Superlega> La Top Volley Cisterna cede a Padova in tre set.

Tillie: «Dobbiamo voltare pagina in vista della prossima partita»

CISTERNA DI LATINA – La Top Volley Cisterna torna sconfitta dalla seconda trasferta consecutiva in pochi giorni. I pontini cedono in tre set a Padova nel match valido per la quinta giornata dei play-off per il quinto posto: si tratta della prima volta che la formazione di coach Boban Kovac non va a punti in questa appendice al campionato di Superlega che mette in palio un posto nella prossima Challenge Cup. Poca precisione al servizio (15 errori e tre soli ace), scarsa incisività in attacco (36% contro il 51% di Padova) e poca presenza a muro: i pontini restano a quota sette punti e così il match di mercoledì prossimo, a Cisterna, con Modena diventa cruciale per la qualificazione alle semifinali. A Padova, con 18 punti (43%), Bottolo è stato il top-scorer del match mentre per i pontini Sabbi (10 punti, 32%) è stato il più prolifico sul tabellino.

Kevin Tillie: «Siamo delusi perché non siamo riusciti mai a entrare in partita, purtroppo quella di Padova è stata una brutta partita per noi. Non siamo riusciti a essere continui con il servizio e poi, senza la ricezione, tutto il resto del gioco non viene niente: in questa sfida le cose sono andate un po’ come abbiamo giocato durante la regular season e ora, per forza di cose, dobbiamo resettare tutto e voltare pagina in vista della prossima partita».

In avvio di partita coach Boban Kovac ha schierato Sottile in palleggio in diagonale con Sabbi, di banda Cavuto e Tillie con Szwarc e Krick al centro e Cavaccini libero. Dall’altra parte della rete Cuttini ha schierato Padova con Ferrato in palleggio opposto all’ex Top Volley Toncek Stern, laterali Merlo e Bottolo, centrali Vitelli e Cannella con Gottardo libero.

Una Top Volley imprecisa, fallosa al servizio, e poco presente in ricezione, cede il primo set a Padova (25-17). Inizio in salita per i pontini che, sul 3-1 per Padova e dopo appena tre minuti di gioco, perdono temporaneamente Sabbi che s’è ferito al polso, urtando la panchina nel tentativo di recuperare un pallone: molta paura e match sospeso per tanto tempo poi, dopo il trasferimento in infermeria dell’opposto laziale per la medicazione, spazio a Onwuelo. Sul 5-1 per Padova Kovac deve interrompere il gioco con il time-out per riordinare le idee ai suoi. Cisterna sbanda e Padova ne approfitta (17-12) pressando tantissimo con il servizio, grazie a un lungo turno di battuta di Stern: i pontini non riescono a piazzare un break e sul 18-13 Kovac rimanda in campo Sabbi. Cisterna non ricuce e Padova ringrazia (21-13) anche se Sabbi torna a timbrare con il punto del 21-14 che, almeno, fa tirare un sospiro di sollievo per le sue condizioni fisiche.

Cisterna cede anche il secondo set 25-19 perdendo le sicurezze delle partite precedenti. Avvio di set più equilibrato del precedente (7-7) poi sull’8-9 arriva il primo vantaggio della Top Volley: si continua a giocare punto a punto (13-14, 16-14, 17-16) ma con Padova che mette costantemente il muso avanti appoggiandosi molto sui suoi giovani giocatori offensivi e con il supporto di Stern. Cisterna soffre e Padova cresce fino al 22-16 (ace di Bottolo) poi finalmente Sabbi trova il cambio palla giocando sul muro avversario in contrattacco: Tillie sbaglia il servizio con una battuta tattica (23-17), Vitelli realizza un punto diretto per Padova (24-17), Tillie annulla il set point con la pipe del 24-18, anche Szwarc annulla con l’ace (24-19) ma Cuttini spezza il gioco con il time-out e Szwarc, al rientro in campo, trova la rete e pesca il settimo errore di squadra al servizio nel secondo set.

La Top non riesce a riaprire il match e cede 25-15 l’ultimo spicchio di gara. In avvio di terzo set Kovac cambia regista dando spazio a Seganov e sostituendo anche Cavuto con Randazzo: l’avvio è più positivo per Cisterna (3-1), poi Padova sorpassa e piazza il primo strappo del terzo set (9-5) ma Cisterna risponde riducendo lo svantaggio fino all’11-9. Nel corso del set i pontini non riescono a trovare una contromisura ai padroni di casa e subiscono ancora (17-11) pasticciando e subendo il servizio di Padova (17-12). Cisterna non riesce mai ad arginare gli avversari che si staccano definitivamente (22-14), Cavuto realizza il 22-15, poi Bottolo si costruisce il 24-15 con il mani-out e, alla prima occasione Stern chiude i conti con il 25-15.

KIOENE PADOVA – TOP VOLLEY CISTERNA 3 – 0
KIOENE PADOVA: Ferrato 2, Bottolo 18, Gottardo (lib.), Merlo 6, Stern 11, Canella 6, Vitelli 9. Ne: Beccaro, Danani (lib.), Volpato, Milan, Tusch, Casaro, Wlodarczyk, Fusaro. All. Cutini
TOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto 5, Cavaccini (lib.), Sottile 1, Tillie 8, Seganov, Sabbi 10, Rossi, Onwuelo 1, Randazzo 1, Krick 2, Szwarc 5. Ne: Rondoni (lib.), Rossato. All. Kovac
Arbitri: Braico e Piana
Parziali: 25-17 (26′), 25-19 (24′), 25-15 (22′)
Note: Kioene Padova: ricezione 46% (35%), attacco 51%, ace 8 (err. batt. 10), muri pt. 8;
Top Volley Cisterna: ricezione 43% (21%), attacco 36%, ace 3 (err. batt. 15), muri pt. 4.
MVP: Ferrato (Kioene Padova)
Prima della partita è stato osservato un minuto di raccoglimento in ricordo di Michele Pasinato, campione del volley Azzurro scomparso di recente.

Giuseppe Baratta
communication manager of Top Volley Cisterna

Articoli correlati:

  1. Superlega> La Top Volley Cisterna cede a Padova, tanti errori al servizio per i pontini.
  2. Superlega> La Top Volley Cisterna cede a Padova in tre set.
  3. Superlega> La Top Volley Cisterna cede in tre set a Verona.
  4. Superlega> La Top Volley Cisterna cede alla Lube in tre set.
  5. Superlega> La Top Volley Cisterna cede a Piacenza in tre set.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002