A1F> Il grande cuore bresciano non basta: l’Imoco passa 3-0 come da pronostico

Al PalaVerde va in scena la sfida di ritorno tra “feline”. L’esito vede ancora vincente le Pantere venete, ma le Leonesse bresciane hanno dimostrato di non valere l’ultima piazza nonostante le pesanti assenze.

Giocare contro la prima in classifica e mai doma Conegliano non è mai semplice, ma così è ancor più arduo. Nonostante le assenze di ben 3 titolari, però, la Banca Valsabbina evidenzia il proprio grande cuore con una prestazione molto positiva, seppur il risultato finale sia tondo. Con una sola centrale a disposizione, Brescia tiene testa alle ben più quotate avversarie, facendo sudar loro i primi due parziali, salvo poi soccombere nell’ultimo dopo gli innumerevoli sforzi compiuti.

Santarelli sceglie Wolosz-Gicquel, Fahr-Butigan, Hill-Omoruyi con De Gennaro in partenza, mentre Mazzola, senza Veglia ferma causa Covid, Berti per una lesione addominale ed Angelina per tendinite, risponde con Bechis-Nicoletti, Biganzoli-Botezat, Cvetnic-Jasper e Parlangeli libero.

Partenza sprint per le padrone di casa che allungano subito 6-3, quando Butigan mura gli attacchi bresciani. Gli stessi, però, salgono di intensità e raggiungono il pari sul 6 con Nicoletti. Nuovo break Conegliano (muro Fahr sull’ 8-6), poi Cvetnic diviene protagonista con l’accoppiata punto-ace che segna il nuovo equilibrio sul 10. Brescia ci crede e Biganzoli anche. Il suo attacco vale la fuga sul +3 (13-16). La Banca Valsabbina soffre di vertigini e l’Imoco ne approfitta: 16-16 e poi 19-19. Nicoletti sbaglia in diagonale e Botezat replica in battuta, così Mazzola è obbligato a spendere entrambi i propri time-out nel giro di pochi istanti: 22-20. Le soste, però, non servono a cambiare l’inerzia del set, che si spegne a favore delle venete sul 25-22 (pallonetto Hill).

Brescia continua con la stessa grinta nel secondo parziale, trovando subito il +2 col servizio vincente di Nicoletti sul 3-5. Il muro veneto, però, dimostra di funzionare alla grande e pareggia subito i conti sull’ 8 (vincente quello di Butigan), con l’equilibrio che prosegue fino al 12. Qui Conegliano dimostra di essere la prima della classe. Gicquel imita la compagna ed impatta anch’essa gli attacchi ospiti, portando il 18-14 al PalaVerde. La Millenium, però, dimostra di essere Leonessa. Punto dopo punto, di fatti, giunge al pareggio con Jasper (23-23), salvo poi scivolare sul finale: 25-23, chiusura Gicquel.

Nuovo periodo, ma vecchio spartito a Villorba. Questo si trascina fino al punto numero 11, quando Brescia cala di intensità. L’Imoco non si adegua e cresce, lasciando solo le briciole alle avversarie. Omoruyi piazza 5 degli ultimi 6 punti e fa fuggire le sue sul 15-11, poi l’ace di Wolosz vale il 20-13 che infrange anche la più minima speranza lombarda. La fine la griffa il colpo al centro di Butigan: 25-17 e 3-0.

Post partita
Anna Nicoletti: “Sicuramente è stato bello ed emozionante tornare qui. Spero che il pubblico torni al più presto possibile, poiché ne sentiamo enormemente la mancanza. Siamo arrivate con evidenti difficoltà, ma volevamo divertirci e ci siamo riuscite per larghi tratti. Dalla gara di oggi possiamo trarre tanti spunti, dato che abbiamo giocato libere e senza pensieri, il che può essere l’arma in più per il 2021”.

Loveth Omoruyi: “Sono molto contenta per la mia prestazione. Voglio dimostrare quello che valgo. L’attacco è uno dei miei punti forti. ma devo migliorare negli altri fondamentali. Proprio per questo spero di crescere sempre più, anche grazie all’apporto delle mie compagne di squadra”.

Imoco Volley Conegliano – Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-0 (25-22, 25-23, 25-17)

Imoco Volley Conegliano: Wolosz 3, Omoruyi 10, Fahr 14, Gicquel 10, Hill 7, Butigan 12; De Gennaro (L). Caravello. N.E. De Ktuijf, Folie (L), Adams, Gennari, Sylla, Egonu. All. Santarelli.

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Bechis 1, Cvetnic 9, Botezat 2, Nicoletti 15, Jasper 9, Biganzoli 2; Parlangeli (L). Pericati (L), Bridi, Sala. N.E. Angelina, Berti. All. Mazzola.

Arbitri: Giardini Massimiliano e Piperata Gianfranco

MVP: Bozana Butigan (Imoco Volley Conegliano)

Note: gara a porte chiuse

La Banca Valsabbina Millenium Brescia (foto © Gregolin)
Ufficio Stampa

Articoli correlati:

  1. A1F> Il cuore bresciano del primo set non basta contro Chieri: 0-3
  2. A1F> Contro la corazzata Imoco la Banca Valsabbina può poco: 0-3
  3. A1F> La Valsabbina non inverte il pronostico, Scandicci passa 3-0
  4. A3M> Smi Roma il cuore non basta, Grotta passa in quattro set
  5. A1F> La Valsabbina attende la stellare capolista Imoco

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002