Giovanile> La Vpm Volley Angels Project U17F ha chiuso al primo posto il proprio girone

Battendo per 3-2 (25/10; 25/22; 16/25; 15/25; 15/7) la Riviera Samb Volley, la Vpm Volley Angels Project ha chiuso al primo posto il proprio girone del campionato Under 17, dopo un percorso netto di dodici vittorie in altrettante partite. Nell’ultima partita, giocatasi alla palestra Borgo Rosselli di Porto San Giorgio, le rossoblù di Daniele Capriotti avevano l’imperativo di doversi aggiudicare almeno due set per poter chiudere la pratica primo posto e, grazie a una prestazione sontuosa, hanno conquistato quel risultato parziale che spalancava loro le porte della semifinale territoriale contro la Ciù Ciù Offida. Sul 2-0 c’è stato spazio e minutaggio per le atlete meno impiegate in questo campionato e le sambenedettesi ne hanno approfittato per riportarsi in parità, ma il quinto set era la degna passerella conclusiva della Vpm che si aggiudicava l’incontro con merito, di fronte a un avversario tosto che ha comunque guadagnato l’accesso alle semifinali, dove affronterà Pagliare, prima classificata dell’altro girone. L’accesso alle finali regionali è uno degli obiettivi stagionali che Volley Angels Project si è prefissato a inizio stagione e, nonostante le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria, appare alla portata di Maracchione e compagne. Questa la formazione della Vpm: Annunzi (L1), Bastiani, Beretti, Carloni, Casarin, Ceravolo, Ciccalè, De Angelis, Gennari, Macchini, Maracchione, Massi, Orsili, Pediconi, Scagnoli. All.: Capriotti-Ciancio.

Ufficio Stampa

Articoli correlati:

  1. U18F> Adriaservice Volley Angels: primo posto nel raggruppamento
  2. Giovanile> Inizio di campionato Under 17 intenso per la Volley Angels Project
  3. Giovanile> Volley Angels Project: Prosegue a ritmo serrato il lavoro
  4. La qualità del settore giovanile di Volley Angels Project
  5. Giovanile> Volley Angels Project, fine settimana intenso

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002