U18M> Europei: l’Italia è medaglia d’oro dopo 23 anni

A Lecce si è chiuso in trionfo il Campionato Europeo under 18 maschile della nazionale italiana, vincitrice della medaglia d’Oro nella finale contro la Repubblica Ceca 3-0 (25-23, 25-16, 25-18). Dopo 23 anni Vincenzo Fanizza ha così riportato sul gradino più alto del podio continentale la nazionale azzurra pre-juniores: l’unico precedente risaliva al 1997, vittoria a Puchov degli azzurrini guidati da Fausto Polidori.
L’Oro di questa sera è il terzo consecutivo per Fanizza e il suo staff, dopo i trionfi dello scorso anno nell’Eyof e nel Mondiale Under 19.
Con la vittoria di questa sera salgono a 8 le medaglie complessive dell’Italia agli Europei pre-juniores: 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce).
Sul gradino più basso del podio è salita la Polonia, vincitrice nella finalina contro la Bulgaria 1-3 (21-25, 27-29, 25-23, 23-25).
Nella finale l’Italia si è schierata in campo con Boninfante in palleggio, opposto Quagliozzi, schiacciatori Porro e Zoratti, centrali Balestra e Rossi, libero Laurenzano.
L’Italia ha iniziato bene il match, portandosi avanti (9-6) grazie anche a un ispirato Quagliozzi. I cechi sono comunque sempre rimasti a contatto e hanno trovato la parità (14-14). Le fasi successive hanno visto un sostanziale equilibrio (19-19), spezzato dagli azzurrini che hanno chiuso il set grazie a un attacco di Porro (25-23).
La vittoria del parziale ha caricato ulteriormente i ragazzi di Fanizza, al rientro in campo l’Italia ha preso immediatamente il comando e la Repubblica Ceca ha accusato il colpo (15-11). Gli ospiti hanno commesso diversi errori, mentre le battute di Quaugliozzi e Porro (8 punti nel set) hanno contribuito ad ampliare sempre di più il vantaggio azzurro (25-16).
Nel terzo parziale la musica non è cambiata, sul (10-10) gli azzurrini di Fanizza hanno cambiato marcia e la Repubblica Ceca ha ceduto di schianto (20-14). Il monologo azzurro è proseguito sino alla fine e l’Italia ha così conquistato una medaglia d’Oro che mancava ormai da 23 anni (25-18).

Chi si è perso l’evento avrà comunque l’opportunità di rivedere tutte le partite dell’Europeo sul canale Youtube della Federazione Italiana Pallavolo (QUI).

La fotogallery dell’evento è disponibile sul sito federale QUI

TABELLINO: ITALIA – REPUBBLICA CECA 3-0 (25-23, 25-16, 25-18)

ITALIA: Zoratti 3, Balestra 9, Boninfante 3, Porro 13, Rossi 3, Quagliozzi 13. Libero: Laurenzano. Staforini. N.e: Bonacchi, Truocchio, Orioli e Volpe. All. Fanizza
REP. CECA: Fabikovic 5, Bukacek 7, Kollator 9, Jirasek 5, Klajmon 5, Bryknar. Libero: Struska. Roman, Pelikan 1, Ures 3, N.e: Stieber e Toth. All. Svoboda
Arbitri: Khuc (Bel) e Portela (Por)
Durata set: 24’, 21’, 22’.
Italia: 4 a, 11 bs, 5 m, 22 et.
Rep. Ceca: 4 a, 17 bs, 5 m, 31 et.

RISULTATI E CALENDARIO

Finali 7°- 8° posto e 5°- 6° posto – 13 settembre (Marsicovetere)

Bielorussia – Turchia 1-3 (18-25, 22-25, 25-22, 17-25), Germania – Belgio.

Finali 3°- 4° posto e 1°- 2° posto – 13 settembre (Lecce)

Bulgaria – Polonia 1-3 (21-25, 27-29, 25-23, 23-25) e Italia – Rep. Ceca 3-0 (25-23, 25-16, 25-18)

Il medagliere azzurro agli Europei – 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce).

Albo d’Oro Europei pre-juniores – 1995 (Barcellona) Russia, 1997 (Puchov) Italia, 1999 (Gdansk) Russia, 2001 (Liberec) Russia, 2003 (Zagabria) Russia, 2005 (Riga) Polonia, 2007 (Vienna) Francia, 2009 (Rotterdam) Francia, 2011 (Ankara) Serbia, 2013 (Laktasi-Belgrado) Russia, 2015 (Sakarya) Polonia, 2017 (Gyor-Puchov) Repubblica Ceca, 2018 (Zlin) Germania, 2020 (Lecce) Italia.

MONDIALE UNDER 19

Le prime sei classificate dell’Europeo si sono assicurate la partecipazione al Campionato del Mondo under 19 del prossimo anno. Le squadre qualificate sono Italia, Polonia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Belgio e Germania.

Una grande vittoria che mancava da ben 23 anni, dopo il Mondiale U19 il tecnico Vincenzo Fanizza e il suo staff hanno centrato un altro grande successo internazionale. Da quando il mister pugliese ha preso in mano gli azzurrini nel 2018 sono arrivate sei medaglie in altrettante manifestazioni.
Un ruolino di marcia impressionante, frutto di un grande affiatamento con il suo staff e di una cura maniacale dei particolari per tenere sempre concentrati i suoi ragazzi sia dentro, che fuori dal campo.
Nel corso dell’Europeo l’Italia ha perso solamente una partita contro la Bulgaria, arrivata a Lecce però ha cambiato marcia e dopo il sofferto successo sulla Polonia è arrivata una prova da antologia contro la Repubblica Ceca, dominata in tutti i set.
Porro e compagni hanno così ripagato sul campo i tanti sacrifici fatti dalla Fipav, dalla Cev, dai comitati periferici e dalle autorità locali di Lecce e Marsicovetere per organizzare un Europeo molto complicato a causa della pandemia legata al Covid-19. Attraverso un rigido protocollo, test sierologici, tamponi e grazie a un grande sforzo organizzativo tutto è andato per il meglio, al resto ci hanno pensato i ragazzi di Fanizza sul campo: l’ennesimo messaggio della grande voglia di ripartire che ha tutto il movimento pallavolistico italiano.

VINCENZO FANIZZA: “Sono felice per tutti, è una grande emozione, questi ragazzi hanno regalato una gioia immensa a questo movimento. Dedico questa vittoria alla mia famiglia; è un risultato che ci ripaga di tanti sacrifici. I ragazzi sono stati bravi a rimanere concentrati durante l’intera gara. A volte posso sembrare molto severo ma so che in queste situazioni la cosa più complicata è rimanere con la testa nella scatola come si suole dire e i miei ragazzi lo hanno fatto. Sono un gruppo dal grande valore e credo sinceramente che il futuro potrà essere roseo per loro se continueranno così.”
LUCA PORRO: “Abbiamo giocato una partita molto buona. Credo che in generale si possa fare sempre meglio, ma stasera siamo stati davvero bravi a vincere questa partita. Ce l’abbiamo messa tutta e alla fine ce l’abbiamo fatta. Siamo un grande gruppo che credeva nella possibilità di fare qualcosa di importante. Noi tutti speriamo possa essere solo l’inizio. L’anno prossimo avremo il mondiale e speriamo di andarci a giocare le nostre chance anche lì.”
FRANCESCO QUAGLIOZZI: “Abbiamo giocato una partita davvero eccezionale, curata nei minimi dettagli e alla fine siamo riusciti a farla nostra. In una finale europea è giusto non mollare nessuna palla e noi ci siamo riusciti lottando dall’inizio alla fine. La soddisfazione è enorme perché questa vittoria è il frutto di due mesi di lavoro intensi e difficili durante i quali tutti noi abbiamo lavorato davvero senza soste. È una sensazione meravigliosa”.

Il Curriculum di Vincenzo Fanizza

Vincenzo Fanizza è nato a Francavilla Fontana (Brindisi) il 23 aprile 1969. Ha iniziato la sua carriera d’allenatore nella stagione 1989-1990, mentre dal 2003 al 2006 è stato alla guida della Pallavolo Squinzano, vincendo molti titoli regionali e qualificandosi diverse volte alle Finali Nazionali.
Nel 2006 è passato alla Prisma Taranto Volley, confermandosi a livello regionale e salendo sul gradino più basso del podio nella Finale Nazionale 2007 (Under 16 maschile).
All’anno successivo risale l’approdo sulla panchina della Materdominivolley.it Castellana Grotte con la quale ha continuato a vincere titoli regionali e a ottenere prestigiosi risultati, tra i quali spiccano i successi alle Finali Nazionali: Under 16 (2009) Under 15 (2015), Under 15 (2016), Under 16 (2017), Under 13 3vs3 (2017) e i titoli Boy League 2014 e 2017.
Per molte stagioni, inoltre, ha ricoperto il ruolo di tecnico della rappresentativa pugliese maschile, salendo sul gradino più alto del podio nel Trofeo delle Regioni – Kinderiadi 2016 svoltosi in Umbria e dal 2013 al 2017 è stato il primo allenatore della Materdomini volley in serie A2.
Dalla stagione 2018 è entrato a far parte dell’organico degli staff azzurri quando fu nominato allenatore della Nazionale Under 18 (pre juniores). Quella in corso è dunque la terza stagione sulla panchina azzurra. Con lui gli azzurrini hanno vinto una medaglia di bronzo ai Campionati Europei 2018, una medaglia d’oro al Torneo Wevza 2018, una medaglia d’argento al Torneo Wevza 2019, una medaglia d’oro al Torneo Eyof 2019 e soprattutto la medaglia d’Oro ai Campionati del Mondo 2019 disputati a Tunisi. Nel 2020 ha guidato dopo 23 anni la nazionale italiana alla vittoria dell’Europeo under 18, svoltosi a Lecce e Marsicovetere

Il palmarès di Fanizza sulla panchina azzurra

Oro Europeo 2020; Oro Mondiale under 19 2019; Oro Eyof 2019; Argento Wevza 2019; Oro Wevza 2018; Bronzo Europeo pre juniores 2018.

Lo staff azzurro
Vincenzo Fanizza (allenatore), Luca Leoni (2° allenatore), Simone Cruciani (ass. allenatore), Riccardo Valente (medico), Ottaviano Tateo e Francesco Maraglino (fisioterapisti), Alessandro Parise (scoutman), Glauco Ranocchi (preparatore atletico/team manager).

Nazionale pre juniores maschile
1. Cosimo Balestra
Nato il 31//11/2003 a Taranto, Green Volley Francavilla, Centrale.

2. Mattia Boninfante
Nato il 24/06/2004 a Venezia, Volley Treviso, Palleggiatore.

3. Gianluca Rossi
Nato il 14/03/2003 a Monza, Vero Volley Monza, Centrale.

4. Marco Zoratti
Nato il 04/06/2003 a Genova, Colombo Genova, Schiacciatore.

5. Nicolò Volpe
Nato il 11/02/2003 a Ciriè (TO), Vero Volley Monza, Centrale.

6. Gabriele Laurenzano
Nato il 12/06/2003 a Rossano (CS), Materdomini Castellana, Libero.

7. Francesco Quagliozzi
Nato il 23/03/2003 a Roma, Roma 7 volley, Opposto.

9. Ranieri Truocchio
Nato il 12/03/2004 a Pescia (PT), Modena Volley, Schiacciatore.

11. Luca Porro
Nato il 09/05/2004 a Genova, Colombo Genova, Schiacciatore.

14. Mattia Orioli
Nato il 23/03/2004 a Cesena, Robur Costa Ravenna, Schiacciatore.

15. Matteo Staforini
Nato il 23/05/2003 a Bergamo, Power Volley, Libero/Schiacciatore.

20. Federico Bonacchi
Nato l’8/04/2004 a Milano, Power Volley, Palleggiatore.

RISULTATI EUROPEO

Finali 7°- 8° posto e 5°- 6° posto – 13 settembre (Marsicovetere)

Bielorussia – Turchia 1-3 (18-25, 22-25, 25-22, 17-25), Belgio-Germania 1-3 (25-27, 20-25, 27-25, 15-25).

Finali 3°- 4° posto e 1°- 2° posto – 13 settembre (Lecce)

Bulgaria – Polonia 1-3 (21-25, 27-29, 25-23, 23-25) e Italia – Rep. Ceca 3-0 (25-23, 25-16, 25-18)

Il Dream Team dell’Europeo under 18

Schiacciatori
1-Luca Porro (ITA)

2-Kamil Szymendera (POL)

Centrali

1-Mateusz Novak (POL)

2-Jakub Klajmon (CZE)

Opposto

Georgi Tatarov (BUL)

Palleggiatore

Simon Bryknar (CZE)

Libero

Gabriele Laurenzano (ITA)

MVP

Luca Porro (ITA)

Il medagliere azzurro agli Europei – 1995 Argento (Barcellona); 1997 Oro (Puchov); 2003 Bronzo (Zagabria); 2005 Bronzo (Riga); 2015 Argento (Sakarya); 2017 Argento (Gyor); 2018 Bronzo (Zlin); 2020 Oro (Lecce).

Albo d’Oro Europei pre-juniores – 1995 (Barcellona) Russia, 1997 (Puchov) Italia, 1999 (Gdansk) Russia, 2001 (Liberec) Russia, 2003 (Zagabria) Russia, 2005 (Riga) Polonia, 2007 (Vienna) Francia, 2009 (Rotterdam) Francia, 2011 (Ankara) Serbia, 2013 (Laktasi-Belgrado) Russia, 2015 (Sakarya) Polonia, 2017 (Gyor-Puchov) Repubblica Ceca, 2018 (Zlin) Germania, 2020 (Lecce) Italia.

Fipav

Articoli correlati:

  1. Europeo U18M: l’Italia è medaglia di bronzo, battuta la Russia 3-1
  2. U18M> Europei: Italia-Bulgaria vale il primo posto del girone
  3. U18M> Europei: nel weekend si assegna a Lecce il titolo continentale
  4. U18M> Europei: grande rimonta azzurra, battuta la Turchia
  5. U18M> Europei: l’Italia vola in semifinale, piegato il Belgio

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002