Superlega> Beppe Cormio: “Faremo tesoro del passo falso con Vibo”

Il parere del ds biancorosso Beppe Cormio dopo il passo falso casalingo della Cucine Lube Civitanova in quattro set contro la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nell’anticipo dell’11ª giornata. Il primo stop stagionale in Regular Season dopo una striscia di 8 vittorie.

Beppe Cormio: “Vibo conferma il suo valore con un gioco spumeggiante e singoli di qualità, che insieme hanno trovato l’alchimia per essere ancora più forti. Servizio e ricezione ci hanno tradito, siamo caduti nei nostri fondamentali migliori, spero sia un caso. Molti meriti vanno a Vibo, ma abbiamo delle responsabilità. Nel primo set abbiamo perso con il 68% in attacco, una rarità. Faremo tesoro degli sbagli per ripartire nonostante i problemi di calendario. Quando ci siamo imposti al PalaPanini, dove i ragazzi hanno giocato meglio ma con qualche passaggio a vuoto, dissi che se ci fosse stato il pubblico modenese sarebbe stata più dura. Allo stesso modo, se avessimo avuto i nostri tifosi ieri forse avremmo reagito. Nessun alibi, il problema vale per tutti. Bisogna trovare le motivazioni anche a porte chiuse e nelle partite “ordinarie”. Il nostro è un bel campionato con squadre capaci di creare problemi alle grandi. Mi complimento con Ninni De Nicolo per il team allestito e con il regista Davide Saitta per la sua performance. Un italiano che gioca così merita le luci della ribalta”.

UFFICIO STAMPA A.S. Volley Lube
ufficiostampa@lubevolley.it

Articoli correlati:

  1. Superlega> Il punto del ds Beppe Cormio sulla nuova stagione 2020-2021
  2. Lube: Il ds Beppe Cormio fa il punto della situazione
  3. Superlega> De Giorgi: “Vibo merita l’alta classifica, ma non ci faremo trovare impreparati”
  4. Beppe Cormio a tutto campo a #campionidacasa, le risposte del ds biancorosso
  5. Lube Civitanove: Il ds Beppe Cormio parla dopo la Finale di Supercoppa

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002