Del Monte® Coppa Italia Serie A2/A3: Bergamo alza il primo trofeo tricolore.

Nel sold out dell’Unipol Arena Bergamo vince il derby con Brescia al tie break e alza il primo trofeo tricolore. Parlano i protagonisti

Risultato Finale Del Monte® Coppa Italia Serie A2/A3
Olimpia Bergamo – Sarca Italia Chef Centrale Brescia 3-2 (25-21, 22-25, 25-21, 25-27, 15-13)

Olimpia Bergamo – Sarca Italia Chef Centrale Brescia 3-2 (25-21, 22-25, 25-21, 25-27, 15-13) – Olimpia Bergamo: Garnica 8, Tiozzo 20, Cargioli 5, Pereira Da Silva 15, Della Lunga 19, Signorelli 11, Saturnino (L), Fusco (L), Gritti 0, Zonta 0. N.E. Alborghetti, Preti, Battaglia. All. Spanakis. Sarca Italia Chef Centrale Brescia: Tiberti 1, Galliani 18, Mijatovic 6, Bisi 23, Cisolla 17, Festi 15, Franzoni (L), Zito (L), Crosatti 0, Malvestiti 0, Gavotto 0. N.E. Ghirardi, Ceccato, Ostuzzi. All. Zambonardi. ARBITRI: Giardini, Caretti. NOTE – durata set: 26′, 28′, 26′, 34′, 22′; tot: 136′.

Il derby lombardo di Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2/A3 va all’Olimpia Bergamo, vittoriosa al tie break contro la Sarca Italia Chef Centrale Brescia al termine di una battaglia sportiva davanti ai 9000 dell’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, onorando una manifestazione capace di portare in due giorni 18000 tifosi nell’impianto emiliano per un incasso compessivo di 290.000 euro.

Clima festoso sugli spalti a fine gara. In campo, da un lato del campo l’euforia degli orobici per la conquista del primo trofeo tricolore dopo due Finali perse, dall’altra parte della rete la delusione dei tucani di Roberto Zambonardi, arrivati fino in fondo alla Coppa per la prima volta e beffati al fotofinish.

Combattuto e imprevedibile il match. Se al vincitore Dore Della Lunga va il titolo di Del Monte® MVP, tra gli sconfitti Fabio Bisi chiude il confronto come top scorer con 23 sigilli. Nel primo set la mira più precisa dei bergamaschi e i 9 errori bresciani fanno la differenza. I tucani sfiorano una rimonta con 5 punti di fila (21-20), ma capitolano 25-21. Nel secondo parziale i 4 ace e l’ottima ricezione degli orobici non riescono a piegare Brescia, più concreta in attacco e solida a muro con 3 block (22-25). Il terzo set prende forma con la rimonta di Bergamo da 3-8 a 9-8 grazie ai servizi di Della Lunga (2 ace). Le squadre ricevono e difendono ogni pallone, i 10 errori dei tucani favoriscono il team di Spanakis (25-21). Il quarto set non ha padroni, Bergamo potrebbe chiudere, ma il match è riaperto da due episodi ai vantaggi (25-27). Al tie break succede di tutto. Si gioca sui nervi e dopo un estenuante punto a punto prevale la luciditaà degli uomini di Alessandro Spanakis.

Quello bergamasco è un traguardo raggiunto dopo la vittoria netta nei Quarti con la New Mater al PalaGrotte e con il pazzesco tie break al PalaEstra contro Siene in Semifinale. Dopo le due Coppe Italia SuperLega vinte nell’ultimo biennio con la Sir e quella conquistata con Trento nel 2011/12, lo schiacciatore Della Lunga si prende il trofeo di A2/A3 e porta a quattro gli allori personali nella kermesse tricolore. Il tecnico Alessandro Spanakis riscatta la beffa al tie break dello scorso anno con Piacenza e arricchisce il suo palmares con la Coppa Italia di A2/A3, dopo aver già vinto due anni fa la Coppa di A2 alle redini della Ceramica Scarabeo GCF Roma al PalaFlorio di Bari contro il suo attuale Club. Stesso discorso per lo schiacciatore Tiozzo, che due anni fa militava nel sodalizio laziale e ora alza al cielo il secondo trofeo tricolore alla terza Finale consecutiva. Tra i reduci della Coppa vinta da Civita Castellana festeggia anche il secondo libero Saturnino, al secondo successo in tre anni. Prima gioia dopo due sconfitte di fila all’ultimo atto per Cargioli, successo da condividere con Erati, assente dalla terza finale in tre anni per via di un infortunio.

A premiare la seconda classificata sono Michele Miccolis, Vicepresidente della Lega Pallavolo Serie A, e Giuseppe Manfredi, Vicepresidente della Fipav. La Coppa ai vincitori viene consegnata da Diego Mosna, Presidente della Lega Volley, e da Pietro Bruno Cattaneo, Presidente della Fipav, mentre Massimo Righi, Amministratore Delegato della Lega Volley, consegna a Dore Della Lunga il premio come Del Monte® MVP della Finale.

LA GARA .
Oimpia Bergamo in campo con Garnica al palleggio per l’opposto Wagner, Della Lunga e Tiozzo in banda, Cargioli e Signorelli al centro, Fusco libero. La Sarca Italia Chef Centrale Brescia risponde con la diagonale composta da Tiberti e Bisi, Galliani e Cisolla laterali, Festi e Mijatovic centrali, Zito lbero.

Partenza di marca bresciana (4-7). Bergamo trova subito il sorpasso (8-7). I duelli a rete valgono il punto a punto fino allo strappo degli orobici culminato con l’ace di Wagner. (17-12). Le difese si esaltano, Tiozzo sfrutta la potenza (21-15).Un calo dell’Olimpia rianima i tucani sul -1 dopo lo smash di Galliani (21-20). Il risveglio di Bergamo rende vano il recupero e Brescia stecca il servizio decisivo (25-21).

Nel secondo set Della Lunga sfodera una battuta da 107 km/h, ma comanda Brescia (9-12). L’Olimpia mette la testa avanti (15-14), ma si ritrova sotto e lo scambio più lungo si chiude con la firma di Cisolla (17-19). Il sorpasso bergamasco arriva con due ace di Wagner (20-19). Cisolla e Bisi ribaltano la situazione (20-21). Dopo l’ingresso di Gavotto, un’infrazione di Bergamo e un mani out di Bisi valgono il 21-24. L’attacco out di Tiozzo condanna l’Olimpia (22-25).

Sprint per Brescia anche nel terzo set (3-8). Bergamo risponde con la potenza (109 km/h) e gli ace di Della Lunga dai nove metri, ma anche con la grinta di Tiozzo a rete (9-8). L’Olimpia riprende l’inerzia del set (18-15). Brescia anulla il gap, poi sprofonda di nuovo a -3 (21-18) e perde lucidità. Sul 24-20 Festi annulla una palla set, ma Cisolla batte sulla rete (25-21).

Nel quarto parziale Bergamo costruisce un primo vantaggio al servizio (9-6). Della Lunga si supera e batte a 112 km/h. Il sestetto di Zambonardi si rifà sotto (12-11) Le due squadre danno tutto onorando derby e finale (16-15). Si lotta punto a punto (18-18). Sul muro di Signorelli l’Olimpia è avanti 20-18 ma Brescia centra l’aggancio con Bisi (21-21). Sul 23-23 Gallinari stecca il servizio, Bisi rimedia (24-24) annullando il match point per poi ripetersi a muro (24-25). Wagner impatta (25-25). Un’invasione riporta avanti Brescia, il muro di Cisolla porta il match al tie break (25-27).

Massimo equilibio al tie break. Al cambio di campo Brescia è avanti di un punto (7-8), ma al rientro Bergamo firma il sorpasso (9-8). Volata al cardiopalma con Brescia di nuovo in vantaggio grazie a un attacco out dei rivali (9-10). Sul 12-12 Bergamo ribalta tutto e va sul 14-12 con il muro di Signorelli. Brescia annulla un match point, ma cade sull’attacco di Tiozzo (15-13).

Spettatori: 8.952
Spettatori della due giorni : 17.904
Incasso serata: 145.000 euro
Incasso della due giorni: 290.000 euro
Del Monte® MVP: Dore Della Lunga (Olimpia Bergamo)

Gianluca Signorelli (Olimpia Bergamo): “Una partita infinita e difficile. Siamo stati bravi a non mollare mai e alla fine è arrivato il giusto premio. Sono felice per la mia prestazione, ma l’importante era portare a Bergamo questa Coppa e ci siamo riusciti. Dedico la vittoria alla mia famiglia”.
Fernando Gabriel Garnica (Olimpia Bergamo): “Raggiungere questo successo a 39 anni, alla mia terza Finale, è bellissimo.Abbiamo rivisto i fantasmi dello scorso anno quando è andato in fumo il match point del quarto set, ma non abbiamo mollato e abbiamo vinto tutti insieme”.

Simone Tiberti (Sarca Italia Chef Centrale Brescia): “L’abbiamo giocata fino alla fine,è vero, ma io ci penserò a lungo perché la sconfitta così hai anche tempo di assaporarla tutta. Ci aspettavamo un match punto a punto, ma resta il rammarico per qualche fase in cui avremmo potuto spendere di più prima del quinto set. Onore a Bergamo, che la Coppa l’ha vinta”.
Roberto Zambonardi (allenatore Sarca Italia Chef Centrale Brescia): “Il dispiacere c’è. Siamo arrivati a un soffio dalla vittoria, ma credo che i ragazzi abbiano dato tutto e difeso i colori di Brescia con tanto cuore. Abbiamo perso su qualche palla non rigiocata al meglio o magari solo con un po’ di malizia in più, che viene con l’esperienza. Abbiamo tenuto testa a Bergamo mostrando un buon gioco e annullando il match ball del quarto set. Qualche sbavatura su una Finale di questo livello costa solo più cara”.

Programma
Domenica 23 febbraio 2020, ore 18.00
Finale Del Monte® Coppa Italia SuperLega
Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia
Diretta RAI Sport, Diretta streaming su Raiplay.it

L’ALBO D’ORO DELLA COPPA ITALIA SERIE A2
1997/98 Sira Falconara
1998/99 Cosmogas Forlì
1999/00 Della Rovere Carifano
2000/01 Pony Express Kappa Torino
2001/02 Copra Piacenza
2002/03 Tonno Callipo Vibo Valentia
2003/04 Marmi Lanza Verona
2004/05 Codyeco Santa Croce
2005/06 Salento d’amare Taviano
2006/07 Sparkling Milano
2007/08 Marmi Lanza Verona
2008/09 Andreoli Latina
2009/10 M. Roma Volley
2010/11 NGM Mobile Santa Croce
2011/12 BCC-NEP Castellana Grotte
2012/13 Sidigas HS Atripalda
2013/14 Tonazzo Padova
2014/15 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia
2015/16 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia
2016/17 Emma Villas Siena
2017/18 Ceramica Scarabeo GCF Roma
2018/19 Gas Sales Piacenza
COPPA ITALIA SERIE A2/A3
2019/20 Olimpia Bergamo

Articoli correlati:

  1. Del Monte® Coppa Italia Serie A2 Finale: Primo trofeo tricolore per la Gas Sales Piacenza nella maratona con l’Olimpia Bergamo all’Unipol Arena
  2. Del Monte® Coppa Italia Serie A2/A3: in Finale Bergamo e Brescia.
  3. Del Monte® Coppa Italia Serie A2 Finale: Primo trofeo tricolore della storia per la Ceramica Scarabeo GCF Roma
  4. Del Monte Coppa Italia Serie A2. La Sidigas Atripalda alza la Coppa
  5. Del Monte® Coppa Italia Serie A2: La Finale all’Unipol Arena il 10 febbraio sarà tra Olimpia Bergamo e Gas Sales Piacenza

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002