Superlega> Vero Volley Monza maschile: i numeri di maglia per la stagione 2020-2021

Orduna, Dzavoronok, Calligaro, Galassi e Beretta lo confermano. Davyskiba passa dal 21 al 15, Federici dal 6 al 7. Grozer sceglie il 9

MONZA, 12 LUGLIO 2021 – A quasi un mese di distanza dalla data del raduno, fissata mercoledì 18 agosto, all’Arena di Monza, la Vero Volley Monza di Massimo Eccheli svela i numeri di maglia per l’annata sportiva 2021-2022.

Per la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley, il cui roster è formato da sette atleti confermati e da sette nuovi acquisti, si prospetta una stagione elettrizzante, con il ritorno in Europa, che coinciderà con l’esordio in CEV Cup dopo l’avventura in Challenge del 2018-2019, e l’ottava partecipazione consecutiva al massimo campionato di pallavolo italiano: la SuperLega Credem Banca.

Nel segno della continuità, Santiago Orduna e Tomasz Calligaro, i due interpreti che compongono la cabina di regia rossoblù dalla stagione 2018-2019 hanno confermato i loro numeri di maglia, rispettivamente 5 e 3. Nel reparto dei centrali hanno fatto lo stesso Thomas Beretta, capitano delle ultime tre stagioni, da sette consecutive al Vero Volley, con il suo 13 e Gianluca Galassi, in Brianza dal 2019-2020, prossimo a partecipare alle Olimpiadi di Tokyo 2020 con l’Italia, con l’11. Il bulgaro Aleks Grozdanov e l’italiano Francesco Comparoni, gli altri due atleti al centro per Monza, hanno invece optato per l’1 ed il 6. Continua a scegliere il 4 Donovan Dzavoronok, schiacciatore ceco dei brianzoli dal 2016-2017, tra i giocatori ormai più affermati del campionato italiano, best ace dei suoi nell’ultimo anno, mentre ha cambiato dal 21 al 15 Vlad Davyskiba, talento bielorusso alla seconda stagione in Brianza. Il numero 2 è stato scelto dalla nuova banda bulgara Denis Karyagin, mentre il numero 8 è andato al prodotto delle giovanili monzesi, Alessandro Galliani. Il numero 9, quello del bomber, lo ha scelto chiaramente l’opposto ungherese naturalizzato tedesco Georg Grozer, mentre il 14 se l’è accaparrato l’altro compagno di reparto, il croato Tomislav Mitrasinovic. Un altro protagonista della stagione appena conclusa che ha cambiato numero di casacca è stato Filippo Federici: il libero rossoblù, autore di performance da circoletto rosso che hanno contribuito alla convocazione in nazionale seniores per la VNL 2021, è passato dal 6 al 7, mentre l’altro libero, Marco Gaggini, promosso in prima squadra, ha preso il 20.

ARE YOU READY TO FEEL THE VIBE? – VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=-PV4JAqiBwY

VERO VOLLEY MONZA 2021-2022
Roster
1 Aleks Grozdanov – centrale
2 Denis Karyagin – schiacciatore
3 Tomasz Calligaro – palleggiatore
4 Donovan Dzavoronok – schiacciatore
5 Santiago Orduna – palleggiatore
6 Francescso Comparoni – centrale
7 Filippo Federici – libero
8 Alessandro Galliani – schiacciatore
9 Georg Grozer – opposto
11 Gianluca Galassi – centrale
13 Thomas Beretta – centrale
14 Tomislav Mitrasinovic – opposto
15 Vlad Davyskiba – schiacciatore
20 Marco Gaggini – libero

Staff
1° ALLENATORE
Massimo Eccheli
2° ALLENATORE
Giuseppe Ambrosio
ASSISTENTE ALLENATORI
Francesco Oleni
SCOUTMAN
Luca Berarducci
MEDICO
Carlo Maria Pozzi
FISIOTERAPISTA
Cesare Zanardi
PREPARATORE ATLETICO
Silvio Colnago
ALLENATORE DEL SERVIZIO
Mauro Marchetti
PSICOLOGA
Vittoria Brai
TEAM MANAGER
Francesca Devetag
TEAM MANAGER
Cesare Capetti
DIRETTORE SPORTIVO
Claudio Bonati

Giò Antonelli – Cell.: +39 349.8879385
Ufficio Stampa – Consorzio Vero Volley

Articoli correlati:

  1. Superlega> Vero Volley Monza: il roster completo per la stagione 2019/2020
  2. Superlega> Tomasz Calligaro continuerà a vestire la maglia della Vero Volley Monza
  3. Superlega> Thomas Beretta in maglia Vero Volley Monza per la sesta stagione consecutiva
  4. Superlega> Marko Sedlacek continuerà a vestire la maglia della Vero Volley Monza
  5. Superlega> Daniel Ramirez Pita continuerà a vestire la maglia della Vero Volley Monza

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002