SuperLega Credem Banca: Il verdetto al termine del turno infrasettimanale

Risultati 4a giornata di Andata SuperLega Credem Banca
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Allianz Milano 0-3 (20-25, 29-31, 23-25)
Cucine Lube Civitanova – Verona Volley 3-0 (25-22, 25-20, 25-20)
Consar RCM Ravenna – Vero Volley Monza 1-3 (17-25, 19-25, 25-19, 14-25)
Gioiella Prisma Taranto – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (19-25, 25-23, 16-25, 17-25)
Leo Shoes PerkinElmer Modena – Gas Sales Bluenergy Piacenza 1-3 (25-20, 21-25, 20-25, 23-25)
Itas Trentino – Kioene Padova 2-3 (25-17, 28-30, 24-26, 25-16, 17-19)

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Allianz Milano 0-3 (20-25, 29-31, 23-25) – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Saitta 3, Borges Almeida Silva 4, Resende Gualberto 8, Nishida 16, Correia De Souza 9, Gargiulo 2, Condorelli (L), Basic 1, Rizzo (L), Partenio 0, Candellaro 5. N.E. Bisi, Nicotra. All. Baldovin. Allianz Milano: Porro 0, Ishikawa 10, Chinenyeze 7, Patry 19, Jaeschke 13, Piano 8, Staforini (L), Pesaresi (L), Daldello 0, Maiocchi 0, Mosca 2. N.E. Djokic. All. Piazza. MVP: Patry

Nella quarta giornata di SuperLega al PalaMaiata una volenterosa Tonno Callipo perde al cospetto di un avversario più concreto e cinico nei momenti decisivi de match. L’Allianz Milano si impone per 0-3 (20-25, 29-31, 23-25) davanti a circa 600 spettatori trascinata da un Patry in serata di grazia (top scorer con 19 punti ed MVP del match) che risulterà inarrestabile nel corso della partita. Dall’altro lato del campo la squadra di Baldovin trascinata dal solito Nishida (16 punti per lui) ha pagato a caro prezzo l’imprecisione sia in ricezione che in attacco con Milano che si è fatta valere in tutti i fondamentali. Sono significativi i 13 muri finali dei meneghini, il 52% in attacco contro il 43% dei calabresi. Anche in ricezione ospiti più attenti con il 65% di positiva a fronte del 59% dei giallorossi. Coach Baldovin schiera la diagonale Saitta-Nishida, Flavio-Gargiulo al centro, Borges-Douglas in banda, libero Rizzo. Al di là della rete il tecnico Piazza opta per Porro in regia e Patry opposto, centrali Chinenyeze-Piano, in posto-4 Jaeschke-Ishikawa, libero Pesaresi. Parte meglio proprio la squadra ospite che gestisce i vantaggi nel primo set grazie all’opposto francese Patry ben supportato dall’americano Jaeschke (13 punti). La Callipo digrigna i denti e nel secondo set, lunghissimo ben 41 punti, mostra di poter pareggiare le sorti del match fallendo sei set point di cui la metà in contrattacco. Dal canto suo Milano si è mostrato più lucido e sul 29-28 per Vibo si è imposto con tre muri vincenti. Nel terzo set è palese la voglia di riscatto della Tonno Callipo che conduce con un paio di punti di vantaggio fino a metà del gioco. Poi però l’equilibrio regna sovrano fino al 23-23 quando l’Allianz produce l’allungo decisivo ai primi vantaggi con un attacco del solito Patry e un primo tempo out di Flavio.

Spettatori: 588
incasso: € 1895,00 .
MVP: Jean Patry (Allianz Milano)

Valerio Baldovin (allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Un avvio in salita anche se fin qui il Campionato ci ha proposto avversari molto ostici. Anche oggi abbiamo fatto vedere che non siamo molto lontani dal riuscire a raggiungere buoni risultati ma contro Milano è stata una partita un po’ strana. A pesare di più sono stati gli errori commessi nei momenti cruciali dei set. Nel primo parziale abbiamo giocato molto bene in cambio palla come più o meno per tutta la gara, ma abbiamo difeso molto poco. Poi abbiamo iniziato ad essere più precisi in difesa però rimane il fatto che nelle situazioni di contrattacco dobbiamo essere molto più concreti. Purtroppo, il calendario fitto di queste settimane non ci permette di lavorare sugli aspetti che devono essere migliorati”.
Roberto Piazza (allenatore Allianz Milano): “Siamo stati molto abili a riprendere le redini del terzo set che sembrava esserci sfuggito di mano più per mancanza nostra che per meriti loro. Poi una volta in svantaggio, la squadra è riuscita a recuperare grazie anche al fondamentale del muro. Soddisfatto della vittoria ma sul piano del gioco potevamo fare qualcosa meglio visto che Vibo ha giocato meno bene rispetto alle partite con Trento e Modena. Tutte le squadre sono ancora in crescita, anche noi siamo ancora a meno del 50% della preparazione. Questo perché abbiamo cambiato gran parte della squadra disponendo del palleggiatore solamente alla fine del pre-campionato”.

Cucine Lube Civitanova – Verona Volley 3-0 (25-22, 25-20, 25-20) – Cucine Lube Civitanova: Sottile 0, Santos De Souza 13, Simon 14, Garcia Fernandez 12, Yant Herrera 15, Anzani 5, Marchisio (L), De Cecco 0, Balaso (L). N.E. Juantorena, Diamantini, Jeroncic, Kovar, Penna. All. Blengini. Verona Volley: Spirito 1, Asparuhov 3, Aguenier 7, Jensen 10, Mozic 14, Cortesia 6, Donati (L), Bonami (L), Wounembaina 0, Vieira De Oliveira 0, Magalini 5, Qafarena 0. N.E. Zanotti, Nikolic. All. Stoytchev. MVP: Yant

La Cucine Lube Civitanova conquista la posta piena in tre set contro Verona Volley. Nella 4ª giornata di andata della SuperLega Credem Banca, il team campione d’Italia ha rotto l’insolito digiuno di vittorie riuscendo finalmente a festeggiare con i tifosi. Dopo la beffa interna con Piacenza e la caduta a Trento in Regular Season, intervallate dal passo falso casalingo in Supercoppa con Monza, i biancorossi, ancora incerottati (out Zaytsev, Juantorena e Kovar), si sono rialzati contro gli scaligeri nel confronto infrasettimanale in notturna tra le mura amiche. Un successo ottenuto con una prova ordinata (25-22, 25-20, 25-20) contro rivali combattivi (per Mozic 14 punti con il 52%), ma ben limitati dagli uomini di Gianlorenzo Blengini nelle fasi topiche della partita. Per i marchigiani, che si portano a 7 punti in classifica, si è confermato essenziale il buon lavoro dai nove metri (7 ace a 2), con Simon e Lucarelli sempre insidiosi. Eccellente la prova in attacco di Yant, MVP e top scorer del match con 15 punti e il 68% di positività. Molto buono anche il contributo del cubano in ricezione. Da elogiare la prova di tutta la squadra e l’avvio di partita del portoricano Garcia Fernandez. Nel primo set (25-22) la Cucine Lube riceve meglio e controlla la situazione con un attacco più incisivo (55% di efficacia), trainato da Garcia (8 punti con il 64% e 1 muro). Il secondo parziale (25-20) rispecchia l’andamento del precedente con la fuga dei biancorossi, concreti nelle offensive (54%), e i veneti a inseguire con Mozic (9 punti con l’80% e un muro). Grande lavoro degli schiacciatori di casa: Yant letale in attacco (6 punti con il 100%), Lucarelli pungente sia su azione che al servizio (6 punti con 2 ace). Nel terzo set (25-20) Verona prova in tutti i modi a rientrare in partita, ma dopo un calo momentaneo, i marchigiani riprendono il pallino del gioco con gli 8 punti di Simon e le folate offensive di Yant e Lucarelli. Visto l’equilibrio in attacco (65%-64%), sono i 3 ace biancorossi a scavare il solco. In arrivo per i biancorossi due turni esterni impegnativi in Lombardia: domenica 7 novembre (ore 15.30) la sfida del 5° turno di andata contro l’Allianz Milano al Mediolanum Forum di Assago, mercoledì 10 novembre (ore 20.30) l’anticipo dell’11ª di andata contro la Vero Volley Monza all’Arena di Monza.

Spettatori: 1.496.
Incasso: € 16.982, 74
MVP: Marlon Yant (Cucine Lube Civitanova)

Marlon Yant (Cucine Lube Civitanova): “Dovevamo vincere questa partita a tutti i costi, ci siamo preparati per farlo e alla fine ce l’abbiamo fatta. Abbiamo lavorato tanto in questi giorni, focalizzandoci sui prossimi impegni e sistemando la nuova formazione. Siamo pronti per il doppio appuntamento ravvicinato tra Milano e Monza”.
Radostin Stoytchev (allenatore Verona Volley): “Il primo set siamo partiti bene, giocando punto a punto, fino alla fine, quando sul 21-18, sono riusciti a scapparci via, ma avevamo davanti giocatori di grande esperienza e questo può succedere. Nel secondo set abbiamo provato a variare il nostro sestetto, cercando di metterli in difficoltà e riuscendoci fino ad un certo punto. Poi nel terzo set Simon ha fatto la differenza dai 9 metri. Abbiamo trattenuto abbastanza bene Anzani e l’opposto, ma Lucarelli e Yant sono passati troppe volte: merito loro. Magalini? È un giovane che dimostra sempre di più che ha voglia e la motivazione giusta per giocare ad alto livello. Mi dispiace che l’arbitro gli abbia fischiato quello che secondo me era un pallonetto, mentre è stato considerata accompagnata. Ha avuto buone percentuali in attacco e sono fiducioso che troverà sempre più spazio nella nostra squadra. La prossima con Taranto? Sarà una partita complicata, ma sono sicuro che la nostra squadra entrerà in campo motivata e convinta. Quando giochiamo in casa, con l’aiuto del nostro pubblico, dobbiamo cercare di giocare meglio, di non commettere errori nei momenti decisivi del match, e crescere giorno per giorno per cercare sempre di più la vittoria”.

Consar RCM Ravenna – Vero Volley Monza 1-3 (17-25, 19-25, 25-19, 14-25) – Consar RCM Ravenna: Biernat 0, Ljaftov 7, Fusaro 5, Klapwijk 16, Vukasinovic 12, Erati 2, Pirazzoli (L), Orioli 0, Ulrich 1, Dimitrov 0, Goi (L), Comparoni 5. N.E. Candeli. All. Zanini. Vero Volley Monza: Orduna 1, Davyskiba 12, Grozdanov 4, Grozer 21, Dzavoronok 16, Galassi 9, Gaggini (L), Calligaro 0, Mitrasinovic 1, Galliani 0, Federici (L), Beretta 1, Karyagin 0. N.E. All. Eccheli. ARBITRI: Vagni, Cappello. MVP: Orduna.

Il Vero Volley come un rullo compressore passa anche a Ravenna e conferma tutto il suo valore tecnico e qualitativo e il suo gran momento. Orduna, mvp, dispensa lezione di regia, Grozer (21 punti) e Dzavoronok (16) sono i più spietati terminali offensivi. La Consar RCM fa quel che può per resistere, lottando a lungo alla pari nel secondo set, vincendo con merito il terzo e tenendo in equilibrio il quarto fino all’8 pari. Brilla Klapwijk (16 punti) e festeggia bene il suo debutto Comparoni, con un terzo set di grande sostanza. Primo set senza storia. Monza prende subito il largo (2-6) e poi incrementa il vantaggio con Orduna che manda a punto tutti i suoi giocatori. Ravenna prova a resistere forzando al servizio e appoggiandosi a Klapwijk (5 punti e 56%). Più equilibrato il secondo set. La Consar RCM cresce di livello e di intensità e si tiene in partita fino al 18-17 a suo favore. Qui sull’asse Dzavoronok-Grozer, il Vero Volley piazza il break di 5 punti che scava il solco. È lo stesso Dzavoronok a chiudere il set con un ace. decisamente impattante il debutto in giallorosso di Comparoni, in prestito dal Monza. Il centrale campione del mondo juniores bagna il debutto con due ace di fila e poi svetta al centro contribuendo insieme a un continuo Klapwijk (8 punti) al margine di vantaggio che la Consar RCM, davvero spettacolare e incisiva in questo terzo parziale, prende nel terzo set, poi vinto con l’errore al servizio di Grozer, autore comunque di 7 punti con un 78% in attacco. Sulle ali dell’entusiasmo Ravenna parte forte anche nel quarto set (4-2). Monza pareggia subito (4-4) e si apre una fase di continui cambi palla. Il Vero Volley prova a fuggire (8-10 e 9-16) piazzando un break che la Consar RCM non riesce a neutralizzare.

Spettatori: 702
MVP: Santiago Orduna

Emanuele Zanini (allenatore Consar RCM Ravenna): “Il coefficiente di difficoltà della gara era molto elevato perché Monza è una squadra dal potenziale, in battuta in primis e poi in attacco, che darà fastidio a tante altre formazioni. In questa partita abbiamo fatto vedere progressi per quanto riguarda soprattutto nel side-out quando siamo riusciti a ricevere. Purtroppo la loro battuta, che è di altissimo livello, ha fatto veramente tanti danni. Ed è una battuta di altissimo livello e difficile da leggere e per la mia batteria di ricevitori che è ancora inesperta in SuperLega vi lascio immaginare le difficoltà che abbiamo incontrato”.
Santiago Orduna (Vero Volley Monza): “Sono contento della vittoria perché dopo il terzo set non si era messa benissimo. Ravenna è una squadra giovane ma ben organizzata, capace di contare su individualità che possono mettere in difficoltà tutti. Hanno potuto sfruttare un nostro piccolo calo, spingendo bene al servizio e questo ci ha creato difficoltà. Poi però siamo tornati a giocare come abbiamo approcciato la gara, esprimendo la nostra pallavolo solida ed efficace. Stiamo lavorando bene in palestra, abbiamo voglia di spingere come gruppo e anche stasera l’abbiamo dimostrato. Sono contento perché dopo aver perso il terzo gioco, siamo tornati forte portandoci a casa questi tre punti preziosi”.

Gioiella Prisma Taranto – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (19-25, 25-23, 16-25, 17-25) – Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 1, De Barros Ferreira 8, Di Martino 5, Sabbi 20, Randazzo 11, Alletti 5, Pochini (L), Stefani 1, Gironi 1, Laurenzano (L), Palonsky 0. N.E. Freimanis, Pellegrino. All. Di Pinto. Sir Safety Conad Perugia: Giannelli 5, Anderson 7, Mengozzi 5, Rychlicki 15, Leon Venero 15, Solé 10, Piccinelli (L), Colaci (L), Plotnytskyi 2, Ter Horst 1, Travica 1, Ricci 5. N.E. Dardzans, Russo. All. Grbic. MVP: Giannelli.

La Gioiella Prisma Taranto non riesce nel miracolo e subisce la terza sconfitta stagionale, la seconda interna: al PalaMazzola, la squadra di coach Di Pinto cede per 1-3 (19-25, 25-23, 16-25, 17-25) contro la Sir Safety Conad Perugia nel turno infrasettimanale valido per la 4^ giornata del campionato di SuperLega Credem Banca. Alla compagine ionica non bastano i 20 punti di Sabbi, top scorer dei rossoblù, per penetrare la difesa della formazione umbra.

Spettatori: 750
Incasso: € 10.761
MVP: Simone Giannelli (Sir Safety Conad Perugia)

Gabriele Laurenzano (Gioiella Prisma Taranto): “Contro Perugia sapevamo che sarebbe stata una partita ostica, abbiamo però sfruttato tutte le occasioni che ci sono state offerte, cosa che non siamo riusciti a fare contro Monza. Pertanto, siamo riusciti a strappare un set a Perugia che è una delle squadre più forti in questo momento”.
Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): È andata abbastanza bene per la vittoria, nei set finali abbiamo gestito molto bene il gioco. Peccato per la fase centrale del secondo set in cui abbiamo commesso qualche errore di troppo mentre Taranto è stata più cinica. Tra l’altro nel campionato italiano non puoi mollare un attimo altrimenti rischi di perdere e stasera è stata l’ennesima dimostrazione”.

Leo Shoes PerkinElmer Modena – Gas Sales Bluenergy Piacenza 1-3 (25-20, 21-25, 20-25, 23-25) – Leo Shoes PerkinElmer Modena: Mossa De Rezende 0, Ngapeth E. 22, Sanguinetti 2, Abdel-Aziz 12, Leal 9, Mazzone 6, Gollini (L), Stankovic 1, Van Garderen 6, Sala 1, Rossini (L). N.E. Ngapeth S., Tauletta, Bellanova. All. Giani. Gas Sales Bluenergy Piacenza: Brizard 4, Rossard 14, Caneschi 1, Lagumdzija 25, Recine 17, Holt 7, Catania (L), Stern 0, Scanferla (L), Antonov 0, Cester 4, Pujol 0. N.E. Tondo, Russell. MVP: Lagumdzija

La Leo Shoes PerkinElmer Modena di Andrea Giani perde al PalaPanini con Piacenza la quarta di Superlega. La Leo Shoes PerkinElmer parte con la diagonale Bruno-Abdel Aziz, in banda ci sono Earvin Ngapeth e Leal, al centro Sanguinetti-Mazzone, il libero è Salvatore Rossini. Piacenza risponde con la diagonale Brizard – Lagumdzija, in banda ci sono Rossard e Recine, al centro Holt e Caneschi, il libero è Scanferla. Partono fortissimo le due squadre che giocano un volley spettacolare davanti ad un PalaPanini delle grandi occasioni, 13-14. Il muro a uno di Mazzone su Holt porta i gialli sul 14-14. Piazza il break Modena che si porta sul 21-18. La Leo Shoes PerkinElmer chiude il primo parziale 25-20. Parte fortissimo la squadra di Giani nel secondo set, trascinata da Ngapeth, 6-2. Cambia passo Piacenza che con un Brizard ispiratissimo riporta in parità il parziale, 9-9. Alza i giri del motore Modena, 16-15 e PalaPanini che spinge. Si arriva al 19-19 e il set è tiratissimo. Scappa via Piacenza che chiude 21-25. Nel terzo parziale la Leo Shoes PerkinElmer va sul 7-5. Non ci stanno Brizard e compagni che con Recine e Lagumdzija ribaltano il set, Piacenza va sull’8-13. Non si fermano i biancorossi, 15-22 e poi set chiuso 20-25. Il quarto set è punto a punto serrato, 9-11. Va sul 16-21 Piacenza che chiude il set 23-25 e 1-3 il match.

Spettatori: 2918
Incasso: € 30.226
MVP: Adis Lagumdzija (Gas Sales Bluenergy Piacenza)

Andrea Giani (allenatore Leo Shoes PerkinElmer Modena): “Siamo una squadra troppo umorale, dobbiamo avere maggiore equilibrio, ho rivisto tanti degli errori fatti con Monza, non possiamo permetterci dei cali come quelli di oggi. Leal? Era in difficoltà in ricezione e ho fatto entrare Van Garderen, che ha fatto bene. Dobbiamo lavorare tanto, lo faremo”.
Francesco Recine (Gas Sales Bluenergy Piacenza): “È stata una grande partita, secondo me abbiamo fatto vedere quello che possiamo fare, ma possiamo fare ancora di più. Dopo un periodo difficile si risale sempre e temevamo Modena che è una squadra forte. Non ci aspettavamo una squadra sottotono. Hanno giocato sempre, ma noi abbiamo lavorato molto sulla battuta”.

Itas Trentino – Kioene Padova 2-3 (25-17, 28-30, 24-26, 25-16, 17-19) – Itas Trentino: Sbertoli 1, Michieletto 8, Lisinac 13, Pinali 18, Kaziyski 17, Podrascanin 9, De Angelis (L), Zenger (L), Cavuto 2, Sperotto 0, Lavia 10, D’Heer 1. N.E. Albergati. All. Lorenzetti. Kioene Padova: Zimmermann 0, Loeppky 11, Vitelli 12, Weber 22, Bottolo 24, Volpato 2, Bassanello (L), Zoppellari 0, Schiro 0, Gottardo (L), Canella 6, Petrov 7, Guzzo 0. MVP: Bottolo.

Sono servite oltre due ore di gioco alla BLM Group Arena per assegnare il successo nel match più lungo ed emozionante dell’intera quarta giornata di SuperLega Credem Banca. Il risultato ha premiato, a sorpresa la Kioene Padova, capace di imporsi al quinto set al termine di una battaglia che ha lasciato l’amaro in bocca all’Itas Trentino, non in grado di sfruttare quattro match ball al tie break, e anche l’infortunio di Alessandro Michieletto, scavigliatosi durante il finale di secondo set. Sino a quel momento i padroni di casa avevano condotto con buona personalità il match; successivamente la sfida è diventata molto più incerta, con gli ospiti bravi a dimostrarsi pugnaci e determinati in tutti i set finiti ai vantaggi: il secondo, il terzo ed anche il quinto. Bottolo, mvp del match, è stato fondamentale per garantire alla propria squadra la terza vittoria consecutiva, ma anche Weber e Vitelli sono state spine nel fianco del sistema di gioco gialloblù in cui il miglior marcatore è risultato Pinali, schierato sin dal via al posto di Pinali (poi comunque in campo dal secondo set complice lo stop di Michieletto)

Spettatori: 1.183
MVP: Mattia Bottolo (Kioene Padova)

Angelo Lorenzetti (allenatore Itas Trentino): “Non è stata una serata semplice per tanti motivi, ma dobbiamo anche rendere il merito a Padova che ha giocato una grande partita e non ci ha regalato nulla, specialmente nei set finiti ai vantaggi. Non è comunque tutto da buttare, ma ci rimane il rammarico di non aver chiuso positivamente il quinto set. Questa è la SuperLega e dobbiamo accettare difficoltà e lotte punto a punto”.
Mattia Gottardo (Kioene Padova): “Siamo venuti qui senza avere nulla da perdere, abbiamo dato il massimo. Senza paura, e per fortuna la partita si è incanalata nel migliore dei modi”.

Classifica SuperLega Credem Banca
Gas Sales Bluenergy Piacenza 10, Itas Trentino 10, Vero Volley Monza 10, Sir Safety Conad Perugia 9, Kioene Padova 7, Cucine Lube Civitanova 7, Allianz Milano 6, Leo Shoes PerkinElmer Modena 3, Top Volley Cisterna 3, Gioiella Prisma Taranto 3, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3, Consar RCM Ravenna 1, Verona Volley 0.
1 incontro in meno: Sir Safety Conad Perugia, Allianz Milano, Leo Shoes PerkinElmer Modena, Top Volley Cisterna.

Il prossimo turno
5a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Sabato 6 novembre 2021, ore 18.00
Top Volley Cisterna – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia
Diretta RAI Sport Canale 58
Diretta Volleyball TV
Arbitri: Zavater, Carcione (Mannarino)
Video Check: Paris
Segnapunti: Salvati

Domenica 7 novembre 2021, ore 15.30
Verona Volley – Gioiella Prisma Taranto
Diretta Volleyball TV
Arbitri: Piperata, Boris (Pettenello)
Video Check: Cristoforetti
Segnapunti: Rizzardo

Allianz Milano – Cucine Lube Civitanova
Diretta Volleyball TV
Arbitri: Puecher, Cerra (Rusconi)
Video Check: Lobrace
Segnapunti: Pisani

Domenica 7 novembre, ore 18.00
Sir Safety Conad Perugia – Itas Trentino
Diretta RAI Sport Canale 58
Diretta Volleyball TV
Arbitri: Zanussi, Simbari (Bolici)
Video Check: Giulietti
Segnapunti: D’Auria

Vero Volley Monza – Gas Sales Piacenza
Diretta Volleyball TV
Arbitri: Piana, Cesare (Pasquali)
Video Check: Fumagalli
Segnapunti. Balconi

Domenica 7 novembre, ore 20.30
Consar RCM Ravenna – Leo Shoes PerkinElmer Modena
Diretta Volleyball TV
Arbitri: Frapiccini, Luciani (Angelucci)
Video Check: Marchetti
Segnapunti: Righi

Riposa: Kioene Padova

Serie A2 e A3 Credem Banca
Statistiche in pillole

Big in A2
Samuel Onwuelo (Emma Villas Aubay Siena): 26 punti, 67% in attacco, 1 muro e 3 aces.
Kristian Gamba (HRK Motta di Livenza): 29 punti, 57% in attacco, 1 muro e 3 aces.
Matheus Motzo (Pool Libertas Cantù): 34 punti, 54% in attacco, 6 muri e 3 aces.
Giacomo Bellei (Delta Group Porto Viro): 24 punti, 54% in attacco, 2 muri e 1 ace.
Alessandro Preti (Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo): 58% in attacco, 1 muro, 3 aces e il 25% di ricezione perfetta.
Miglior Palleggiatore: Dante Chakravorti (Synergy Mondovì): 5 punti, 100% in attacco e 1 ace.
Juan Ignacio Finoli (Agnelli Tipiesse Bergamo): 5 punti, 50% in attacco, 2 muri e 1 ace.
Antonio Del Fra (Sieco Service Ortona): 5 punti, 100% in attacco, 1 muri e 3 aces.
Miglior Cambio: Alessio Tallone (Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo): 8 punti, 67% in attacco e il 33% di ricezione perfetta.
Miglior Centrale: Riccardo Copelli (Pool Libertas Cantù): 17 punti, 57% in attacco, 4 muri e 1 ace.
Miglior Libero: Egon Lamprecht (Delta Group Porto Viro): 13 ricezioni perfette (46%).

Big in A3
Edvinas Vaskelis (Volley Team San Donà di Piave): 20 punti, 59% in attacco e 1 ace.
Iliyan Prespov (OmiFer Palmi): 20 punti, 50% in attacco e 3 muri.
Hidde Boswinkel (Maury’s Com Cavi Tuscania): 26 punti, 49% in attacco e 1 muro.
Michele Morelli (Ismea Aversa): 25 punti, 59% in attacco e 1 muro.
Matteo Paoletti (Leo Shoes Casarano): 21 punti, 39% in attacco e 2 muri.
Bruno Vinti (Aurispa Libellula Lecce): 21 punti, 44% in attacco e 3 muri.
Miglior Palleggiatore: Filippo Maccabruni (Da Rold Logistics Belluno): 9 punti, 40% in attacco, 5 muri e 1 ace.
Miglior Centrale: Giancarlo Rau (Aurispa Libellula Lecce): 16 punti, 72% in attacco e 3 muri.
Miglior Cambio: Luca Chiapello (Vigilar Fano): 7 punti, 27% in attacco e 3 muri.
Miglior Libero: Luca Samuele Maria Colombo (Gamma Chimica Brugherio): 16 ricezioni perfette (53%).

Articoli correlati:

  1. SuperLega Credem Banca: turno infrasettimanale. Mercoledì 7 novembre sei gare.
  2. SuperLega Credem Banca: il turno si apre venerdì alle 18.00 con il derby lombardo tra Milano e Monza
  3. Turno Preliminare SuperLega Credem Banca: I numeri di gara 2
  4. Play Off 5° Posto SuperLega Credem Banca: turno al via sabato con Padova – Cisterna
  5. SuperLega Credem Banca: il primo turno si chiude mercoledì 30 settembre alle 20.30 con Perugia – Vibo Valentia

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002