Lo Zar è tornato a casa. Le prime parole di Ivan Zaytsev dopo l’intervento al ginocchio

Nella tarda mattina di oggi Ivan Zaytsev è stato dimesso dalla clinica romana Villa Stuart ed è rientrato nelle Marche per osservare un periodo di riposo prima della riabilitazione. L’intervento al ginocchio destro effettuato ieri dal professor Pier Paolo Mariani è perfettamente riuscito. Nei prossimi giorni saranno pianificati in accordo con il Club tutti gli step da seguire. L’atleta ha già ritrovato il sorriso e dimostra di avere grandi motivazioni.

Ivan, il primo passo è stato fatto senza intoppi.

Zaytsev: “Sono contento che la società A.S. Volley Lube abbia voluto vederci chiaro e mi abbia portato dal Professor Mariani. Mi ha operato il migliore ed è andato tutto per il meglio. Ora la palla passa nelle mie mani”.

Dovrai alternare pazienza e forza d’animo.

Zaytsev: “La strada sarà un po’ lunga, visto che è il primo intervento della mia carriera, ma penso che possa farmi bene. In parte per la sosta, dato che tra Club e Nazionale di solito non mi fermo mai, e poi spero che il problema al ginocchio sia solo un ricordo. I prossimi step per la ripresa sono da concordare anche con la società. Adesso per un po’ rimarrò a riposo. Ci saranno comunque dei controlli con cadenza settimanale”.

Alle Olimpiadi, pur di onorare i gradi di capitano, hai stretto i denti.

Zaytsev: “Cerco sempre di dare il massimo giocando le mie carte nei momenti a disposizione. In quel caso non è bastato per coltivare il sogno di giocarci una medaglia. Fa male, ma è un’esperienza del passato e va archiviata. Da ora in avanti mi aspetto avventure decisamente più positive!”.

Ti sei dato un obiettivo o una data da rispettare per avere motivazioni ulteriori?

Zaytsev: “Sono già molto motivato e vorrei tornare in campo anche subito, ma ovviamente cercherò di rispettare i tempi che mi verranno comunicati e di forzare solo quando sarà possibile, senza però compromettere il buon esito di questo percorso. A darmi il più grande aiuto dovrà essere il mio fisico, nella speranza che non ci siano complicazioni”.

In queste ore il tuo telefono sarà rovente.

Zaytsev: “Negli ultimi giorni ho ricevuto molti messaggi di affetto da tante persone che mi vogliono bene. Alcuni me li aspettavo, altri mi hanno sorpreso. Ne approfitto per ringraziare tutti”.

Il compagno di reparto Gabi Garcia ti ha dedicato belle parole.

Zaytsev: “Le parole di Gabi Garcia mi hanno fatto molto piacere dal punto di vista umano e sono contento che un nuovo compagno dimostri la propria empatia facendo gioco di squadra. Gabi ha entusiasmo e stoffa. Dovrà fare i conti con una bella responsabilità al suo arrivo. Logicamente poi il coach deciderà l’assetto tecnico e tattico del team durante la mia assenza. Ringrazio il mio compagno di reparto per il suo incoraggiamento e spero che la bella vittoria del Porto Rico al torneo Norceca gli dia una spinta per iniziare nel migliore dei modi l’avventura con la Cucine Lube”.

Anche i tifosi sono stati molto calorosi.

Zaytsev: “Lo apprezzo molto! A loro dico che non vedo l’ora di indossare la maglietta della Lube e di lottare in biancorosso. Di sicuro una motivazione importante è tornare a farli emozionare e urlare di gioia durante i match. Mi devono aspettare ancora, ma tornerò in campo il prima possibile”.

UFFICIO STAMPA A.S. Volley Lube
ufficiostampa@lubevolley.it

Articoli correlati:

  1. Intervento chirurgico al ginocchio per Ivan Zaytsev.
  2. Superlega> Cucine Lube e Ivan Zaytsev di nuovo insieme.
  3. Superlega> Sole pieno con pioggia di applausi al Madeira per il ritorno di Ivan Zaytsev alla Cucine Lube Civitanova
  4. Ivan Zaytsev: Vi chiedo scusa e vi spiego perché…
  5. Vincolo Sportivo: la condivisione di Ivan Zaytsev

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002