Superlega> La Vero Volley Monza batte Verona e brinda ad uno storico quarto posto

Festa grande per Beretta e compagni, capaci di scrivere una pagina di storia del loro club, mai così in alto in regular season. Orduna: “Siamo molto felici. Ora prepariamo al massimo i Playoff”.

Vero Volley Monza – NBV Verona 3-0 (25-16, 25-23, 25-23)
Vero Volley Monza: Lanza 11, Galassi 7, Orduna 1, Dzavoronok 16, Beretta 6, Lagumdzija 16; Federici (L). Calligaro, Ramirez Pita, Davyskiba 1. Ne. Falgari, Brunetti (L), Rossi. All. Eccheli
NBV Verona: Jensen 15, Asparuhov 4, Caneschi 4, Spirito, Jaeschke 5, Zanotti 1; Bonami (L). Magalini 14, Donati (L). Kaziyski, Peslac, Aguenier. All. Stoytchev.

Arbitri: Santi Simone, Vagni Ilaria

Durata set: 23′, 29′, 29′. Tot. 1h21′

NOTE

Vero Volley Monza: battute vincenti 7, battute sbagliate 15, muri 13, errori 19, attacco 46%
NBV Verona: battute vincenti 4, battute sbagliate 11, muri 5, errori 17, attacco 43%

Impianto: Arena di Monza

MVP: Donovan Dzavoronok (Vero Volley Monza)

Spettatori: gara a porte chiuse

MONZA, 10 FEBBRAIO 2021 – Un’altra pagina di storia è scritta nel ricco libro di emozioni della Vero Volley Monza. Nel recupero della terza giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca 2020-2021 i monzesi stendono infatti la NBV Verona 3-0, all’Arena di Monza, e chiudono al quarto posto la stagione regolare (miglior posizionamento di sempre). Quattordicesima vittoria stagionale, ottava casalinga che, sommate al filotto di sette successi consecutivi tra girone di andata e ritorno, sono tutti record che vanno ad impreziosire la stagione esaltante della squadra guidata da Massimo Eccheli. I monzesi dovevano vincere con qualunque tipo di risultato per sorpassare in un colpo solo Vibo Valentia, prossima avversaria nei quarti di finale dei Play Off Scudetto, e Piacenza e così è stato. Nonostante fosse sicura del nono posto, Verona non è stata mai sparring partner, impegnando invece i monzesi con gli ispirati Magalini e Jaeschke sia nel secondo che nel terzo set. Con i turni in battuta di Dzavoronok (MVP del match con 16 punti di cui 3 ace) e una prova corale di grande qualità, con Lanza e Lagumdzija scatenati, ben serviti da Orduna, Monza è però riuscita sempre a raddrizzare la gara, regalandosi un notte da incorniciare e una maggiore serenità nel preparare l’atto finale della stagione.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA
Santiago Orduna (Vero Volley Monza): “Grande vittoria per noi. Siamo molto contenti per questo traguardo. Siamo stati molto bravi a chiudere un match non semplice, contro una Verona capace di metterci in difficoltà nel secondo e terzo set. Arrivare direttamente ai quarti ci permette di pianificare bene il lavoro. Ci sarà qualche giorno di riposo e poi testa ai Play Off. Voglio ringraziare, oltre al coach Eccheli, anche il vice Ambrosio e il fisioterapista Zanardi che hanno preparato con noi, nei rispettivi ambiti, queste gare infrasettimanali nei minimi dettagli. Il merito è anche loro oltre a questo grande gruppo”.
Alessandra Marzari (presidente Consorzio Vero Volley Monza): “Un quarto posto dolcissimo, frutto del lavoro di tutti questi anni. Si spera che quello che ci ha portato qui faccia parte del nostro bagaglio culturale e del nostro modo di lavorare: un quarto posto meritato. Grande merito è del direttore sportivo, Claudio Bonati, che ha approntato una squadra equlibrata, e al nuovo allenatore, Massimo Eccheli, che ha saputo capirne l’essenza e il come va allenata. Liberi di sognare. Il vero valore di questo quarto posto è che saltiamo gli ottavi ed i ragazzi possono allenarsi. Prepariamo bene la partita con Vibo Valentia e poi, liberissimi di sognare”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Eccheli sceglie Orduna in diagonale con Lagumdzija, Beretta e Galassi al centro, Dzavoronok e Lanza schiacciatori, Federici libero. Verona risponde con Spirito-Jensen, Caneschi e Zanotti centrali, Asparuhov e Jaeschke bande, Bonami libero. Inizio equilibrato condito da qualche errore per parte (5-5), poi break Vero Volley Monza con Lagumdzija (ace e attacco vincente) e Dzavoronok, 8-5 e Stoytchev chiama time-out.. Tre errori degli scaligeri agevolano la discesa dei padroni di casa, 13-7, bravi a spingere anche con Lanza e Lagumdzija e Stoytchev chiama a raccolta i suoi sul 14-7 Monza. Asparuhov spezza il filotto dei rossoblù, 15-9, capaci di avvicinarsi con Jensen, 16-11. Lagumdzija, Dzavoronok, Galassi e Lanza, però, spengono il tentativo di rimonta ospite, volando sul 20-13. Finale targato tutto Vero Volley: i monzesi gestiscono il vantaggio e chiudono 25-16 con Lanza e l’errore di Jensen.

SECONDO SET
Stoytchev cambia Asparuhov con Magalini. Stessi sei invece per Monza, che parte forte con gli scatenati Dzavoronok e Lanza, 4-2. Con il buon turno in battuta di Jaeschke la NBV pareggia i conti (5-5) e si viaggia sull’equilibrio fino al 6-6. Magalini tiene in corsa Verona, 8-8, ma i padroni di casa allungano con Lanza, Lagumdzija (muro proprio su Magalini) e Beretta (ace), 12-9 e Stoytchev chiama time-out. Alla ripresa del gioco gli ospiti tira fuori le unghie con il muro di Zanotti su Galassi e l’errore di Lagumdzija: 12-12 ed Eccheli chiama time-out. Si viaggia punto a punto (14-14), poi break Verona con l’invasione di Galassi dopo l’errore dai nove metri di Lanza ed il muro di Magalini su Lagumdzija: 17-14 e time-out Eccheli. Ace di Jensen, errore di Dzavoronok e più cinque NBV, 20-15. Reazione Vero Volley con la pipe di Lanza, il muro di Dzavoronok su Jensen ed arriva il time-out Stoytchev sul 20-18 per i suoi. Lampo di Dzavoronok (20-19), poi muro di Beretta su Jaeschke e parità, 21-21. I monzesi commettono qualche sbavatura: la NBV ringrazia e torna a più due, 23-21. Il mani fuori di Lanza ed il muro di Galassi su Jensen sull’ottimo turno in battuta del neo entrato Davyskiba valgono la nuova parità, 23-23. Ace di Davyskiba, muro di Lagumdzija su Jaeschke e 25-23 Vero Volley Monza.

TERZO SET
Sestetti confermati. Punto a punto iniziale (5-5), poi break Verona con il muro di Magalini su Lagumdzija e l’ace di Jeaschke, 7-5. Due assoli di Dzavoronok (attacco vincente e muro su Jaeschke) riportano il punteggio in parità, 7-7, poi arriva ancora l’allungo degli ospiti con Jaeschke e Magalini, 10-7 ed Eccheli chiama la pausa. Dzavoronok interrompe la serie positiva scaligera (10-8), Jensen spara out e i lombardi vanno a meno uno, 11-10 e Stoytchev chiama la pausa. Si torna in campo: due ace di Dzavoronok capovolgono l’inerzia del parziale, 12-11 Vero Volley, e gioco che prosegue in equilibrio fino al 13-13. Ace di Lagumdzija dopo il muro di Lanza su Zanotti spinge i monzesi sul 16-13 e Stoytchev chiama time-out. Muro di Galassi Jensen e pallonetto vincente di Dzavoronok a valere il 19-15 Monza, ma alcune disattenzioni dei lombardi ed il muro di Caneschi su Dzavoronok valgono la parità NBV, 19-19. Errore dai nove metri di Orduna ed ace di Jansen dopo il muro di Lagumdzija su Jaeschke, 21-21. Fiammata di Dzavoronok, bravo poi a piazzare l’ace del 23-21. Muro di Lagumdzija su Magalini, ace di Dzavoronok, 24-21 Vero Volley. L’ace di Magalini dopo il punto di Caneschi costringe Eccheli a fermare il gioco sul 24-23 per i suoi. Lanza chiude il set, 25-23 e la gara 3-0 per la Vero Volley Monza.

Giò Antonelli – Cell.: +39 349.8879385
Ufficio Stampa – Consorzio Vero Volley

Articoli correlati:

  1. Superlega> La Vero Volley Monza cade a Verona 3-1 contro la NBV
  2. Superlega> Una Vero Volley Monza dal cuore grande batte Trento 3-2
  3. Superlega> Una Vero Volley Monza maiuscola batte Modena 3-1
  4. Superlega> Vero Volley Monza in trasferta a Verona per affrontare la NBV
  5. Superlega> La Vero Volley Monza sfata il tabù Calzedonia: Verona espugnata 3-0

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002