A2F> Sigel: La prima volta ai PlayOff è un exploit

Gioia incontenibile, annessi sentimenti contrastanti, ma alla fine l’andata del Quarto di Finale se la aggiudica Marsala in una gara dalle tante peripezie. Al PalaBellina, un primo atto in cui l’ha avuto vinta Pinerolo con parziali importanti e con una sequenza di servizi e di palloni attaccati andati a buon fine e finanche dove ha prevalso un comprensibilissimo stato emozionale delle giovani azzurre che ha tirato loro sù un brutto scherzo con quella falsa partenza. Non è stato così nei successivi tre giochi in cui si concretizza la risposta “fuoco e fiamme” della Sigel e l’enorme abnegazione e la trance agonistica riversata in campo. La formazione di Daris Amadio abbondonata l’emotività del primo parziale, sotto la regia di capitan Demichelis ha sciorinato quella pallavolo bella a vedersi come suo solito nel “fortino” rappresentato dall’impianto di casa e lo fa uscendo vincitrice con punteggio mediano in quattro set, così descritti: [9/25 25/20 27/25 25/18]. Pregevole il contributo realizzativo di Caruso con 12 punti (tanti meriti alla centrale di Niscemi, in una fase complessa della gara, per essere riuscita a scuotere le compagne), Pistolesi con 14 stampi, Gillis forte dei 16 timbri messi a terra. A ridosso della gara, premiazione MVP della stagione con stampa 3D per capitan Demichelis e Gillis con la lettura delle varie motivazioni da parte di Fab Lab Western Sicily. Presente alla gara Cristiano Zatta, direttore generale Lega Volley Serie A femminile a celebrare la prima volta della Sicilia all’accesso dei Playoff per la serie A1.

Starting-six: Le ospiti in questo primo incrocio Playoff presentano il seguente 6+1 al PalaBellina: Boldini e Zago a comporre la diagonale d’attacco palleggiatore/opposto; schiacciatrici Fiesoli e Bussoli; centri Gray e Akrari; libero Fiori.
La Sigel allenata da Daris Amadio schiera la formazione-tipo per questo appuntamento, con queste diagonali: Demichelis/Mazzon; Pistolesi/Gillis; Caruso/Parini; libero Mistretta.

La Cronaca:
Abbastanza interlocutorio il primo parziale. Parte forte Pinerolo che sfrutta la buona vena realizzativa della principale finalizzatrice del suo gioco Zago mettendo tra di sè e la Sigel un primo break importante: 5-11 (ace di Gray e primo discrezionale chiesto da coach Amadio). Al ritorno in campo nuovo ace di Anna Gray ed Amadio effettua il primo cambio: dentro Soleti a sostituire Gillis, salvo poi qualche scambio più avanti tornare in campo la statunitense. Prova a suonare la carica per Marsala Pistolesi che compirà gli altri due punti nella parte centrale. Prenderà un contorno più rotondo il risultato al nuovo discrezionale chiesto da Marsala: 8-19. Pinerolo fa il vuoto. Nel finale di set Colombano va a sostituire Demichelis sull’8-20. Chiude agevolmente Pinerolo sul 9-25.

Ritornano gli stessi sestetti che avevano iniziato l’incontro. All’inizio di secondo set, tra Gray e capitan Zago al produttivo turno in battuta Pinerolo, scappa sull’1-5 (si consuma il primo discrezionale locale). Accorcia due volte Parini con un primo tempo e un attacco centrale: 3-5. Da qui in poi le squadre attraversano una fase incerta e sono incollate al risultato con Pinerolo in minimo vantaggio: 8-9. Zago porta a +2 la sua squadra: 10-12. Poi Marsala per mezzo di Caruso compie il punto e Marsala con Demichelis incaricata del servizio rimonta e realizza un break: 14-10. Nella parte centrale sono tanti gli scambi prolungati. In uno di questi ci pensa una doppia difesa di Mistretta e poi di Demichelis, infine l’azione la risolve Mazzon con un attacco. Ci pensano ad aumentare il cospicuo vantaggio di Marsala le schiacciate di Gillis e Pistolesi. Il punto ultimo lo compie Demichelis direttamente dal servizio per il 25-20 con il quale si fissa il risultato.

L’inizio di quarto è equilibrato: 2-2 (Caruso e Gillis per Marsala, Bussoli e un errore in battuta di Colombano) e 5-5. Si ripete per Marsala lo stesso sliding-doors del set precedente: Situazione di 13-14 va Demichelis in battuta (dalla linea dei nove metri per sette volte di fila). Bravissimo Pinerolo corroborato all’impiego di forze fresche con una vera e propria girandola di cambi (esce pure capitan Zago) a rimettere tutto in discussione da una situazione compromessa di 24-19 (punto di Parini) a compiere un controbreak impensabile arrivati a questo punto della partita. Gray rimanda tutto ai sempre insidiosi vantaggi: 24-24. L’azione successiva è un muro punto di Pistolesi. Ciò nonostante non riesce al primo tentativo a chiudere il set la Sigel. Fiesoli annulla la prima palla set. Il successivo scambio si gioca e Gillis in pipe mette la palla a terra per il 26-25. Attacco di Pinerolo murato dal muro a due di Demichelis e Caruso: tocca con le dita la centrale siciliana ed è 27-25.

Il quarto inizia con grande equilibrio fino al 9-10. Squadre divise da una sola incollatura. Con il risultato parziale che fa come un’altalena nella parte centrale, le due formazioni si trovano nuovamente nella condizione di giocare scambi bellissimi, contraddistinte da grandi difese e coperture, al cui culmine esulta la Sigel. Esce di prepotenza la Sigel che sfonda al centro con Caruso e Parini: 19-16. Dal 21-17 con Demichelis in battuta (la palleggiatrice di Carmagnola resterà dalla linea dei nove metri puntualmente per due volte di fila), la Sigel vola, salvo Pinerolo effettuare un altro punto prima della resa. Gli stampi finali sono di Gillis di seconda e due volte Parini (tra cui un potente muro). Il finale, come si può immaginare, è stato dolce e scandito dalle immancabili foto di rito a sugello di un successo incommensurabile. Replay sabato 15 maggio a Pinerolo alle ore 20.00 per un passaggio del turno al tabellone delle Semifinali per la promozione in A1 a cui crede da stasera anche la Sigel.

Interviste post-gara:

Michele Marchiaro, tecnico della Eurospin Ford Sara Pinerolo, a caldo nel post-gara:

“La nostra avversaria di oggi è partita male perchè penso che la pressione per chi gioca in casa è normale e si fa sentire. Temo possa accadere a noi sabato e che possa capitare a parti invertite. Mi è piaciuto il nostro aggressivo approccio, ma c’è del rammarico per il risultato finale. Dal secondo set siamo calati vistosamente. Non ho comunque nessuno appunto da fare alle mie atlete. Hanno fatto il possibile“.

Daris Amadio, a fine partita, analizza la gara e la prestazione delle sue giovani:

“ Complimenti a loro per come hanno cominciato la partita. Hanno innescato un attacco e un servizio superlativo dominando dal primo all’ultimo punto e poi vincendo nel set iniziale. Siamo riusciti a costruire su palla alta dalla seconda frazione in poi e siamo andati ai finali dei set successivi esprimendo il nostro solito concetto di gioco. Vittoria meritata. Nella partita di ritorno si parte da zero. C’è tanto da fare. Nessun volo pindarico“
Tabellino. Sigel Marsala-Eurospin Ford Sara Pinerolo: 3-1 [9/25 25/20 27/25 25/18]
Sigel Marsala: Parini 10, Mazzon 10, Pistolesi 14, Caruso 12, Demichelis 2, Gillis 16, Mistretta (L), Colombano, Soleti. n.e.: Vaccaro (L), Nonnati, Caserta. Coach: Daris Amadio; vice: Francesco Campisi; Ass. Maurizio Negro
Eurospin Ford Sara Pinerolo: Gray 12, Zago 19, Bussoli 5, Akrari 7, Boldini 3, Fiesoli 15, Fiori (L), Buffo, Pecorari, Allasia. ne: Zamboni, Casalis. Coach: Michele Marchiaro; vice: Alberto Naddeo.
Arbitri: Antonio Gaetano di Lamezia Terme (Catanzaro) e Walter Stancati di Rose (Cosenza)
Note: Gara giocata “a porte chiuse” per le attuali normative antiCovid
Emanuele Giacalone
———————————
UFFICIO STAMPA MARSALA VOLLEY

Articoli correlati:

  1. A2F> La Sigel è matematicamente ai PlayOff
  2. A2F> La Sigel dal PalaBellina si cimenta nello storico PlayOff per l’A1
  3. A2F> Sigel Marsala: La ripartenza è una frenata
  4. A2F> Sigel, questa volta il tie-break ti è clemente
  5. A2F> Sigel: A Busto affermazione da tre punti

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002