B1F> La Conad Alsenese cala il Settebello: arriva la schiacciatrice Sara Gabrielli

Bresciana classe 1999, è la settima pedina del nuovo roster gialloblù. Coach Alessandro Della Balda l’ha allenata nella scorsa stagione ad Orsogna

ALSENO (PIACENZA), 2 LUGLIO 2020 – La Conad Alsenese cala il Settebello sul mercato e annuncia la settima pedina che comporrà l’organico che affronterà il campionato di B1 femminile. La società piacentina presieduta da Stiliano Faroldi dà il benvenuto alla giovane schiacciatrice Sara Gabrielli, classe 1999 che ha disputato la scorsa stagione tra Cbl Costa Volpino e Orsogna, squadra abruzzese dove aveva incrociato le strade con il nuovo coach della Conad Alessandro Della Balda.
Nata il 4 luglio 1999 a Brescia, la Gabrielli è cresciuta pallavolisticamente nella sua città nelle giovanili della Millenium, quando da sedicenne ha giocato in under 18 e in prima squadra in B1, vincendo la Coppa Italia di categoria e conquistando la promozione in A2. Nel suo ultimo anno in quota under, ha indossato la casacca del Volta Mantovana (under 18 e serie C), prima di approdare a Costa Volpino (B2), Bedizzole (B1) e giocare la scorsa stagione prima nuovamente a Costa Volpino per poi passare a Orsogna (sempre B1).
“Poter lavorare nuovamente con coach Della Balda – racconta Sara – ha giocato un ruolo importante nella mia scelta per la prossima stagione. Con lui c’era la volontà reciproca di continuare il percorso iniziato in Abruzzo, mi sono trovata bene, è un allenatore molto professionale e che sa gestire il gruppo anche a livello emotivo. Inoltre, ho notato come Alseno fosse davvero interessata a me e non ci ho pensato minimamente ad accettare la proposta. Come schiacciatrice, la mia “arma” principale è l’attacco, ma mi piace anche la ricezione, dove sono cresciuta negli ultimi anni”.
“Quando ho pensato – spiega il direttore sportivo della Conad Alsenese, Luca Baldrighi – ho pensato alla prima schiacciatrice (S1) da inserire nel nostro roster, il pensiero iniziale è stato giocatrice di esperienza con trascorsi in categoria, spiccata attitudine alla lettura delle dinamiche di gioco e dotata di varietà di colpi e braccio pesante, oltre ad aver avuto percentuali importanti in ricezione. Dopo aver valutato insieme al presidente diversi profili di tutto rispetto, anche grazie all’indicazione di coach Della Balda la nostra attenzione è ricaduta su Sara Gabrielli. Nei video traspaiono tutte le caratteristiche sopraelencate nonostante la giovane età e fin dalla prima telefonata è emersa una persona che vuole assumersi responsabilità nella vita quotidiana oltre che sul rettangolo di gioco. Abbiamo preso anche ulteriori informazioni da persone con le quali stata in contatto in questi anni e tutti mi parlano di una ragazza molto dedita al lavoro con un principio fondamentale: prima il noi, poi l’io, una rarità da sentire. Sia coach Della Balda sia il presidente Stiliano Faroldi sono convintissimi della scelta fatta”.
IL PUNTO SULLA NUOVA CONAD ALSENESE – La schiacciatrice Sara Gabrielli è la settima pedina del roster gialloblù e il quarto volto nuovo della rosa, insieme alle centrali Eleonora Fava e Stefania Guaschino e alla palleggiatrice Giulia Malvicini. Al contempo, rappresenta il secondo martello della Conad insieme alla confermata Serena Tosi, una delle protagoniste della scorsa stagione insieme alle altre confermate Melania Lancini (palleggiatrice) e Martina Pastrenge (libero).

Nella foto di Stefano Ferrari, Sara Gabrielli, volto nuovo della Conad Alsenese

Ufficio stampa Pallavolo Alsenese
Luca Ziliani

Articoli correlati:

  1. B1F> La Conad Alsenese cala il tris di conferme: Serena Tosi è ancora gialloblù
  2. B1F> Alla Conad Alsenese confermato Giacomo Rigoni: sarà il vice di Alessandro Della Balda
  3. B1F> Alessandro Della Balda è il nuovo tecnico della Conad Alsenese
  4. B1F> Martina Pastrenge guiderà ancora la seconda linea della Conad Alsenese
  5. B1F> Prima conferma in campo per la Conad Alsenese: Melania Lancini

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002