Play Off SuperLega Credem Banca: Trento sfata il tabù Eurosuole Forum al tie break e si porta avanti nella serie

Risultati Gara 1 Semifinali Play Off SuperLega Credem Banca:
Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino 2-3 (25-23, 21-25, 25-21, 24-26, 12-15)

Giocata sabato:
Sir Safety Conad Perugia – Vero Volley Monza 3-2 (21-25, 25-21, 25-19, 23-25, 15-12)

Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino 2-3 (25-23, 21-25, 25-21, 24-26, 12-15) – Cucine Lube Civitanova: De Cecco 2, Juantorena 18, Simon 17, Rychlicki 19, Leal 12, Anzani 10, Marchisio (L), Larizza (L), Balaso (L), Kovar 0, Diamantini 0, Hadrava 0. N.E. Yant Herrera, Falaschi. All. Blengini. Itas Trentino: Giannelli 3, Michieletto 5, Lisinac 10, Abdel-Aziz 21, Santos De Souza 23, Podrascanin 13, De Angelis (L), Rossini (L), Bonatesta (L), Kooy 4, Sosa Sierra 0, Sperotto 0, Cortesia 1. N.E. Argenta. All. Lorenzetti. ARBITRI: Zanussi, Florian. NOTE – durata set: 34′, 29′, 33′, 34′, 17′; tot: 147′; MVP Lucarelli

È dell’Itas Trentino il primo sigillo nella serie della Semifinale Play Off di SuperLega Credem Banca che la vede sfidare al meglio delle cinque partite la Cucine Lube Civitanova. Gli uomini di Lorenzetti, reduci dalla qualificazione alla finale di CEV Champions League, hanno espugnato l’Eurosuole Forum dopo cinque set e poco meno di tre ore di gioco (25-23, 21-25, 25-21, 24-26, 12-15), in una Gara 1 che ha visto la formazione cuciniera riabbracciare Luciano De Cecco e Yoandy Leal dopo oltre due settimane di assenza forzata. Si comincia con un minuto di raccoglimento per Umberto Larizza, papà del biancorosso Jacopo, scomparso prematuramente in settimana come anche Daniela Filippi, tifosa di Trento, ricordata dallo speaker dell’Eurosuole Forum. Blengini schiera subito i rientranti De Cecco e Leal, tornando dunque a proporre la formazione tipo. La Cucine Lube parte bene, trovando subito un break di cinque lunghezze (7-2) con i turni al servizio di Juantorena (ace del 5-1) e Simon (un ace anche per lui, chiuderà col 100% in attacco), che successivamente firmerà anche il muro su Nimir che consente ai suoi di tenere l’Itas a debita distanza (14-9). La reazione dell’Itas c’è, e arriva inevitabilmente con la battuta di Nimir prima (18-16), e con una grandissima difesa di Giannelli poi, che consente a Lucarelli di contrattaccare per il -1 (21-20), che rimette ufficialmente in discussione il parziale. Pareggia Nimir a quota 22 murando Leal, che si riscatta però nel finale: suo l’ace che scrive il 24-23 la Lube, set-point subito trasformato con un muro vincente di De Cecco su Lucarelli (5 punti, 62% in attacco). Nel secondo set è Trento a tenere il muso davanti, trovando il +2 con un muro su Rychlicki (14-16), quindi il 15-18 con una battuta di Lucarelli che si stampa sulla riga di fondo. Trento punge con costanza al servizio e sfodera un cambio palla piuttosto fluido (Lucarelli, 6 punti, attacca col 100%), come del resto anche la squadra di casa (il trascinatore è Rychlicki, 6 punti), che però commette qualche errore di troppo dalla linea dei nove metri (7 errori e nessun ace, 2 errori e 2 ace per i trentini). E le speranze di rimonta dei marchigiani si spengono proprio sul servizio a rete di Simon, che scrive il momentaneo 21-24. Finirà 21-25. Il terzo parziale inizia nel segno di Osmany Juantorena (8 punti col 100% sulle schiacciate), autore del contrattacco che regala ai campioni del mondo il break sul 8-6, e del successivo ace, certificato dal video check, che scrive il 10-7. La Lube allunga con un attacco out di Nimir (11-7) ed un secondo ace, stavolta di Rychlicki (14-9). I discorsi restano ancora aperti perché Trento, con Kooy in campo al posto di Michieletto e i centrali al 100% di efficacia sui primi tempi, mette pressione ai padroni di casa rimontando fino al -2 (18-16). A spegnere ogni speranza degli ospiti ci pensa allora Simon (100% in attacco anche per lui), firmando i due ace di fila che scrivono il 22-17, consegnando di fatto la vittoria ai marchigiani. Chiude un errore in battuta di Lisinac (25-21). La Cucine Lube inizia col piede giusto anche il quarto parziale, portandosi avanti 9-6 grazie al servizio di Yoandy Leal (1 ace), quindi allungando sul +4 (11-7) con un mani out vincente di un Juantorena (11-7, schiaccia col 60% di efficacia) magistrale anche nel coadiuvare Balaso in seconda linea. Ma Trento ha sette vite, e confermando Kooy in campo trova la parità a quota 14, con grandi difese, trascinata in battuta da Lisinac e in attacco da Lucarelli (6 punti, 57%). Nel testa a testa finale, decide un ace di Lucarelli, che trasforma il terzo set point per l’Itas scrivendo il 24-26 finale che vale il tie break. E nel quinto è la Cucine Lube la prima a trovare il break, sul 8-6, con un ace di Anzani. L’Itas rimette in campo Michieletto e pareggia a quota 10 murando Simon, quindi firma il sorpasso sull’11-10, con un ace di Lisinac. Torna in campo Kooy sul 12-13, proprio quando Lucarelli firma l’ace che regala due match point ai suoi. Trento chiude sul 12-15 alla prima occasione, con un’altra battuta vincente del brasiliano che si merita anche il titolo di MVP finale. Per lui 23 punti, col 68% in attacco, 43% in ricezione, 5 ace e 1 muro.

MVP: Ricardo Lucarelli (Itas Trentino)

Luciano De Cecco (Cucine Lube Civitanova): “Oggi abbiamo avuto le nostre chance ma non ne abbiamo approfittato, sarà una serie lunga. Come sto? Per fortuna ho passato il peggio, spero di dare una mano alla squadra. Ho qualche giorno in più per rimettermi in sesto fisicamente e cercare di giocare meglio. Trento si esprime molto bene, ha atleti che possono realizzare grandi serie al servizio. Noi abbiamo giocato bene in attacco e a muro, ma non è bastato, dobbiamo aggiungere qualcosa in più. Si azzera tutto, giovedì cercheremo di espugnare il loro fortino”.
Marko Podrascanin (Itas Trentino): “Sono molto contento di quello che ha fatto oggi la nostra squadra. Sotto due set a uno siamo rimasti sempre attaccati alla Cucine Lube, riuscendo prima a pareggiare i conti e poi a trovare la giocata decisiva per vincere nel tie break. La serie è ancora tutta da giocare, ma partire col piede giusto ci dà sicuramente una grande carica”.

Giocata sabato 27 marzo 2021
Sir Safety Conad Perugia – Vero Volley Monza 3-2 (21-25, 25-21, 25-19, 23-25, 15-12) – Sir Safety Conad Perugia: Travica 3, Leon Venero 25, Ricci 2, Ter Horst 9, Plotnytskyi 12, Solé 10, Biglino (L), Russo 8, Colaci (L), Vernon-Evans 0, Muzaj 9, Piccinelli 0, Zimmermann 0. N.E. Atanasijevic. All. Heynen. Vero Volley Monza: Orduna 1, Lanza 13, Beretta 2, Lagumdzija 22, Dzavoronok 22, Galassi 8, Brunetti (L), Ramirez Pita 0, Holt 6, Federici (L), Calligaro 0, Davyskiba 0. N.E. Falgari, Poreba. All. Eccheli. ARBITRI: Frapiccini, Curto. NOTE – durata set: 26′, 31′, 27′, 35′, 19′; tot: 138′. MVP Colaci

A questo link è possibile consultare il tabellone Play Off SuperLega Credem Banca
www.legavolley.it/risultati/?Anno=2020&IdCampionato=836

Il programma
Gara 2 Semifinali Play Off Scudetto SuperLega Credem Banca
Mercoledì 31 marzo 2021, ore 18.00
Vero Volley Monza – Sir Safety Conad Perugia
Diretta Eleven Sports
Arbitri: Tanasi, Cappello (Venturi)
Video Check: da definire
Segnapunti: da definire

Giovedì 1 aprile 2021, ore 20.00
Itas Trentino – Cucine Lube Civitanova
Diretta RAI Sport
Arbitri: Simbari, Goitre (Braico)
Video Check: da definire
Segnapunti: da definire

Girone Play Off 5° Posto SuperLega Credem Banca
1a giornata Girone: Ravenna espugna il PalaPanini al tie break nel derby. Buona la prima per Cisterna. Milano doma Padova 3-2

Risultati 1a giornata Girone Play Off 5° Posto SuperLega Credem Banca:
Leo Shoes Modena – Consar Ravenna 2-3 (23-25, 25-23, 25-14, 20-25, 17-19)

Top Volley Cisterna – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-12, 25-18, 25-18)

Allianz Milano – Kioene Padova 3-2 (16-25, 25-20, 22-25, 25-17, 15-9)

Giocata sabato
Gas Sales Bluenergy Piacenza – NBV Verona 3-2 (27-29, 21-25, 25-22, 25-15, 15-8)

Leo Shoes Modena – Consar Ravenna 2-3 (23-25, 25-23, 25-14, 20-25, 17-19) – Leo Shoes Modena: Christenson 3, Lavia 15, Bossi 6, Vettori 9, Rinaldi 23, Sanguinetti 7, Gollini (L), Porro 2, Grebennikov (L), Karlitzek 1, Buchegger 4. N.E. Petric, Stankovic, Mazzone. All. Giani. Consar Ravenna: Redwitz 4, Recine 26, Grozdanov 4, Stefani 9, Zonca 15, Mengozzi 8, Giuliani (L), Koppers 4, Kovacic (L), Batak 1, Arasomwan 2, Pinali 0. N.E. Orioli. All. Bonitta. ARBITRI: Cerra, Piperata. NOTE – durata set: 28′, 30′, 24′, 30′, 26′; tot: 138′; MVP Recine

La Leo Shoes parte con la diagonale Christenson-Vettori, in banda ci sono Rinaldi e Lavia, al centro Bossi e Sanguinetti, il libero è Jenia Grebennikov. La Consar Ravenna risponde con Redwitz-Stefani, Mengozzi e Grozdanov al centro, Zonca-Recine in attacco con Kovacic libero. Parte bene la Consar Ravenna che va sul 5-9. Resta avanti Ravenna che si porta sul 10-16. Si avvicinano i gialli che con Porro in regia vanno sul 18-21. Ravenna chiude il set 23-25. Nel secondo set parte forte Modena che va sul 10-6. Tiene alto il ritmo Modena che va sul 14-10. Arrivano al 20-16 i gialli, trascinati da Buchegger e Rinaldi. La Leo Shoes chiude il set 25-23, è 1-1. Il terzo set inizia nel segno di Modena che si porta sul 10-7. Va sul 20-12 la Leo Shoes con Porro che trova benissimo i suoi avanti. I gialli chiudono 25-14 il parziale, è 2-1. Nel quarto set Modena va sul 17-16 con Rinaldi e Porro protagonisti. Ravenna cambia passo e chiude il set 20-25, è 2-2. Ravenna chiude il tiebreak 17-19 e il set 2-3.

MVP: Francesco Recine (Consar Ravenna)

Andrea Giani (allenatore Leo Shoes Modena): “Ho visto buone cose ma serviva più cattiveria nei sideout decisivi a fine partita, soprattutto da parte di chi ha già ritmo partita. I giovani? Soddisfatto dell’approccio, all’inizio normale un po’ di tensione, ma poi hanno lavorato bene, è una scelta che abbiamo deciso di fare e la porteremo avanti. A Piacenza sarà una gara diversa, ma le motivazioni la faranno sempre da padrone: noi dobbiamo scendere sempre in campo per vincere”.
Marco Bonitta (Consar Ravenna): “Devo fare i complimenti ai ragazzi perché, nel contesto di una partita molto strana, dal quarto set in avanti hanno ripreso a giocare con lo stesso piglio dei primi due set. Ci fa piacere vincere: sono momenti e situazioni molto diverse dall’ultima volta che avevamo battuto Modena ma sono contento per i ragazzi perché hanno lavorato veramente molto forte in questo periodo e si è visto. Eravamo convinti e fiduciosi delle nostre possibilità”.

Top Volley Cisterna – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-12, 25-18, 25-18) – Top Volley Cisterna: Seganov 1, Tillie 11, Szwarc 7, Sabbi 13, Randazzo 8, Krick 7, Rondoni (L), Cavaccini (L), Onwuelo 3, Sottile 0, Cavuto 3. N.E. Rossato, Rossi. All. Kovac. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Saitta 0, Defalco 9, Chinenyeze 7, Drame Neto 4, Almeida Cardoso 0, Cester 1, Sardanelli (L), Rizzo (L), Chakravorti 1, Dirlic 2, Corrado 4, Gargiulo 0. N.E. Rossard, Fioretti. All. Baldovin. ARBITRI: Vagni, Saltalippi. NOTE – durata set: 20′, 23′, 26′; tot: 69′; MVP Tillie

La Top Volley Cisterna inizia con il piede giusto i Play Off per il Quinto Posto superando il Tonno Callipo Calabria in tre set. Si tratta della sedicesima vittoria per la formazione pontina su quella calabrese, arrivata al termine di un match durato un’ora, sul tabellino del match: 9 ace e 9 muri per la Top mentre per Vibo pesano i 13 errori al servizio e una percentuale in attacco del 36% contro il 62% della Top. In avvio di partita Kovac schiera Seganov in palleggio in diagonale con Sabbi, di banda Tillie e Randazzo, al centro Krick e Szwarc con Cavaccini libero, dall’altra parte della rete Vibo ha risposto con Saitta in palleggio con Abouba opposto, laterali De Falco e Almeida Cardoso, centrali Cester e Chinenyeze con Rizzo libero. Nel corso del match spazio anche per Sottile, Cavuto e Onwuelo per i pontini e per i calabresi sono entrati anche Chakravorti, Sardanelli, Gargiulo e Dirlic. La Top Volley parte alla grande e in 20 minuti travolge Vibo nel primo set con un 25-12 che piazza tre ace e quattro muri punto, restando sempre avanti. Vibo risponde con sei errori al servizio e una percentuale in attacco piuttosto bassa (29% contro il 73% della Top). Sabbi e compagni incidono fin da subito con un primo strappo (9-4) che costringe coach Baldovin a due time-out ravvicinati. Sul 15-6 la Top è in gestione totale della situazione e i pontini continuano a martellare dalla linea dei nove metri: sul 20-8 spazio anche a Onwuelo per il servizio. Si chiude 25-12 dopo un set point annullato. Anche nel secondo parziale i pontini sono incisivi e confermano la loro supremazia assicurandosi il 2-0 con un 25-18 che ricalca in buona parte il set precedente con i pontini sempre avanti e bravi a martellare dalla linea dei nove metri e continuando a sporcare tantissimi palloni a muro. La percentuale d’attacco della Top resta al 73% ma Vibo inizia a crescere: sul 20-15 Baldovin chiama time-out per Vibo ma al ritorno in campo è sempre la formazione pontina a spingere (23-17) fino al 25-18 che chiude i conti. Dopo un avvio punto a punto Vibo inverte la rotta e dal 9-9 piazza un break importante con Defalco al servizio fino al 9-13, poi Kovac manda in campo Cavuto ed è proprio lo schiacciatore a trovare il cambio palla che fa rialzare di fatto la testa alla Top che impatta sul 15-15 dopo un lungo turno al servizio di Sabbi. La Top sorpassa (20-16) e continua a martellare con il servizio costringendo Vibo alla resa.

MVP: Kevin Tillie (Top Volley Cisterna)

Kevin Tillie (Top Volley Cisterna): “Non è mai troppo facile in questo Campionato, noi abbiamo fatto una preparazione di sette settimane per questo Play Off e abbiamo iniziato molto bene, siamo stati concentrati, cosa che non abbiamo fatto per la prima parte della stagione. Anche nel terzo set, dove ci siamo trovati in difficoltà, siamo riusciti a spingere per chiudere in tre set: questa è stata una buona partita, una vittoria del gruppo, ci siamo preparati e abbiamo lavorato per dare il massimo”.
Enrico Cester (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Potevamo fare qualcosa di più e siamo obbligati a farlo nelle prossime partite che ci aspettano perché una prestazione così non è degna e non rispetta quanto di buono abbiamo fatto in tutto l’arco del Campionato. Scotta ancora l’eliminazione al tie break di Gara-3 con Monza dopo che avevamo il match point in mano per il passaggio in semifinale scudetto ed oggi è stato difficile trovare la giusta concentrazione. Sappiamo che la gente ricorda prevalentemente il finale delle stagioni e noi non vogliamo di sicuro lasciare questo ricordo”.

Allianz Milano – Kioene Padova 3-2 (16-25, 25-20, 22-25, 25-17, 15-9) – Allianz Milano: Sbertoli 3, Basic 4, Mosca 8, Patry 13, Urnaut 3, Piano 12, Staforini (L), Pesaresi (L), Ishikawa 10, Daldello 0, Maar 12, Kozamernik 7. N.E. Weber, Meschiari. All. Piazza. Kioene Padova: Ferrato 4, Bottolo 16, Vitelli 11, Stern 20, Merlo 6, Canella 7, Danani La Fuente (L), Gottardo (L), Tusch 0, Casaro 2, Milan 2. N.E. Wlodarczyk, Volpato, Fusaro. All. Cuttini. ARBITRI: Luciani, Brancati. NOTE – durata set: 23′, 26′, 27′, 25′, 15′; tot: 116′; MVP Maar

Inizia con una vittoria in rimonta il cammino nei Play Off 5° posto per l’Allianz Powervolley Milano. La squadra di coach Piazza batte 3-2 la Kioene Padova nella prima giornata del girone unico che assegna il pass per l’Europa nella stagione 2021-2022. Dopo aver alzato al cielo la Challenge Cup solo 4 giorni fa in terra turca, la formazione meneghina parte con il piede giusto per centrare l’obiettivo e difendere da campione in carica la competizione il prossimo anno. 16-25, 25-20, 22-25, 25-17, 15-9 i parziali andati in scena all’Allianz Cloud che premiano la prestazione di Milano e consegnano due punti ai padroni di casa, mentre per Padova, che ha giocato una partita coraggiosa e gagliarda, ritorna in Veneto con un punto. Match spumeggiante, aperto dalla passerella di Milano con il trofeo della Challenge Cup nel warm up, primo storico trofeo per il club del presidente Fusaro. Spazio ad un mini tour over per Piazza, che lancia dal primo scambio Basic per Ishikawa e Mosca per Kozamernik, confermando lo zoccolo duro con Sbertoli-Patry, Urnat in banda, Piano al centro e Pesaresi libero. Scelte diverse per Jacopo Cuttini, tecnico dei patavini, che si affida a Ferrato-Stern, Canella-Vitelli, Bottolo-Merlo con Gottardo libero. Il primo set è a tinte bianconere: Milano è visibilmente stanca e probabilmente appagata dalla vittoria della Challenge, mentre il coraggio dei giovani veneti è l’arma a sorpresa di Cuttini, che chiude con il 60% in attacco (contro il 38% di Milano), portando a casa il set 16-25. Ben altro tenore nella frazione successiva: Milano scende in campo più determinata (c’è Maar al posto di Urnaut), con la squadra di Piazza che stacca gli avversari nella parte finale e con Mosca chiude per il 25-20. La reazione ospite però non si fa attendere: Milano fatica con il suo opposto (20% nel set), mentre Padova trova in Bottolo un’arma immarcabile (56% con 6 punti) per riportarsi avanti nel conto dei set: 22-25. Veemente risposta di Milano che si riscatta immediatamente con energia e determinazione, costruendosi fin da subito un vantaggio importante gestito fino al termine del set (25-17), chiuso dal primo tempo di Kozamernik. L’equilibrio iniziale del tie break è rotto dallo sprint meneghino: due ace consecutivi di Ishikawa portano Milano sul 10-6, con il punto finale che porta la firma di Sbertoli per il 15-9. Sono i numeri a premiare la prestazione di Milano, che eccelle a muro (13 muri vs 3), chiudendo in attacco con il 50% di squadra. Ad incidere sull’equilibrio del confronto l’ingresso in campo di Maar (12 punti con il 52%), premiato MVP della contesa, con il best scorer del match che è invece Stern (20 punti). Prossimo appuntamento per Milano mercoledì in casa contro Cisterna di Latina, mentre Padova sarà impegnata in trasferta a Ravenna.

MVP: Stephen Maar (Allianz Milano)

Stephen Maar (Allianz Milano): “Dopo la vittoria della Challenge Cup, era un po’ difficile giocare: il viaggio è stato lungo e duro, la tensione è stata molto alta durante la Coppa, che era il nostro obiettivo, e si era un po’ abbassata. Adesso dobbiamo difendere questo titolo e vincere questi Play Off per il quinto posto e conquistarci un’altra chance per giocare la Coppa il prossimo anno. Bisogna recuperare un po’ di energia per focalizzarci sul prossimo obiettivo. Giocare ogni tre giorni è difficile, ma quest’anno è così: da quattro mesi abbiamo questo ritmo, dobbiamo essere in grado di essere intercambiabili”.
Leonardo Ferrato (Kioene Padova): “Ci siamo divertiti: questo torneo ci dà la possibilità di giocare con chi durante la stagione è stato meno impiegato. Dobbiamo ringraziare la società per questa opportunità che dobbiamo cercare di cogliere. Siamo un gruppo giovane che vuole divertirsi in campo. Oggi abbiamo messo in difficoltà una squadra forte come Milano, ma dalle prossime partite speriamo anche di poter vincere. Oggi sicuramente abbiamo fatto una bella prestazione”.

Classifica Girone Play Off 5° Posto:
Top Volley Cisterna 3, Gas Sales Bluenergy Piacenza 2, Allianz Milano 2, Consar Ravenna 2, Leo Shoes Modena 1, Kioene Padova 1, NBV Verona 1, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0

Il programma
2a giornata Girone Play Off 5° Posto SuperLega Credem Banca
Mercoledì 31 marzo 2021, ore 17.00
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – NBV Verona
Diretta Eleven Sports
Arbitri: Brancati, Caretti (da definire)
Video Check: da definire
Segnapunti: da definire

Mercoledì 31 marzo 2021, ore 18.00
Allianz Milano – Top Volley Cisterna
Diretta Eleven Sports
Arbitri: Giardini, Boris (da definire)
Video Check: da definire
Segnapunti: da definire

Mercoledì 31 marzo 2021, ore 19.00
Gas Sales Bluenergy Piacenza – NBV Verona
Diretta Eleven Sports
Arbitri: Sobrero, Braico (da definire)
Video Check: da definire
Segnapunti: da definire

Mercoledì 31 marzo 2021, ore 20.00
Consar Ravenna – Kioene Padova
Diretta Eleven Sports
Arbitri: Pozzato, Saltalippi (da definire)
Video Check: da definire
Segnapunti: da definire

Articoli correlati:

  1. Play Off Scudetto SuperLega Credem Banca: Civitanova supera Modena 3-0 e si porta avanti nella serie
  2. SuperLega Credem Banca: la Leo Shoes si porta avanti nella serie
  3. Play Off Scudetto Credem Banca: la Sir Safety Conad si porta avanti 1-0 nella serie, Cucine Lube ko in 3 set
  4. A1 Play Off Scudetto> Gara 3 a Osimo: la Copra Elior Piacenza si porta in vantaggio 2-1 nella serie dopo un’epica battaglia al tie break con la Cucine Lube Banca Marche Macerata.
  5. Play Off A2 Credem Banca: Livorno si impone al tie break e porta Lagonegro a gara 3.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002