B1F> La Conad Alsenese cala il tris di conferme: Serena Tosi è ancora gialloblù

La schiacciatrice lombarda classe 1995 si appresta a vivere la seconda stagione nel sodalizio piacentino ed è il quinto tassello del mosaico

ALSENO (PIACENZA), 30 GIUGNO 2020 – Prende sempre più forma la nuova Conad Alsenese, formazione piacentina che si appresta a disputare la sua seconda stagione consecutiva in B1 femminile. Il sodalizio presieduto da Stiliano Faroldi annuncia la terza conferma della rosa affidata quest’anno al tecnico Alessandro Della Balda, coadiuvato dal confermato vice Giacomo Rigoni.
Si tratta della schiacciatrice Serena Tosi, tra le protagoniste della scorsa stagione terminata al sesto posto al momento della conclusione anticipata dei campionati causa-Coronavirus. Nata il 6 agosto 1995 a Magenta (Milano), Serena si appresta a disputare la sua seconda annata in gialloblù in una carriera che in precedenza l’aveva vista indossare le maglie di Asti, Belluno, Trieste e Fiorenzuola (biennio).
“Serena Tosi – spiega il direttore sportivo della Conad Alsenese, Luca Baldrighi – ha sempre manifestato con ferma convinzione il desiderio di sposare il nostro nuovo progetto. Nonostante diverse squadre la stessero “corteggiando”, non abbiamo mai messo in dubbio il suo attaccamento alla nostra società. E’ una giocatrice che è stata di fondamentale importanza nella nostra scalata della scorsa stagione verso la zona play off purtroppo interrotta dal Coronavirus. Si tratta di una atleta che abbiamo voluto con noi per la sua versatilità, ricoprendo il ruolo di S2 (a lei più congeniale) ma anche e con buoni risultati quello di S1, giocando in caso di necessità anche da opposto. Serena è dotata di una facilità di salto importante accompagnata da un braccio veloce e pesante. La sua dote migliore sta nel resettare immediatamente un errore con il sorriso e riproporsi nell’azione successiva senza paura e con l’obiettivo di rifarsi immediatamente. A lei quest’anno viene chiesto un ulteriore salto di qualità e responsabilità: la sua professionalità, mixata con quel pizzico di sana “pazzia”, deve essere contagiosa e di supporto a tutto lo spogliatoio”.
“Sono arrivata ad Alseno – racconta la giocatrice – quando Fiorenzuola ha chiuso i battenti in serie B e mi sono trovata molto bene; nella scorsa stagione avevo un ottimo rapporto con coach Mazza e c’era un bellissimo gruppo. Anche la società mi piace: è seria e cerca di soddisfare le nostre esigenze quando ovviamente sono legittime. Inoltre, sono contenta di ritrovare altre due compagne della scorsa annata come Martina Pastrenge e Melania Lancini”. Quindi ripercorre la stagione pallavolistica passata. “L’obiettivo iniziale era quello della salvezza, ma siamo riusciti a fare molto di più ed eravamo in crescita al momento della sospensione dei campionati. Tutto questo dopo un periodo iniziale dove abbiamo fatto un po’ fatica, complice il calendario ostico. Ora c’è un progetto nuovo e sono molto stimolata in vista della nuova stagione”. Fuori dal campo, Serena è impegnata negli studi universitari di Educatore sociale-culturale all’Università di Rimini e lavora a Parma.
IL PUNTO SULLA NUOVA CONAD ALSENESE – La schiacciatrice Serena Tosi è il quinto tassello del mosaico gialloblù e si aggiunge alle altre confermate Martina Pastrenge (libero) e Melania Lancini (palleggiatrice). Due per ora i volti nuovi: la centrale Eleonora Fava e la palleggiatrice Giulia Malvicini.

Nella foto di Max Dioni, Serena Tosi (Conad Alsenese) in attacco

Ufficio stampa Pallavolo Alsenese
Luca Ziliani

Articoli correlati:

  1. B1F> Martina Pastrenge guiderà ancora la seconda linea della Conad Alsenese
  2. B2F> Nure Volley, domani allenamento congiunto con la Conad Alsenese
  3. B1F> Prima conferma in campo per la Conad Alsenese: Melania Lancini
  4. B1F> Alla Conad Alsenese confermato Giacomo Rigoni: sarà il vice di Alessandro Della Balda
  5. B2F> Nure Volley, pari e patta con la Conad Alsenese

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002