B1F> La Chromavis Abo riparte da dove aveva terminato

anche la capolista Cercasì Volano subisce la “regola del 3-0”
Sesta vittoria consecutiva senza perdere set per la squadra di Dino Guadalupi, ora a -1 dalla vetta, in un match condizionato dagli infortuni

OFFANENGO (CREMONA), 12 GENNAIO 2020 – Il 2020 della Chromavis Abo inizia com’era finito il 2019, ossia con una pesante vittoria per 3-0, ottenuta al PalaCoim di Offanengo contro la capolista Cercasì Volano. Per la squadra di Dino Guadalupi, tre punti pesanti che permettono non solo di allungare la striscia di vittorie senza perdere set (ben sei), ma anche di difendere il terzo posto della vigilia e avvicinarsi alla vetta, ora distante un solo punto e occupata adesso in coabitazione da Volano e Gtn Volleybas Udine.
Le attese del big match sono andate in parte tradite dagli episodi, che hanno scandito l’incontro. Ben tre, infatti, sono stati gli infortuni di gioco accorsi, con le trentine costrette a veder limitato il già acciaccato reparto laterale perdendo prima la banda Galbero poi l’opposta Eliskases, mentre Offanengo ha dovuto sostituire la centrale Lisa Cheli (pallonata in volto). Così, ne è uscita una partita diversa, strana per certi versi, dove le neroverdi cremasche hanno saputo approfittare della situazione per chiudere il discorso. L’unico set combattuto è stato il secondo, con Offanengo sotto 10-14 e capace di spuntarla 25-21.Mvp dell’incontro, premiata con la Treccia d’oro dal sindaco offanenghese Gianni Rossoni, è stata la palleggiatrice di casa Cecilia Nicolini. A livello statistico, doppia cifra raggiunta per la top scorer Federica Stroppa (15 punti) e per il capitano Noemi Porzio (11), mentre per la Cercasì 14 punti per la banda Stefania Pistolato.
Sabato la Chromavis Abo affronterà una nuova compagine trentina, questa volta la Walliance Ata, in trasferta, prima di chiudere il girone d’andata contro la “Cenerentola” Ezzelina Carinatese. Per Porzio e compagne, l’opportunità di centrare sei punti in due match, tenendo vivo anche il discorso-Coppa Italia.

CHROMAVIS ABO-CERCASI’ VOLANO 3-0
(25-12, 25-21, 25-15)
CHROMAVIS ABO: Guasti 8, Rettani 6, Stroppa 15, Porzio 11, Cheli 9, Nicolini 7, Giampietri (L), Padula 6. N.e.: Riccardi (L), Marchesi, Cicoria, Rossi, Cortelazzo. All.: Guadalupi
CERCASI’ VOLANO: Eliskases 5, Pistolato 14, Bogatec 3, Giora 1, Galbero 1, De Val 4, Scanavacca (L), Perez 5, Crotti. N.e.: Bisoffi, Paoloni, Zoner, Cazzanelli. All.: Parlatini
ARBITRI: Pastore e Tiziani

LE DICHIARAZIONI POST-GARA:
Cecilia Nicolini (palleggiatrice Chromavis Abo): “E’ stata una partita un po’ surreale, non è stato il match che ci aspettavamo e che magari attendeva anche il pubblico, anch’io personalmente ero pronta per una partita di alto livello. Purtroppo gli infortuni sono cose che accadono, anche noi abbiamo perso Lisa Cheli nell’arco della partita. Siamo comunque state brave a gestire la situazione, soprattutto i possibili cali di concentrazione e le lunghe pause. Sono tre punti importantissimi che ci permettono di rimanere nei primi posti della classifica”.

Risultati undicesima giornata B1 femminile girone B:
Chromavis Abo-Cercasì Volano 3-0
Imoco San Donà-Nardi Volta Mantovana (si gioca il 15 gennaio)
Anthea Vicenza-Pav Udine 1-3
Walliance Ata Trento-Csv Ra.Ma. Ostiano 0-3
Eurogroup Altafratte-Vivigas Arena 3-1
Duetti Giorgione-Ezzelina Carinatese 3-0
Gtn Volleybas Udine-Argentario Progetto Vollei 3-0
Classifica:
Cercasì Volano, Gtn Volleybas Udine 26, Chromavis Abo 25, Pav Udine 23, Duetti Giorgione 22, Imoco San Donà, Csv-Ra.Ma. Ostiano 18, Vivigas Arena 17, Eurogroup Altafratte 16, Nardi Volta Mantovana 15, Argentario Progetto Vollei 10, Anthea Vicenza 9, Walliance Ata Trento 3, Ezzelina Carinatese 0. (Imoco San Donà e Nardi Volta Mantovana una partita in meno)

LA PARTITA – La Chromavis Abo scende in campo con il consueto 6+1: Nicolini in palleggio, Stroppa opposta, Guasti e Porzio in banda, Cheli e Rettani coppia centrale e Giampietri libero. Volano deve rinunciare ancora alla banda Bishoffi, sostituita ancora da Galbero in diagonale con Pistolato. Per il resto, diagonale Giora-Eliskases, Bogatec e De Val al centro e Scanavacca libero.
Sul 3-3 le trentine perdono per infortunio Galbero, dovendo schierare la seconda opposta Perez in posto quattro. Offanengo ne approfitta con due ace di Stroppa e il muro di Nicolini per portarsi sull’8-4. Dopo un nuovo allungo 14-5 e due time out ospiti, la Cercasì ha un moto di orgoglio (14-8, muro di De Val), ma il turno in battuta di Cheli è letale (19-8). Nel finale, chiudono i muri della stessa Cheli (9 punti nel parziale) e Nicolini (25-12).
Nel secondo set, Volano riparte bene (1-3 con due ace), poi sfrutta il muro per allungare (Bogatec e De Val per il 4-79. Stroppa ricuce lo strappo (7-8), ma l’ace di Pistolato rilancia le trentine (10-14) dopo il colpo fortuito in volto subito da Cheli sul 9-11, sostituita da Padula. Offanengo non demorde e riesce a pareggiare a quota 16 ancora con Stroppa. Sul 17-17, nuovo episodio sfortunato con l’infortunio accorso all’opposta Eliskases, sostituita dalla giovanissima centrale Crotti (2003). La lotta è serratissima (20-19 muro di Nicolini), poi è decisivo il doppio ace di Porzio: 24-20, preludio al 25-21 e al 2-0.
Nel terzo set la Chromavis Abo riparte di slancio, trascinata da Padula (attacco e muro per il 9-4). La strada si fa in discesa per le neroverdi cremasche, che doppiano le avversarie nel punteggio a quota sedici poi chiudono 25-15.

Nelle foto di Alessandro Soragna, alcuni momenti del match del PalaCoim tra Chromavis Abo e Cercasì Volano

Ufficio stampa Volley Offanengo 2011
Luca Ziliani

Articoli correlati:

  1. B1F> La Chromavis Abo cala il tris: suo il derby di Ostiano
  2. B1F> La Chromavis Abo non si ferma: 3-0 anche all’Argentario Progetto Vollei
  3. B1F> La Chromavis Abo si concede il bis: 3-0 all’Eurogroup Altafratte
  4. B1F> La Chromavis Abo riaccende il motore: si riparte dalla capolista Cercasì Volano
  5. B1F> Per la Chromavis Abo un punto in Veneto

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002