Il presidente FIPAV Roma Martinelli sulla prosecuzione degli allenamenti

“Un segnale di speranza”

Il presidente della Fipav Roma, Claudio Martinelli, è intervenuto ai microfoni di Lazio TV per fare il punto sull’emergenza sanitaria legata al mondo della pallavolo territoriale. Queste le sue dichiarazioni: “In base all’ultimo Dpcm la Federazione Italiana Pallavolo ha emanato una nota in cui sospende tutti i campionati nazionali fino a gennaio, tranne la Serie A. Nel Paese ci sono zone rosse, zone arancioni e zone gialle e quindi sarebbero falsati i tornei a causa delle problematiche legate agli spostamenti. La cosa importante che mi rallegra e mi ridà entusiasmo è che gli allenamenti delle squadre che fanno attività di interesse nazionale restano consentiti sempre rispettando i protocolli federali e le normative locali, regionali e nazionali. Fare gli allenamenti è importante per due fattori: in primis perché il movimento, in questo modo, non si ferma; e poi perché i ragazzi che stanno vivendo una situazione di sedentarietà totale per la didattica a distanza possono fare attività in luoghi sicuri come le nostre palestre. Ringrazio tutti i presidenti e tutte le società che si stanno impegnando per rispettare le linee guida, investendo in sicurezza e sanificazioni. Il Comitato è sempre al vostro fianco. Stiamo tutti vivendo giorni di grande preoccupazione e di incertezza sul futuro, ma oggi è importante dare un segnale di speranza”.

Giorgio Marota

Responsabile Comunicazione ed Eventi

Articoli correlati:

  1. Il presidente FIPAV Roma Martinelli: Lotteremo per i diritti delle società.
  2. Fipav Roma, Il presidente Martinelli: “Buon Natale e auguri di un 2018 Mondiale. Pallavolo romana, quanta passione!”
  3. Premiazioni Fipav Roma. Il presidente Martinelli: “Un movimento straordinario”
  4. Il presidente Martinelli e il Consiglio FIPAV Roma hanno incontrato tutte le società
  5. Fipav: il protocollo per la ripresa degli allenamenti

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002