CEV Challenge CUP: Un’infrasettimanale per l’andata dell’atto finale

Diretta streaming SportMediaset.it

Primo importantissimo appuntamento per l’Allianz Powervolley Milano. La Finalissima di CEV Challenge Cup, a cui la stessa Alliaz Milano lo scorso anno era arrivata ad un soffio, sarà protagonista all’Allianz Cloud alle 19.00 di mercoledì 17 marzo.
Gli uomini di Piazza hanno centrato il risultato grazie alle due vittorie da tre punti contro la squadra turca dell’Halkbank Ankara, ma sarà un altro avversario turco l’ostacolo da superare in Finale. Il Ziraat Bankasi Sk Ankara ha ribaltato il risultato dell’andata contro il Vk Lvi Praha per poi raggiungere la Finale grazie all’affermazione nel Golden Set. Per Milano si tratta della prima Finale nella storia del Club, l’intermezzo settimanale prima di un altro importantissimo match: l’attesa Gara 3 dei Quarti di Finale play Off contro la Sir Safety Conad Perugia. Per l’occasione un’esclusiva copertura televisiva. Il match sarà ripreso dalle telecamere di Sport Mediaset e visibile in diretta streaming su SportMediaset.it e sull’app “SportMediaset. La telecronaca del match è affidata a Lorenzo Castiglia con il commento tecnico dell’ex pallavolista Giorgio Goldoni.

Andata Finale CEV Challenge CUP
Mercoledì 17 marzo 2021, ore 19.00
Allianz Powervolley Milano – Ziraat Bankasi Sk Ankara
(Maciejewski-Cinatl)
Diretta streaming SportMediaset.it

Ritorno Finale CEV Challenge CUP
Mercoledì 24 marzo 2021, ore 16 (ore italiane)
Ziraat Bankasi Sk Ankara – Allianz Powervolley Milano
(Georgiev-Aliyev)

Articoli correlati:

  1. CEV Challenge CUP: Milano, una vittoria dalla Finale
  2. Challenge Cup: Milano conquista la finale
  3. Cev Challenge Cup 2020: L’Allianz Powervolley Milano recupera l’Andata dei Quarti a Kuressaare.
  4. CEV Challenge CUP: L’Allianz Milano in Turchia per la Semifinale
  5. CEV Cup> Modena strappa il successo contro Ankara nel match di andata dei quarti di finale

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002