B2F> Planet Strano Light, firma la banda Lucrezia Lombardo

Un gradito ritorno alla Planet Strano Light. Lucrezia Lombardo, schiacciatrice classe ’92, vestirà la maglia biancorossonera in vista della prossima Serie B2. La stessa indossata fino al 2013 dopo l’intera trafila del settore giovanile, l’esordio in B2, le semifinali regionali Under 18 e le finali nazionali del campionato Csi. Poi Finnova Siracusa, un lungo percorso alla Giavì Pedara e lo scorso anno al Paomar Siracusa.

“Dopo una stagione lasciata a metà a causa dello stop forzato dettato dal covid, la voglia di tornare in campo è tanta e l’entusiasmo ancor di più – Queste le parole di Lucrezia Lombardo – . Rigiocare alla Planet significa tornare nei luoghi e tra le persone con cui ho trascorso i primi anni della mia carriera pallavolistica. Auguro a tutti noi un grosso in bocca al lupo, con la certezza di affrontare un degno campionato, insieme a compagne di squadra che in parte conosco e ad altre con cui avrò il piacere di confrontarmi per la prima volta. Impaziente di ricominciare auguro a tutti buon volley!”.

Si tratta della sesta novità che arricchirà il roster 2020-2021 a disposizione di Coach Francesco Andaloro: le centrali Giulia Miuccio, Valentina Leone e Veronica Silvestre, le bande Claudia Barone e Angela Milazzo. Tutte integrate alle confermate: Chiara Paoli e Virginia Pennisi palleggiatrici; Daria Guardo opposta; Giorgia Miceli ed Egle Solarino laterali; Demetra Famoso libero; Selene Rapisarda e Alice Foti, banda.

In foto Lucrezia Lombardo, nuova attaccante Planet

Us Planet Volley

Articoli correlati:

  1. B2F> Planet Strano Light, il Presidente Lombardo interviene
  2. B2F> Planet Strano Light: regia affidata a Perticone
  3. B2F> Planet Strano Light: tesserata Angela Milazzo
  4. B2F> Planet Strano Light: due innesti per completare l’organico
  5. B2F> Planet Strano Light: Lo Re e Cavicchioli non fanno più parte della squadra

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002