SuperLega Credem Banca: Perugia domina in casa con Vibo.

Milano scongiura la rimonta patavina ai vantaggi del quarto set. Modena va sotto 2-0 a Cisterna, ma reagisce e passa al tie break

Risultati 10a giornata di andata Superlega Credem Banca:
Giocata alle 15.30:
Sir Safety Conad Perugia – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-22, 25-13)

Giocate alle 18.00:
Allianz Milano – Kioene Padova 3-1 (25-21, 25-21, 17-25, 26-24)

Top Volley Cisterna – Leo Shoes PerkinElmer Modena 2-3 (27-25, 25-19, 18-25, 18-25, 11-15)

Giocata ieri:
Verona Volley – Consar RCM Ravenna 3-1 (25-16, 25-17, 22-25, 25-20)

Giocate il 18 novembre 2021
Cucine Lube Civitanova – Gioiella Prisma Taranto 3-0 (25-20, 25-21, 25-12)

Itas Trentino – Gas Sales Bluenergy Piacenza 3-1 (25-15, 21-25, 25-21, 25-23)

Riposa: Vero Volley Monza

Sir Safety Conad Perugia – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-22, 25-13) – Sir Safety Conad Perugia: Giannelli 1, Anderson 6, Russo 5, Rychlicki 10, Leon Venero 13, Solé 8, Piccinelli (L), Travica 1, Colaci (L), Ter Horst 2, Plotnytskyi 6, Ricci 2. N.E. Dardzans, Mengozzi. All. Grbic. Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Saitta 0, Resende Gualberto 3, Borges Almeida Silva 9, Basic 6, Gargiulo 4, Correia De Souza 0, Condorelli (L), Bisi 0, Rizzo (L), Nicotra 6, Partenio 0, Candellaro 0. N.E. Laurendi. All. Baldovin. ARBITRI: Caretti, Frapiccini. NOTE – durata set: 31′, 31′, 24′; tot: 86′. Spettatori: 1.953. MVP: Rychlicki.

Pronostico rispettato al PalaBarton, dove la Sir Safety Conad Perugia supera in tre set la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nell’anticipo domenicale della decima di andata di Superlega. Successo rotondo per gli uomini di Nikola Grbic che continuano la loro scalata al vertice della classifica, segnano ancora il passo i calabresi di coach Valerio Baldovin. Partita sempre in controllo per i padroni di casa, spinti dal sostegno dei duemila saliti a Pian di Massiano, con l’eccezione del finale di secondo set quando Vibo, grazie ai colpi di Mauricio Borges, arriva fino al -2 (23-21) per poi cedere 25-22. Il tecnico degli umbri utilizza tutta la rosa a sua disposizione, ottenendo risposte importanti anche dai giocatori meno impiegati finora, mentre Vibo, pur non trovando punti, può sorridere per l’ottimo ingresso fin dalla metà del primo set del classe 2002 Nicotra. I numeri del match mettono la firma al risultato finale, con Perugia migliore in tutti i fondamentali: al servizio (5 ace contro 1), in ricezione (57% di positiva contro 36%), in attacco (49% di efficacia contro 31%) e a muro (11 vincenti contro 1). MVP un ottimo Kamil Rychlicki. L’opposto lussemburghese gioca una gara concreta e chiude a 10 punti con 2 ace e 2 muri. Doppia cifra in casa bianconera anche per Leon (13 punti). Il best scorer di Vibo è Mauricio Borges con 9 palloni vincenti.

Spettatori: 1.953
MVP: Kamil Rychlicki (Sir Safety Conad Perugia)

Kamil Rychlicki (Sir Safety Conad Perugia): “Adesso scendiamo in campo ogni tre giorni, è importante in questo periodo tenere un livello buono di gioco. Lo stiamo facendo e questa vittoria dimostra che siamo sulla strada giusta. Stasera la fase di muro-difesa ha funzionato bene, poi quando abbiamo aumentato la pressione in battuta sbagliando meno c’è stata l’accelerata”.

Davide Candellaro (Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Purtroppo per noi le cose non stanno andando per il verso giusto e quando sopraggiunge la tensione diventa tutto più complicato. È evidente che quando avvertiamo troppo la pressione non riusciamo a far bene neanche ciò che di solito ci riesce meglio. Avevamo messo in conto che Perugia ci avrebbe dato filo da torcere e probabilmente dovevamo giocare con un atteggiamento più spensierato. Da adesso in poi, qualunque sarà il livello dei nostri avversari, abbiamo la necessità di fare punti per risollevarci in classifica”.

Allianz Milano – Kioene Padova 3-1 (25-21, 25-21, 17-25, 26-24) – Allianz Milano: Porro 4, Ishikawa 11, Chinenyeze 10, Romanò 10, Jaeschke 18, Piano 8, Staforini (L), Mosca 1, Pesaresi (L), Daldello 0, Maiocchi 2. N.E. Djokic. All. Piazza. Kioene Padova: Zimmermann 3, Loeppky 14, Vitelli 12, Weber 17, Bottolo 14, Volpato 3, Schiro 0, Zoppellari 0, Bassanello (L), Gottardo (L), Canella 4, Petrov 0. N.E. Guzzo, Crosato. All. Cuttini. ARBITRI: Cappello, Canessa. NOTE – durata set: 27′, 27′, 23′, 31′; tot: 108′. Spettatori: 1.612. MVP: Jaeschke.

La Powervolley celebra nel migliore dei modi la maglia celebrativa per la Prima del Teatro alla Scala battendo Padova 3-1. Un successo fondamentale perché dopo due maratone al tie break (una persa e una vinta) arrivano di nuovo i tre punti che possono diventare molto preziosi in vista di un finale di girone d’andata tutt’altro che semplice con le trasferte di Modena e Taranto e la sfida casalinga contro Trento. MVP del match è Thomas Jaeschke, autore di 18 punti e di un ottimo 55% in attacco su 31 tentativi. Con Patry ancora fermo ai box per un affaticamento muscolare, la Powervolley inizia come contro Ravenna con Porro-Romanò sulla diagonale principale. Completano il sestetto i soliti Jaeschke-Ishikawa, Piano-Chinenyeze e Pesaresi. Padova parte con Zimmermann al palleggio, Weber opposto, Bottolo-Loeppky in banda, Vitelli-Volpato al centro e libero Gottardo. Milano comincia col piglio giusto, concreta in attacco e attenta in difesa. Pronti, via e i padroni di casa comandano il gioco, ma Padova tiene duro (22-20) e crolla solo nel finale (25-21) sulla giocata di Jaeschke. Nel secondo parziale Padova inizia meglio e vola sul +4 (6-10), ma Milano non si ricompone e trova il pari sfruttando qualche errore di misura dei patavini (12-12). Il sorpasso arriva sull’azione successiva con un pallonetto di Jaeschke. Lo strappo decisivo lo fa la Powervolley nel finale, portandosi dal 19-18 al 22-18. Il punto conclusivo è targato ancora Jaeschke con un mani out (25-21). Il terzo set è tutto in favore dei patavini, subito sul +6 (4-10) dopo l’ace di Bottolo. Questa volta, però, la reazione non c’è: Padova tocca il +8 sul 7-15 e chiude con lo stesso margine sul 17-25 sfruttando un muro di Vitelli su Jaeschke. Nel quarto set Milano sfrutta un turno al servizio eccellente di Romanò (due ace) per allungare sul 9-5. Piano e compagni sembrano controllare senza problemi fino al 13-8, poi Padova inizia a farsi sotto e agguanta il pareggio a quota 20. Il finale è punto a punto: chiude Ishikawa sul 26-24 al secondo tentativo.

Spettatori: 1.612
MVP: Thomas Jaeschke (Allianz Powervolley Milano)

Nicola Pesaresi (Allianz Milano): “Era una partita difficile, contro una squadra che gioca un’ottima pallavolo e che forza molto il servizio. Siamo davvero contenti di aver portato a casa i tre punti davanti al nostro pubblico. La vittoria è stata fondamentale per lo scontro diretto per il settimo posto e anche in previsione delle partite molto impegnative prima della pausa natalizia”.

Jan Zimmermann (Kioene Padova): “Abbiamo commesso un po’ troppi errori oggi, ma nonostante questo ce la siamo sempre giocata e abbiamo sfiorato il tie break. Forse potevamo fare qualcosa in più nei primi due set, nei prossimi allenamenti e nella gara di mercoledì cercheremo di cancellare ciò che non ha funzionato oggi”.

Top Volley Cisterna – Leo Shoes PerkinElmer Modena 2-3 (27-25, 25-19, 18-25, 18-25, 11-15) – Top Volley Cisterna: Baranowicz 2, Rinaldi 12, Bossi 11, Dirlic 15, Maar 19, Zingel 4, Picchio (L), Saadat 0, Cavaccini (L), Raffaelli 1, Wiltenburg 4. N.E. Giani. All. Soli. Leo Shoes PerkinElmer Modena: Mossa De Rezende 0, Ngapeth E. 18, Mazzone 12, Abdel-Aziz 24, Leal 18, Stankovic 9, Gollini (L), Sanguinetti 0, Van Garderen 0, Rossini (L), Ngapeth S. 0, Salsi 0. N.E. Sala. All. Giani. ARBITRI: Giardini, Curto. NOTE – durata set: 31′, 27′, 26′, 28′, 17′; tot: 129′. Spettatori: 945. MVP: Abdel-Aziz

Partita di cartello anche questa domenica a Cisterna. Dopo Civitanova, al Palasport la Top Volley ospita Modena un’altra grande della pallavolo italiana per la 10ª giornata di andata. I ragazzi di coach Fabio Soli non sono per nulla intimiditi e nel primo set si portano subito avanti 10-7 con Baranowicz che manda a punto tutti i suoi compagni. Gli ospiti si rifanno sotto nel turno di battuta con Stankovic, che mette in difficoltà la ricezione degli avversari e Ngapeth ne approfitta (11-11). Il parziale è molto combattuto (20-20). Esordio nel campionato italiano per Saadat, Modena è più ordinata e concreta e si porta avanti 23-22. Si prosegue ai vantaggi e il canadese mette a terra il punto che consegna il primo set ai padroni di casa. All rientro Cisterna parte subito forte ed è avanti 6-2. I padroni di casa non sbagliano, soprattutto a muro, Ngapeth non passa e il vantaggio è di 10-4. Furbizia e precisione per Dirlic che con un pallonetto mette a terra il punto del 15-9. Ospiti in grande difficoltà, continuano a sbagliare in battuta sul cambio palla (19-14). Una corsa inarrestabile per i pontini che si aggiudicano il secondo set 25-19 muovendo la classifica. Nel terzo set Modena cerca il riscatto, non concede nulla e tira dritto fino al 6-2 con Ngapeth ispiratissimo e Nimir che continua a macinare punti. Un vantaggio che porta gli ospiti a più cinque (12-7), con i padroni di casa in confusione. La Top Volley si riporta sotto recuperando lo svantaggio fino a 15-17 grazie a un ace di Zingel. Modena spinge sull’acceleratore con Abdel-Aziz che mette a terra anche il punto del 25-18. Quarto set determinante. I laziali provano a prendersi l’intera posta in palio, mentre gli emiliani cercano di evitare una sconfitta netta, si lotta punto a punto (8-8). Modena riesce a stare avanti, ma Cisterna non la lascia andare e rimane a meno uno grazie al muro di Wiltenburg (15-14). Non c’è nulla da fare, i gialloblù salgono in cattedra, mettono la freccia e scappano via fino al 25-18. Modena avanti anche nel tie break Leal e Nimir protagonisti nell’iniziale 8-4. L’olandese è inarrestabile e continua a macinare punti, così Modena mette la ciliegina sulla rimonta con il successo al tie break.

Spettatori: 945
MVP: Nimir Abdel-Aziz (Leo Shoes PerkinElmer Modena)

Tommaso Rinaldi (Top Volley Cisterna): “Ci abbiamo sempre creduto in tutti e cinque i set, siamo stati bravissimi a giocarci la partita punto a punto con una grande squadra. Loro sono stati molto in gamba a reagire nel terzo set e a darci pressione subito”.

Andrea Giani (allenatore Leo Shoes PerkinElmer Modena): “Abbiamo vinto una partita difficile, non siamo stati sicuramente belli, ma l’abbiamo portata a casa, con la testa e con il cuore. Questo è un campionato durissimo e noi stiamo imparando a stare dentro alle partite anche quando le cose non girano al meglio”.

Giocata ieri:
Verona Volley – Consar RCM Ravenna 3-1 (25-16, 25-17, 22-25, 25-20) – Verona Volley: Spirito 8, Asparuhov 12, Aguenier 3, Jensen 19, Mozic 18, Cortesia 6, Donati (L), Nikolic 2, Bonami (L), Wounembaina 1. N.E. Zanotti, Vieira De Oliveira, Magalini, Qafarena. All. Stoytchev. Consar RCM Ravenna: Biernat 0, Ljaftov 6, Fusaro 1, Klapwijk 22, Vukasinovic 16, Comparoni 4, Pirazzoli (L), Queiroz Franca 1, Goi (L), Dimitrov 1, Erati 5, Ulrich 5, Candeli 0, Orioli 1. N.E. All. Zanini. ARBITRI: Cesare, Simbari. NOTE – durata set: 24′, 27′, 30′, 29′; tot: 110′. Spettatori:1.548. MVP: Spirito.

Giocate il 18 novembre 2021
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 3, Santos De Souza 10, Simon 9, Garcia Fernandez 15, Kovar 5, Anzani 6, Marchisio (L), Balaso (L), Diamantini 0, Yant Herrera 3. N.E. Juantorena, Sottile, Penna, Jeroncic. All. Blengini. Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 2, De Barros Ferreira 4, Di Martino 5, Sabbi 6, Randazzo 13, Alletti 6, Pochini (L), Palonsky 1, Dosanjh 0, Stefani 0, Laurenzano (L), Gironi 0. N.E. Freimanis. All. Di Pinto. ARBITRI: Brancati, Luciani. NOTE – durata set: 28′, 31′, 23′; tot: 82′. Spettatori: 1.114. Incasso: 14.619, 41 euro. MVP: Balaso.

Itas Trentino: Sbertoli 6, Kaziyski 16, Lisinac 15, Lavia 10, Michieletto 15, D’Heer 8, De Angelis (L), Zenger (L), Sperotto 0, Pinali 0. N.E. Albergati, Cavuto. All. Lorenzetti. Gas Sales Bluenergy Piacenza: Brizard 3, Rossard 9, Holt 8, Lagumdzija 13, Antonov 5, Caneschi 6, Catania (L), Russell 4, Scanferla (L), Stern 1, Pujol 0, Recine 0, Cester 0. N.E. Tondo. All. Bernardi. ARBITRI: Florian, Goitre. NOTE – durata set: 22′, 28′, 29′, 29′; tot: 108′. Spettatori 1.417. MVP: Sbertoli.

Classifica SuperLega Credem Banca
Cucine Lube Civitanova 28 (11 gare giocate), Sir Safety Conad Perugia 25 (9), Itas Trentino 22 (10), Vero Volley Monza 18 (10), Gas Sales Bluenergy Piacenza 17 (9), Leo Shoes PerkinElmer Modena 16 (9), Allianz Milano 15 (9), Kioene Padova 11 (9), Top Volley Cisterna 10 (9), Verona Volley 8, Gioiella Prisma Taranto 7 (9), Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 7 (10), Consar RCM Ravenna 2 (11).

11a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Mercoledì 8 dicembre 2021, ore 15.30
Gioiella Prisma Taranto – Top Volley Cisterna
Arbitri: Simbari, Boris (Rossi C.)
Video Check: Martini
Segnapunti: Francia
Diretta Volleyball TV

Mercoledì 8 dicembre 2021, ore 18.00
Gas Sales Bluenergy Piacenza – Sir Safety Conad Perugia
Arbitri: Zanussi, Pozzato (Lambertini)
Video Check: Bosio
Segnapunti: Cavalera
Diretta RAI Sport
Diretta Volleyball TV

Kioene Padova – Verona Volley
Arbitri: Vagni, Brancati (Pernpruner)
Video Check: Danieli
Segnapunti: Dandolo
Diretta Volleyball TV

Mercoledì 8 dicembre 2021, ore 20.30
Leo Shoes PerkinElmer Modena – Allianz Milano
Arbitri: Frapiccini, Puecher (Angelucci)
Video Check: Avanzolini
Segnapunti: Righi
Diretta Volleyball TV

Giocate il 10 novembre 2021:
Vero Volley Monza – Cucine Lube Civitanova 0-3 (21-25, 17-25, 16-25)

Consar RCM Ravenna – Itas Trentino 0-3 (16-25, 23-25, 12-25)

Riposa: Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

Articoli correlati:

  1. SuperLega Credem Banca: Vibo si inchina, primo successo di Cisterna in casa
  2. SuperLega Credem Banca: la Sir Safety Conad Perugia piega una tenace Tonno Callipo Vibo Valentia.
  3. SuperLega Credem Banca: Tre punti in esterna per Vibo e Perugia.
  4. SuperLega Credem Banca: mercoledì 5 febbraio Vibo – Perugia alle 19.30
  5. SuperLega Credem Banca: il primo turno si chiude mercoledì 30 settembre alle 20.30 con Perugia – Vibo Valentia

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002