CT FIPAV Lecce – Pierandrea Piccinni: “quadriennio ricco di soddisfazioni e con lo sguardo al futuro”

A poche settimane dall’assemblea elettiva per il nuovo quadriennio del CT FIPAV Lecce, Pierandrea Piccinni ha voluto così riassumere il suo primo quadriennio da presidente territoriale mettendo in evidenza i passaggi principali di questi quattro anni in vista delle elezioni, in programma il prossimo 26 febbraio che lo vedranno come candidato unico per la presidenza del Comitato Territoriale.

E’ stato un quadriennio ricco di soddisfazioni per il movimento salentino.
Mi piace pensare alla festa di Lecce per la vittoria dell’Europeo U18 maschile di qualche mese fa, un momento che sicuramente segnerà il futuro della pallavolo italiana con la vittoria di un gruppo che darà tanto nel futuro della nazionale seniores.
Ci tengo a pensare questo, che a Lecce, ed in Salento più in generale, abbiamo vissuto un passaggio che guarda al futuro ed è con lo sguardo al futuro che voglio concludere questo quadriennio che mi ha dato tante soddisfazioni alla mia prima volta da presidente territoriale.
Ho voluto partire da uno degli ultimi momenti di questo quadriennio per poi ripercorrere altri momenti indelebili di questo percorso, come la grande festa del 1 giugno 2019 con oltre 2000 bambini in piazza insieme ad Andrea Lucchetta a festeggiare la pallavolo con “Gioca volley in sicurezza”.
Non è un caso che questi due momenti cardine del quadriennio siano legati al volley giovanile, vera linfa del nostro movimento, dal quale è fondamentale costruire il futuro così come ben si sta facendo in Salento grazie al lavoro profuso quotidianamente dalle nostre società che voglio ringraziare per la vicinanza e la collaborazione mostrata in questi anni nei confronti del Consiglio Territoriale.
E’ fondamentale che questo rapporto di collaborazione prosegua anche nei prossimi anni, come in una squadra è il gruppo quello che fa la differenza.
In tema di bilanci e prospettive future, mi preme ricordare l’impegno profuso dal Comitato territoriale per istituire una serie di misure economiche a sostegno del volley salentino.
Il riferimento è, innanzitutto, alle premialità sportive, istituite con deliberazione n. 3 del 26 luglio 2018, ed attraverso le quali sono stati corrisposti, per ogni annualità successiva, vari incentivi economici finalizzati a premiare sia il numero dei tesserati e sia la partecipazione ai campionati, per un importo economico di ? 8.000,00 a stagione.
Al pari vanno ricordati anche i vari sgravi contributivi delineati in favore delle Società impegnate nella valorizzazione dell’attività giovanile nell’ambito dei campionati di serie, attraverso l’attribuzione di un premio pari al 25% dell’importo totale delle tasse gare versate.
Si tratta di un sistema di sostegno economico che è stato finanziato esclusivamente attraverso il riscorso ai partner privati ed, ultimamente, anche attraverso un’attività di monitoraggio ed utilizzo di fondi pubblici.
Sotto tale ultimo aspetto, sono lieto di potervi comunicare che il Comitato Territoriale di Lecce è risultato aggiudicatario di un bando pubblico regionale e che la proposta progettuale presentata ha ottenuto, nel mese di dicembre 2020, un finanziamento regionale di ? 20.000,00.
Dette provvidenze, unitamente e quelle provenienti dai partner privati (per un totale di ? 35.000,00 nel complesso), consente di poter contare su una significativa disponibilità economica, utile a garantire per il futuro il finanziamento delle ricordate misure e per poterne programmare di ulteriori, il tutto senza gravare minimante sugli affiliati.
Ritengo dunque che, anche da un punto di vista economico, l’attuale gestione abbia portato ad importanti risultati in relazione ai quali, però, occorrerà non ritenersi appagati.
L’obiettivo per il prossimo futuro sarà quello di valorizzare l’esperienza matura e di rendere strutturata la funzione di reperimento fondi al fine di alleviare il più possibile il peso dell’onere economico per le società.
Da questo punto di vista occorre aumentare l’appeal del volley salentino per meglio interloquire con i partner commerciali ed, al contempo, relazionarsi come unica rete di interessi per proficuamente intercettare i finanziamenti pubblici.
Sul punto, presto vi aggiornerò.anche rispetto alla problematica dell’impiantistica sportiva.
Quanto innanzi presuppone, tuttavia, una unità e compattezza organizzativa e di intenti che, invero, il CT di Lecce ha sempre avuto e che da domani occorrerà ancor di più ricercare.
Per il momento, faccio appello al ricordato senso di unità per chiederVi sostegno alle imminenti elezioni e per accordare al sottoscritto continuità all’azione gestionale innanzi ricordata.
Sotto tale profilo, nelle tante interlocuzioni dirette, ho riscontrato tantissime attestazioni di fiducia e di stima, per le quali sin d’ora mi sento di ringraziarvi con sincerità.
Un’azione gestionale che occorrerà supportare convintamente anche a livello regionale, per acclamare la conferma di Paolo Indiveri, mio ottimo predecessore e nuovamente candidato alla presidenza Regionale.
Non mancheremo, infine, di dimostrare tutto il nostro peso elettortale anche a livello nazionale dove avremo l’onore di esser rappresentati da Giuseppe Manfredi, presidente FIPAV per il prossimo quadriennio, che ha dato tanto alla nostra regione.

Concludo ringraziando i consiglieri territoriali che mi hanno affiancato nell’ultimo quadriennio, per il prezioso contributo e augurando al futuro consiglio territoriale un buon lavoro.

Pierandrea Piccinni
Presidente CT FIPAV Lecce

Articoli correlati:

  1. Puglia: Manfredi e Indiveri, il bilancio del quadriennio FIPAV appena concluso
  2. Fipav Lecce: Oltre 270 le presenze alla 15a festa del volley salentino
  3. Fipav Lecce: Ad Andrea Laterza il premio come miglior atleta Salentino 2017-2018
  4. Fipav Lecce: L’importanza dei settori giovanili nello sport di oggi
  5. Ariete Prato Volley Project: Ultimi allenamenti con lo sguardo rivolto al futuro.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002