A2M> Francesco D’Amico, trottola e “mascotte” di Bergamo, è il giocatore di dicembre

Francesco (Ciccio) D’Amico è il giocatore del mese di dicembre. Il libero pugliese di Ostuni, classe 1999 per 183 cm di altezza, è approdato alla corte di Graziosi fortemente voluto dal tecnico per le sue doti tecniche e umane. Oltre alle alte percentuali di positività in ricezione e difesa dimostrate nell’arco di questa prima fase di campionato, D’Amico si è infatti contraddistinto in questo mese per il carattere solido e determinante alla vittoria in moltissime occasioni delicate dei match, per ultima la partita contro Reggio Emilia che ha firmato la 19°vittoria consecutiva del club orobico, dove dopo aver subito in alcune fasi la battuta avversaria ha letteralmente tirato fuori le unghie come i gatti distinguendosi in difese acrobatiche con ogni parte del corpo, per tenere vivo il pallone regalando ai suoi compagni occasioni preziose per contrattaccare e portare a casa il risultato. Non teme quindi l’errore, non si scoraggia mai, nemmeno quando subisce, e sa leggere molto bene gli attacchi avversari, cambiando all’interno di un match stesso, guidato naturalmente dal tecnico Graziosi, con estrema determinazione e voglia di vincere.

Anche lui come altri compagni ha dovuto fare i conti con il virus, ma non sembra aver riportato conseguenze sul piano fisico nè su quello psicologico, tornando in campo dopo un mese di stop in modo esplosivo senza ombra di ruggine o esitazione.

E parole solo positive sono spese per lui da stampa, staff e compagni di squadra che lo definiscono giocatore di “statura”, mascotte, energico, una trottola, e gradita sorpresa nel roster bergamasco.

LO STAFF:

Sirio Tomaino, team manager: “Che dire di Francesco (Ciccio) Unico, Esemplare, in tutte le situazioni. E’ sempre pronto ad incitare, incoraggiare ed a caricare, sia il singolo compagno che, tutta la squadra. E’ il Ragazzo/Libero che ogni società/squadra/allenatore vorrebbe…”

Paolo Bresciani, direttore marketing: “Arrivato a Cisano dopo la rivoluzione durante la quale gran parte della squadra vincitrice della coppa Italia aveva cambiato casacca, si inserisce velocemente nello starting six titolare e si rivela in barba alla giovane età un giocatore solido e costante confermando la fiducia dello staff tecnico. D’Amico è un perfezionista attento ai dettagli sia durante l’allenamento che in partita e nonostante il periodo difficile è riuscito a mantenere una prestazione eccellente e una grande tenacia che lo porta ad essere sempre uno degli ultimi ad arrendersi agli attacchi degli avversari.”

Roberto Marini, fotografo Agnelli Tipiesse: ” E’ stato uno dei primi giocatori che ho notato subito durante i miei servizi, sembra una trottola in campo e salta subito all’occhio: guardo sempre i gesti dei giocatori, lui ha dei modi ripetitivi, forse un po’ scaramantici di muoversi, per esempio quando esce dal campo dà sempre la mano a tutti e si mette davanti ai compagni in panchina e partecipa alla partita tifando animatamente; poi nel momento della battuta avversaria fa capire bene i suoi confini urlando la sua posizione; io però lo vedo già in partita durante l’allenamento, è già dentro in partita prima di cominciare, ed è la mascotte di tutti, i compagni lo abbracciano, lo cercano, forse perchè è il più giovane tra i titolari ma quello che ha grinta da vendere per tutti.”

Emanuele Arioli, Mental Trainer: “D’Amico è arrivato in punta di piedi ma con la forza di un leone e appena ne ha avuto la possibilità ha tirato fuori tutta la sua energia. Rapidità, coraggio, intelligenza tattica ma soprattutto reattività. Caratteristiche che fanno di lui un grande libero. Ha conquistato tutti con le sue qualità e a volte penso che essendo così giovane può crescere ancora. Io personalmente lo racchiudo in una parola: “credibile”. Tutti si fidano di lui, lì dietro copre tutti e arriva ovunque, questo da serenità a chi sta davanti a lui. Altra scommessa vinta dallo scouting Olimpia.”

LA STAMPA

Silvio Molinara, Eco di Bergamo: “È la sorpresa più bella di questo avvio di stagione, perché nonostante la sua giovane età risulta quasi sempre fra i migliori in campo e spesso si fa notare per i suoi interventi in difesa. È stato fortemente voluto da coach Graziosi e lui sta ripagando alla grande la fiducia del tecnico.”

Eugenio Sorrentino, Terzo Tempo Sport: “Oltre che con il record di imbattibilita’ nell’anno solare, Agnelli Tipiesse saluta il 2020 con una certezza in più: la “statura” tecnica del libero D’Amico. Nello score finale di una partita emergono certamente i punti in attacco e a muro, ma nel caso della squadra di Graziosi la fase di ricezione, valore aggiunto nei momenti topici del match, riflette la capacità di intercettare il punto di caduta su tocco degli avversari con una coordinazione che il più delle volte permette di governare la palla consentendo ai compagni di squadra di reimpostare l’attacco. D’amico riassume doti tecniche, lettura del gioco e intuito, che ne fanno un libero affidabile e bene armonizzato con le linee e il palleggiatore.”

I COMPAGNI DI SQUADRA

JJ Terpin: ” Ciccio è uno dei ragazzi più energici che abbia mai conosciuto, è incredibile come riesca ad essere sempre positivo e scherzoso, devo anche ammettere che l’ho visto poche volte di malumore, una persona super solare, uno con cui fa piacere stare, secondo me è la mascotte del gruppo, quello che ci fa divertire e ridere, posso tranquillamente affermare che sia lui che unisce più di tutti il gruppo”

Linda Stevanato- ufficio stampa Agnelli Tipiesse

Articoli correlati:

  1. A2M> Olimpia Bergamo: Francesco D’Amico pronto a difendere i colori della Agnelli Tipiesse
  2. A2M> Francesco De Marchi è un nuovo giocatore del Tuscania Volley
  3. A2M> Sora, al PalaGlobo arriva Ortona, “Porta un amico”!
  4. A2M> Bergamo, Luca Carenini al fianco di Graziosi e Busi: sarà il terzo allenatore
  5. A1F> Zanetti Bergamo: Sabato 5 dicembre il recupero con Chieri

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002