere, e vittoria è stata. Soddisfatta per il risultato, si vede il lavoro che ci sta dietro, si vede che tra di noi l’intesa migliora sempre di più. Ma il motivo più importante per cui sono contenta è che, nonostante avessimo difficoltà di “ruolo” siamo riuscite ad uscirne da squadra. Ha vinto il gruppo, che ha saputo aiutarsi, in cui ognuna di noi è stata determinante in momenti differenti della partita, portandoci alla vittoria, e questo non è banale. Godiamoci il momento, ma con la testa già alla prossima partita, ci aspetta una battaglia”.

U.S. Nunzio Currenti

Articoli correlati:

  1. B2F> Hub Ambiente Teams, secondo sigillo di fila
  2. B2F> Hub Ambiente Team Volley a Palermo per il debutto
  3. B2F> Hub Ambiente Teams, terzo sigillo
  4. B2F> Hub Ambiente Teams Volley: primo guizzo
  5. B2F> Planet Strano Light, quarta vittoria di fila

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002