Superlega> Perugia conquista la prima battaglia

Match sulle montagne russe per i Block Devils che alternano momenti di buona pallavolo ad altri con delle pause. Ma il cuore dei bianconeri viene fuori alla distanza con Colaci Mvp e vero trascinatore in campo. Mercoledì gara 2 all’Arena di Monza -

PERUGIA – Tanta sofferenza, due ore abbondanti di gioco, un’alternanza di momenti di ottima pallavolo ad altri con qualche pausa di troppo. Ma alla fine nel tie break l’ace di Leon consegna alla Sir Safety Conad Perugia gara 1 della serie di semifinale playoff. E questa, a conti fatti, è la cosa più importante della serata del PalaBarton.
Una serata con Perugia sulle montagne russe, prima costretta a rincorrere, poi brava a reagire ed a portarsi a condurre, poi sul 20-16 nel quarto rimontata dai brianzoli che rimandano il verdetto al tie break, poi ancora capace di tirarsi su nel quinto con carattere e voglia di vincere.
In un match per larghi tratti equilibrato, Perugia vince anche nei numeri con 9 ace (5 di Leon) contro 6 di Monza, ricevendo meglio (54% di positiva contro 46%) ed attaccando meglio (54% di squadra contro 51%) e con 10 muri vincenti (4 di Russo) contro 8.
Tre i Block Devils in doppia cifra, il best scorer del match Leon (25 punti a referto), Plotnytskyi che ne mette 12 e Solè che chiude con 10. Buoni ingressi dalla panchina a gara in corso per Russo e per Muzaj (9 punti con il 67% sotto rete), ma l’Mvp meritatissimo di questa partita è tutto di Max Colaci. Il libero bianconero si conferma inossidabile in seconda linea dove tiene alla grande in ricezione (67% di positiva) e dove tira su anche la polvere in difesa, ma si dimostra anche una guida in campo per i compagni soprattutto nei momenti difficili.
La serie si sposta ora a Monza per gara 2 in programma mercoledì 31 marzo alle ore 18:00. Dove si preannuncia un’altra battaglia.

IL MATCH

Formazioni tipo da entrambe le parti. Avvio migliore dei brinazoli con gli ex Beretta e Galassi (2-4). Leon pareggia subito (4-4). Resta l’equilibrio dopo il primo tempo di Solè (8-8). Due di Lanza e Monza torna a condurre (8-10). Solè, poi muro di Ricci ed è nuovamente equilibrio (10-10). Invasione ospite, poi ancora Ricci e primo vantaggio bianconero (12-10). Ace di Solè (13-10). Lagumdzija accorcia per i suoi (14-13). Attacca fuori Ter Horst, si torna in parità (15-15). Si gioca punto a punto (19-19). Monza sorpassa ancora con Lagumdzija (20-21). Ace di Dzavoronok, poi muro di Galassi e set point Monza (21-24). Out Plotnytskyi, brianzoli avanti (21-25).
Dopo un buon avvio di Perugia, è di nuovo equilibrio (7-7). Ace di Plotnytskyi, poi smash di Leon (10-7). Mette anche il muro il caraibico di Perugia, poi ace di Solè (13-8). Out Lanza (16-10). Muro di Lagumdzija (16-12). Ace di Ter Horst (19-13). Fuori l’attacco di Plotnytskyi (19-15). Perugia tiene il vantaggio e con Leon avvicina il traguardo del set (23-18). Ter Horst porta al set point (24-19). Chiude Solè (25-21).
Equilibrio anche nel terzo parziale (8-8). Sorpasso Perugia col neo entrato Muzaj e con il maniout di Plotnytskyi (11-9). Mette anche il muro Muzaj (15-12). Out Lagumdzija, poi ace di Leon a 130 km/h, poi altro muro bianconero (19-13). Lagumdzija non ci sta (19-15). In rete gli attacchi di Dzavoronok e del neo entrato Davyskiba (23-16). Ace di Holt (23-18). Plotnytskyi porta i suoi al set point (24-18). Chiude Muzaj (25-19).
+2 Perugia nel quarto set dopo i due attacchi di Leon (8-6). Out Lanza (9-6). Muro vincente di Russo (11-7). Monza dimezza con il muro (11-9). Ace di Leon (13-9). Ace anche per Dzavoronok (14-12). Out Muzaj, si torna a contatto (16-15). Muro vincente ancora di Russo (18-15). Fuori l’attacco di Dzavoronok (20-16), fuori anche quello di Russo (20-18). Muro di Dzavoronok, ace di Holt e parità (20-20). Russo e poi Lagumdzija (21-21). Ancora Russo e Lagumdzija (22-22). Ace di Dzavoronok (22-23). Solè in primo tempo (23-23). In rete il servizio di Ter Horst, set point Monza (23-24). Chiude Lanza (23-25).
È parità in avvio di tie break (4-4). Ace di Leon (6-4). Si cambia campo 8-6. Muzaj mantiene (10-8). Muro di Russo, poi contrattacco di Leon (12-8). Out Lanza (13-9). Maniout di Lagumdzija, poi smash di Holt (13-12). Fuori il terzo servizio di Davyskiba, match point Perugia (14-12). Chiude l’ace di Leon (15-12).

I COMMENTI

Roberto Russo (Sir Safety Conad Perugia): “Era una partita difficile e lo sapevano. Loro sono una buonissima squadra, alla fine siamo riusciti a vincere e questa è la cosa più importante. Mercoledì dobbiamo andare a Monza convinti di fare il nostro gioco e cercare di portarla a casa”.
Filippo Lanza (Vero Volley Monza): “Abbiamo fatto un’ottima partita, giocando bene e rimanendo saldi nel punto a punto. Quando Perugia ingrana in battuta è complicato, ma abbiamo saputo sfruttare le nostre occasioni. Ora li aspettiamo in casa nostra con questa intensità”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – VERO VOLLEY MONZA 3-2
Parziali: 21-25, 25-21, 25-19, 23-25, 15-12
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Travica 3, Ter Horst 9, Ricci 2, Solè 10, Leon 25, Plotnytskyi 12, Colaci (libero), Russo 8, Zimmermann, Piccinelli, Muzaj 9, Vernon-Evans. N.e.: Atanasijevic, Biglino (libero). All. Heynen, vice all Fontana.
VERO VOLLEY MONZA: Orduna 1, Lagumdzija 22, Galassi 8, Beretta 2, Dzavoronok 22, Lanza 13, Federici (libero), Holt 6, Ramirez Pita, Calligaro, Davyskiba. N.e.: Falgari, Brunetti (libero), Poreba. All. Eccheli, vice all. Ambrosio.
Arbitri: Bruno Frapiccini – Giuseppe Curto
LE CIFRE – PERUGIA: 17 b.s., 9 ace, 54% ric. pos., 24% ric. prf., 54% att., 10 muri. MONZA: 19 b.s., 6 ace, 46% ric. pos., 25% ric. prf., 51% att., 8 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Articoli correlati:

  1. Superlega> Perugia stecca gara 1, vince Milano
  2. Superlega> Perugia: arriva a Monza il primo stop
  3. Superlega> Perugia è viva: si va a gara 3
  4. Superlega> Spettacolo Vero Volley Monza: Perugia battuta 3-0
  5. Superlega> Perugia: è Muzaij il rinforzo per il finale di stagione

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002