CM> Pallavolo 2000 Ostuni, doppio ko in tre giorni per l’Orthogea

Due impegni ravvicinati e nessun punto guadagnato. Il bilancio delle due trasferte di domenica 28 e mercoledì 31 marzo, rispettivamente a Bari e Castellana, valide come settima e ottava giornata del Campionato di Serie C, non ha sorriso alla Pallavolo 2000 Ostuni, sconfitta dai team padroni di casa con lo stesso punteggio di 3 set ad 1.

Domenica sera al Palasport Cus di Bari, coach Giacomo Viva deve fare a meno del libero titolare Nero, sostituito dal giovane Asciano, al palleggio capitan Semeraro, i fratelli Adriano e Dario Polignino con Scaramuzzi completano il reparto schiacciatori, Lenoci ed il ritrovato Siena al centro. Nel primo set è l’Ostuni a cercare l’allungo sul 18-14 che costringe la panchina avversaria al timeout, il vantaggio ospite si assottiglia sul 22-21, ma i gialloblu riescono comunque a prevalere sul mani-out di Scaramuzzi che vale il 25-22 e l’1 a 0. Di slancio l’Orthogea inizia nel migliore dei modi il secondo set, avanti 3-0 e 7-4, tre punti di margine che persistono fino a metà set, quando i padroni di casa accorciano, provando il sorpasso. Ostuni gioca la carta Pompigna a dare centimetri a muro, sul 19 pari l’attacco lungolinea di A.Polignino è impreciso e Bari abbozza la fuga, ma l’Orthogea la riprende: D.Polignino annulla la prima palla set, Scaramuzzi la seconda, ma il muro barese piazza il 28-26 dell’1 a 1. Terzo parziale a tinte biancorosse, Viva inserisce Pacucci e Pompigna, ma il Cus Bari fa 25-19 e 2 a 1. Il contraccolpo psicologico atterrisce l’Orthogea, mai in gioco nel quarto parziale, condotto dai padroni di casa fino al 25-12 del 3 a 1.

Nella serata di mercoledì al PalaValleditria di Castellana, per la prima gara di ritorno, mister Viva recupera il libero Nero, perde il palleggiatore Carbotti ma ritrova Parisi. Il sestetto dunque è il solito, con A.Polignino e Scaramuzzi in banda, Semeraro palleggiatore a completare la diagonale con l’opposto D.Polignino, Siena e Lenoci al centro e Nero libero. L’Ostuni prova subito l’allungo (14-10) Castellana recupera (15 pari) e opera il sorpasso (20-16), aggiudicandosi poi il primo set 25-19. Trascinata da uno straripante Primavera, la Project Volley domina l’avvio del secondo set (17-11), l’Orthogea però recupera con merito e si porta ad una sola lunghezza (18-17). Dopo il timeout i padroni di casa ristabiliscono le distanze e il 25-21 finale vale il 2 a 0. Nel terzo set mister Viva inserisce Pacucci fuorimano, ma è costretto a chiamare subito timeout con i suoi sotto 4-0. Sul seguente 6 a 0 in campo D’Amico al centro. Con pazienza e determinazione, una manciata di punti per volta, l’Orthogea riesce nell’impresa di riaprire un set (15 pari) e dunque un match, che sembravano ormai ai titoli di coda. Nei punti finali A.Polignino e D’Amico spingono i gialloblu al 25-22 del 2 a 1. Il quarto set regala grande equilibrio, ma sono nuovamente i padroni di casa a guadagnare un leggero margine che garantisce la tranquillità finale per chiudere i giochi sul 25-20 del 3 a 1.

Le due sconfitte fanno scivolare la Pallavolo 2000 Ostuni dalla seconda alla quarta piazza del girone B, superata proprio dalle due formazioni appena affrontate. Dopo sei incontri giocati, i punti guadagnati sono 7. In attesa di conoscere la data del recupero della sfida casalinga con l’Asem Bari, valida come sesta di campionato, il prossimo appuntamento in calendario con la nona giornata è in programma sabato 10 aprile al PalaCeleste contro Triggiano.

Ufficio Stampa

Articoli correlati:

  1. CM> Vittoria da tre punti per la Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni, Castellana ko
  2. CM> Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni battuta tra le mura amiche, Galatone vince in tre set
  3. CM> Pallavolo 2000 Ostuni ko in trasferta: Specchia batte Orthogea 3 a 1
  4. CM> Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni in campo sabato al PalaCeleste
  5. CM> Pallavolo 2000 Ostuni, una bella Orthogea ko all’esordio

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002