Casalandia e Dream Team Roma insieme anche nel 2020-21

Lo storico brand di articoli per la casa e il sodalizio confermano la
loro proficua collaborazione anche in tempi di Covid.

PARTNER STORICO – La Dream Team Roma comunica di aver raggiunto
l’accordo di partnership con Casalandia anche per la stagione in arrivo,
con opzione sul 2021-22. Si tratta di un accordo che conferma il brand
di articoli per la casa al fianco della società romana da ben nove anni.

Il marchio, sempre più in espansione sul territorio di Roma e provincia,
sarà main sponsor di tutte le squadre del settore giovanile gialloblù e
ovviamente, come avviene ormai da svariati anni, sarà il title sponsor
della prima squadra, la Serie D fl.e.

Soddisfazione da parte di Fortunato Staropoli, CEO di Casalandia e di
Luca Liguori, DG della Dream Team Roma, che afferma: “Si realizza sempre
di più, così, l’obiettivo di creare la “squadra del quartiere” a partire
dal cuore pulsante del nostro territorio, la sede storica di Casalandia
di pza Crivelli, ma non solo. Insieme possiamo sostenere la voglia di
ripartenza delle famiglie della nostra zona. L’impegno di Casalandia
rappresenta un onore per noi e siamo certi che daremo al marchio la più
alta visibilità, che è rappresentata dal “vestire” il nome e quindi
abbracciare i valori di Casalandia”.

Per consultare il sito di casalandia clicca: http://www.casalandia.it/ e
visita https://www.facebook.com/Casalandia/.

IL COMUNICATO:

http://www.dreamteamroma.com/news/casalandia-e-dream-team-roma-insieme-anche-nel-202

Paolo Brescia
Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione ASD Dream Team Roma

Articoli correlati:

  1. Casalandia e Dream Team ancora insieme
  2. Glauco Ranocchi con la Dream Team Roma anche nel 2020/21
  3. La Casalandia Dream Team cala il double. Trionfo nel Torneo Roma.
  4. DF> La Casalandia Dream Team Roma chiude con una vittoria.
  5. DF> La Casalandia Dream Team Roma torna alla vittoria con Roma Centro.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002