Superlega> La capolista Perugia ferma la Top Volley Cisterna in tre set.

Kovac: «Non era questa la partita da vincere ma potevamo fare qualcosa in più. Ora dobbiamo lottare»

CISTERNA DI LATINA – La Top Volley Cisterna cede in tre set in casa della capolista Sir Safety Conad Perugia nel turno infrasettimanale in diretta Rai del campionato di Superlega Credem Banca. Con questa sconfitta i pontini restano in coda alla classifica e si preparano al prossimo match in programma domenica al palazzetto di via delle Province a Cisterna contro Monza nella sfida valida per la sesta giornata del campionato di Superlega. Perugia ha legittimato la vittoria con un attacco decisamente migliore, un cambio palla costante e una presenza importante a muro, ma è stato cruciale il primo set che la formazione pontina era riuscita a condurre fino al 22-23 prima del recupero beffardo dei padroni di casa.

«Sapevamo che Perugia si sarebbe appoggiata molto sui suoi battitori, tecnicamente abbiamo giocato molto bene ma dall’altra parte della rete risolvono le cose con il servizio – potevamo fare qualcosa in più? Sicuramente si. Nel secondo set siamo stati bravi a recuperare ma la battuta ha fatto la differenza. Non era questa la partita che dovevamo vincere ma io voglio sempre entrare in campo per vincere: ci manca un giocatore di peso, ma questa è la situazione e cercheremo di migliorare tante situazioni, sono appena arrivato ma tutto mi sembra abbastanza positivo e sono fiducioso. Continuerò a trasmettere la mia mentalità di lottare e fare tutto al massimo».

In avvio Sabbi ancora in panchina, a disposizione per la terza volta consecutiva, così coach Kovac schiera Seganov in cabina di regia con opposto il centrale Szwarc, schiacciato laterali Tillie e Randazzo, al centro Rossi e Krick con Cavaccini libero.

La Top Volley Cisterna comanda praticamente per tutto il primo set, poi Perugia ricuce sul 23-23 e trova prima l’errore di Szwarc da posto due e poi l’ace con il nastro di Plotnitskyi che vale il sorpasso beffa che chiude di fatto il primo parziale 25-23. I pontini, molto precisi e incisivi dalla linea dei nove metri, hanno mantenuto un costante vantaggio per tutta la durata della prima frazione (11-13, 13-15, 20-22) con Perugia che ha sbagliato molto dalla linea dei nove metri (6 errori) ma ha murato molto meglio, mentre la Top ha trovato in Szwarc l’attaccante di riferimento (6 punti e 42%). Occasione persa, per un soffio, per coach Kovac di iniziare con la vittoria del primo set perché Perugia con qualità e un pizzico di fortuna nel finale, riesce a chiudere in 31 minuti.

Nel secondo set la Top Volley Cisterna cede 25-22 ma questa volta è Perugia a partire alla grande (4-0, 12-9 e 19-13) così a metà set Kovac spedisce in campo Cavuto al posto di Randazzo e anche Sottile che rileva Seganov in palleggio. Dall’altra parte della rete i padroni di casa ritrovano Leon (appannato nel primo spicchio di gara che passa dal 50% al 75% in attacco) e un cambio palla costante e preciso che non permette ai pontini di riavvicinarsi. Sul 21-15 la Top Volley è sotto di sei lunghezze ma i pontini riescono a diminuire lo svantaggio fino al 23-21 con il primo tempo di Krick. Perugia trova Leon per il 24-21, poi Szwarc annulla il primo set point ma sull’attacco del potenziale 24-22 pizzica il nastro che, ancora una volta è beffardo, e fa rotolare la palla fuori per il 25-22. Per le statistiche meglio la Top Volley in attacco nel secondo parziale (56% contro il 47%) leggermente meglio Perugia in ricezione (61% contro il 58% della Top) mentre a muro gli umbri hanno trovato quattro block vincenti, tre in più di Cisterna.

In avvio di terzo set restano in campo Cavuto (in banda) e Sottile (in regia) e la Top Volley riparte con lo spunto che la proietta subito avanti (0-2, 5-7, 10-12) ma poi il recupero della formazione umbra è devastante con Plotnitskyi ispiratissimo (8 punti e 75% solo in questo spicchio di match) fino alla vittoria 25-20. Nella seconda parte del set Perugia ha gestito il gioco con autorevolezza partendo dal 14-15 (+1 per Cisterna) fino al 20-16 con un parziale di 6-1 che ha definitivamente messo in ghiacciaia la questione. Nel finale la risposta dei pontini (23-20) che arrivano fino al -2 ma Perugia si porta a casa il match.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – TOP VOLLEY CISTERNA: 3-0
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Piccinelli (lib.), Travica, Ter Horst 14, Leon 17, Sole 7, Russo 7, Plotnitskyi 16, Zimmermann, Biglino, Sossenheimer, Ricci ne, Vernon-Evans ne, Colaci ne, Atanasijevic ne. All. Heynen
TOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto 2, Cavaccini (lib.), Sottile 1, Tillie 5, Seganov, Rossi 5, Onwuelo 1, Randazzo 8, Krick 8, Szwarc 14, Rondoni ne, Rossato ne, Sabbi ne. All. Kovac
Arbitri: Gasparro e Frapiccini
Parziali: 25-23 (31’), 25-21 (29’), 25-20 (30’)
Note: Perugia: ricezione 60% (39%), attacco 51%, ace 5 (err.batt.14), muri pt. 9; Cisterna: ricezione 46% (24%), attacco 49%, ace 3 (err.batt.7), muri pt. 1;

Giuseppe Baratta
communication manager of Top Volley Cisterna

Articoli correlati:

  1. Superlega> Perugia batte Cisterna e fa cinquina
  2. Superlega> Perugia: a Santo Stefano arriva la Top Volley Cisterna
  3. Superlega> Perugia: domani con Cisterna per ingranare la quinta
  4. Superlega> Per la Top Volley Cisterna ecco i test-match contro Perugia e Civitanova
  5. Superlega> La Top Volley Cisterna cede a Padova in tre set.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002