Superlega> La Top Volley Cisterna cede con Modena all’ultimo respiro.

Sabbi: «C’è mancata lucidità in una partita fondamentale per noi».

CISTERNA DI LATINA – La Top Volley Cisterna perde con Modena, all’ultimo respiro, nel match valido per la sesta giornata dei play-off per il quinto posto. Al palazzetto dello sport di Cisterna i pontini sono stati sempre avanti ma sul 2-1 non sono riusciti a chiudere i conti e Modena ne ha approfittato per impattare e poi strappare il tie-break ai vantaggi.

Giulio Sabbi: (Top Volley Cisterna): «C’è mancata lucidità e purtroppo abbiamo buttato via una partita che per noi era fondamentale: questa purtroppo è la pallavolo, abbiamo sprecato tante occasioni e Modena è stata brava a sfruttarle. Noi ci proveremo ancora fino alla fine. Per noi è stata una stagione molto complicata, abbiamo avuto anche tanta sfortuna e ora stiamo lottando, ora almeno andiamo in campo con più fiducia e questo è un aspetto positivo in vista della prossima sfida».

Moritz Karlitzek (Leo Shoes Modena): «Sapevamo che quella con Cisterna sarebbe stata una gara decisiva anche perché era decisiva per avvicinarsi alla semifinale di questi Playoff Challenge, quella che abbiamo conquistato è una vittoria meritata, è stato un punto a punto continuo e non abbiamo mai mollato nessun pallone. Tornare qui da ex è sempre emozionante, certo senza il pubblico è tutto diverso, ma questo è una stagione complicata, che va vissuta così, cercando di trovare stimoli e motivazioni differenti».

In avvio di match coach Boban Kovac si affida a Seganov in regia opposto a Sabbi, di banda Tillie e Cavuto con Krick e Szwarc al centro e Cavaccini libero, dall’altra parte della rete Andrea Giani risponde con Christenson in palleggio opposto a Bucchegger, laterali Karlitzek e Rinaldi con Stankovic e Bossi al centro e Grebennikov libero.

La Top Volley Cisterna strappa il primo set a Modena con due ace in sequenza di Tobias Krick e dopo aver annullato sei set point ai modenesi al termine di un parziale equilibrato e combattuto. Sei errori al servizio per la Top e cinque per Modena, un parziale che s’è deciso solo nel finale e che è stato in bilico per tutto il tempo (8-7, 14-18, 20-21) regalando sprazzi di buon volley a momenti di blackout. Finale incredibile con Cisterna che neutralizza Modena e chiude con Krick, a segno per due volte di fila dalla linea dei nove metri. Con 8 punti (75%) il centrale tedesco è stato il top scorer del primo parziale.

La Top cede il secondo parziale 24-26 al termine di un’altra battaglia. Modena parte meglio (9-13, 11-16) ma Cisterna resta aggrappata al set e impatta sul 19-19, coach Giani chiama il time-out per spezzare l’inerzia e da quel momento inizia un’altra sfida nella sfida con i pontini bravi a spingere in attacco e Modena forzando molto al servizio, uno di questi (di Porro, entrato proprio per l’occasione) vale il 22-23, Cisterna poi annulla due set point ma nel finale è ancora Modena a spuntarla. Otto errori al servizio per Modena e due per Cisterna, tre muri punto per i pontini e zero per Modena, in questo secondo set.

La Top Volley si prende il terzo set (25-21) con autorità, dopo essere stata avanti fino al 19-12. Un avvio di parziale concreto, con Sabbi trascinatore e autore di dieci punti (78%) e capace di mettere pressione agli avversari, oltre che con l’attacco, anche con il servizio: pontini subito aggressivi (7-5, 11-7) poi Sabbi schianta a terra il 13-8, Cavuto ruggisce (17-10) e sul 19-12 arriva il massimo vantaggio della Top. Modena incassa ma non molla e prova il recupero ricucendo fino al 24-20.

Avanti 2-1 i pontini cedono solo nel finale il quarto spicchio di gara (23-25), un set di grande equilibrio con la Top un po’ meglio in ricezione e Modena un po’ meglio in attacco: in equilibrio gli errori al servizio, gli ace e i muri vincenti. Modena parte meglio e, sotto 8-11, la Top ricuce con pazienza e con due ace di fila di Sabbi impatta sul 13-13: da questo punto si gioca continuamente punto a punto fino al 23-23, poi Modena conquista il set point con Christenson al servizio (23-24) e sul contrattacco Cisterna non riesce ad annullare con il diagonale di Sabbi da posto due verso uno che esce di poco concedendo il 23-25 a Modena.

I pontini si lasciano sfuggire dalle mani il tie-break combattutissimo, proprio come è stato tutto il match, con i pontini che cambiano campo avanti 8-7 e alla ripartenza è ancora la Top a ruggire a muro (9-7) costringendo Giani a interrompere il gioco con il time-out. Sabbi trascina Cisterna sul 10-8 e Giani chiama ancora tempo: Modena non vuole cedere e ribalta il risultato con Vettori (11-12) così questa volta è Kovac a chiamare il time-out e si continua ancora in equilibrio fino al 13-13 poi Modena preme, Cisterna annulla due match point, ma il finale è dei modenesi (15-17).

TOP VOLLEY CISTERNA – LEO SHOES MODENA 2 – 3
TOP VOLLEY CISTERNA: Cavuto 11, Cavaccini (lib.), Sottile, Tillie 15, Seganov 1, Sabbi 32, Onwuelo, Krick 17, Szwarc 8. Ne: Rossato, Rossi, Rondoni. All. Kovac
LEO SHOES MODENA: Rinaldi 16, Estrada 2, Porro 1, Stankovic 6, Grebennikov (lib.), Christenson 4, Karlitzek 12, Vettori 8, Bossi 11, Buchegger 9. Ne: Petric, Sanguinetti, Mazzone (lib.), Gollini. All. Giani
Arbitri: Talento e Carcione
Parziali: 29-27 (31′), 24-26 (28′), 25-21 (29′), 23-25 (27′), 15-17 (21′)
Note: Top Volley Cisterna: ricezione 55% (28%), attacco 53%, ace 9 (err. batt. 27), muri pt. 10;
Leo Shoes Modena: ricezione 42% (28%), attacco 51%, ace 6 (err. batt. 28), muri pt. 6.
MVP: Christenson (Leo Shoes Modena)

Giuseppe Baratta
communication manager of Top Volley Cisterna

Articoli correlati:

  1. Superlega> La Top Volley Cisterna parte alla grande ma poi cede nella trasferta di Modena.
  2. SuperLega> La Top Volley Cisterna lotta ma cede al tie-break
  3. Superlega> La Top Volley Cisterna cede a Padova in tre set.
  4. Superlega> La Top Volley Cisterna cede in tre set a Verona.
  5. Superlega> La Top Volley Cisterna cede a Piacenza in tre set.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002