CM> Pool Libertas Cantù: tre punti con Agliate

POOL LIBERTAS CANTU’- GSA AGLIATE 3-0

(25-23, 25-15, 25-18)

Cantù: Roncoroni Fu. 2, Corti P. 14, Corti S. 12, Roncoroni Fi. 4, Pellegrinelli L. 7, Maino 6, Arnaboldi (L1), Romanò, Rizzi, Borrozzino, Pellegrinelli G., De Rosa, Garcia (L2). All: Bernasconi, 2°All.: Rossi

1 SET

Il Pool Libertas Cantù parte con Fulvio Roncoroni al palleggio, Pietro Corti opposto, Filippo Roncoroni e Samuele Corti schiacciatori, Luca Pellegrinelli e Gabriele Maino centrali, e Alex Arnaboldi libero. Il Pool Libertas non parte bene, e Agliate va subito avanti (1-3). I canturini reagiscono immediatamente con Samuele Corti, impattano a quota 6, e provano a scappare con la battuta in salto di Pietro Corti (10-8). Gli ospiti giocano una buona pallavolo, ma qualche errore di troppo non gli consente di raggiungere la parità. I ragazzi di Coach Bernasconi conducono bene il set, e con una buona ricezione riescono ad effettuare regolarmente il cambio palla fino al 21-19. A questo punto un errore in attacco di Cantù e un muro dell’Agliatese permettono di rimettere in parità il set a quota 23. Il Pool Libertas, però, non si scompone, e un attacco di Samuele Corti e un muro di Maino chiudono consegnano il set ai padroni di casa (25-23).

2 SET

Formazione canturina confermata, il set rimane in parità fino a quota 3. Cantù prova a scappare con un attacco Pietro Corti e un muro di Pellegrinelli (7-5). Agliate prova a reagire, ma il Pool Libertas, grazie a una buona battuta e una correlazione muro difesa molto buona, prende il largo (12-7). Una serie di cambi degli ospiti non mutano l’inerzia del set, e Cantù si limita a gestire il vantaggio (15-9, poi 19-11 con un attacco di Pietro Corti). Chiude un attacco da posto 4 di Filippo Roncoroni (25-15).

3 SET

Formazione confermata anche nel terzo set per il Pool Libertas. Agliate parte abbastanza bene e si porta avanti (2-4). Cantù non si distrae e si riporta in parità già a quota 6. Altro break canturino con un muro di Pellegrinelli, e i locali effettuano il sorpasso (8-6). Un buon turno in battuta di Maino permette a Pool Libertas di allungare (15-10). Agliate non molla, e si riporta sotto (16-14). Un attacco di Corti Pietro e una ace di Pellegrinelli riportano avanti la loro squadra (18-14). Entra Rizzi al posto di Filippo Roncoroni, e proprio una sua difesa permette di portare il set fino alla fine in maniera tranquilla (20-15). Chiude una ttacco di Maino (25-18).

IL COMMENTO DI COACH FRANCESCO BERNASCONI

Sono soddisfatto della prova dei ragazzi: abbiamo saputo gestire bene il primo set, che è stato molto combattuto, ma grazie al nostro fondamentale migliore (il muro) siamo riusciti a vincere 25-23. Siamo partiti un po’ contratti ma alla lunga siamo venuti fuori. Finito il primo parziale, abbiamo giocato con tranquillità e dimostrato che siamo sulla buona strada. Essendo un campionato breve era importante partire bene, cercando di mettere in campo tutto il lavoro iniziato a inizio gennaio. Alla fine la differenza la faranno i dettagli e la gestione dei momenti più importanti per la gara. Stasera la partita è girata nelle parti finali del primo set. Da quel momento siamo usciti noi, mentre Agliate ha perso un po’ di sicurezza nei fondamentali. Ora ci prepareremo per il prossimo impegno sabato prossimo a Bresso consapevoli che dobbiamo ripartire da una buona gara giocata ieri sera, ma ancora con tanti aspetti da sistemare dal punto di vista tecnico e tattico in settimana.

Photo credit: Federica Caponi

Francesca Molteni – Ufficio Stampa Libertas Brianza ufficiostampa@libertasbrianza.it

Articoli correlati:

  1. CM> Ecco il girone della serie C per il Pool Libertas Cantù
  2. CM> E’ ancora serie C per il Pool Libertas Cantù
  3. A2M> Gli allenamenti congiunti del Pool Libertas Cantù
  4. A2M> Rinviata Pool Libertas Cantù – BAM Acqua S. Bernardo Cuneo
  5. A2M> Samuele Corti completa il roster del Pool Libertas Cantù

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002