SuperLega Credem Banca: Tre punti per Perugia e Trento, a Monza gioisce il tie break

Risultati 13a Giornata di andata SuperLega Credem Banca
Kioene Padova – Leo Shoes PerkinElmer Modena 0-3 (22-25, 21-25, 18-25)
Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (15-25, 20-25, 30-28, 21-25)
Vero Volley Monza – Verona Volley 3-2 (25-17, 23-25, 26-24, 22-25, 17-15)
Itas Trentino – Top Volley Cisterna 3-0 (25-15, 25-14, 25-22)

Vero Volley Monza – Verona Volley 3-2 (25-17, 23-25, 26-24, 22-25, 17-15)
- Vero Volley Monza: Orduna 1, Davyskiba 12, Grozdanov 10, Grozer 26, Dzavoronok 19, Galassi 12, Gaggini (L), Calligaro 0, Karyagin 2, Federici (L), Galliani 0, Beretta 0. N.E. Gianotti. All. Eccheli. Verona Volley: Spirito 1, Asparuhov 2, Aguenier 10, Jensen 3, Mozic 27, Cortesia 7, Donati (L), Bonami (L), Vieira De Oliveira 2, Qafarena 10, Magalini 14. N.E. Zanotti, Wounembaina, Nikolic. All. Stoytchev. ARBITRI: Curto, Carcione. NOTE – durata set: 23′, 26′, 27′, 26′, 23′; tot: 125′.

Si chiude con un successo al tie-break il girone di andata della Vero Volley Monza, capace di battere 3-2 Verona Volley nell’anticipo della tredicesima giornata della SuperLega Credem Banca 21-22. Sotto l’albero di Natale i monzesi trovano due punti preziosissimi, figli di una performance di alti e bassi salita di intensità sul più bello. Dopo aver vinto il primo gioco, guidati da una prova corale di grande qualità, i rossoblù si fanno sorprendere dal prepotente rientro della squadra di Stoytchev, capace di cambiare le carte in tavola, rilevando la diagonale Spirito-Jensen, opachi in avvio di confronto, con gli ispirati Raphael-Qafarena. La manovra scaligera, ben orchestrata dal suo regista, diventa efficace, con uno scatenato Mozic e un ottimo Magalini a fare male. Pareggiati i conti, Verona parte fortissimo anche nel terzo, comandando praticamente fino alla fine, 24-21. Con un super Grozer in battuta (MVP della sfida), la Vero Volley capovolge però l’andamento e si aggiudica il parziale, non riuscendo però a confermarsi in un quarto ancora una volta gestito molto bene dai veneti. Gli ospiti si guadagnano meritatamente il tie-break, continuando a spingere bene in fase offensiva, Monza fatica a trovare le contromisure con efficacia e perde anche Grozer in avvio di parziale. Dopo il vantaggio al cambio di campo, ed il successivo equilibrio fino al 14-14, i lombardi si fanno sentire prepotentemente a muro con Grozdanov e in attacco con Davyskiba e Dzavoronok, aggiudicandosi la sfida e la settima perla in campionato.

Spettatori: 569
MVP: Georg Grozer (Vero Volley Monza)

Massimo Eccheli (Vero Volley Monza): “Sono due punti guadagnati, visto che l’andamento della gara non ha avuto una prevalenza di inerzia. Noi il terzo set lo abbiamo vinto con un turno favoloso di Grozer al servizio, nonostante sotto il piano del gioco loro stessero facendo qualcosa in più, soprattutto in contrattacco. Bravi noi quindi a rimanere incollati ad una squadra che ha giocato in fiducia, trovando delle buone trame con Raphael. Dobbiamo essere contenti del risultato e anche consapevoli che dovremo crescere molto, sperando che Grozer non abbia nulla di serio. Che regalo di Natale chiedo? Ritrovare continuità attraverso il lavoro e un po’ di fiducia figlia di prestazioni convincenti in termini di continuità”.
Raphael De Oliveira (Verona Volley): “Faccio i complimenti a tutta la squadra, per tutto quello che hanno messo in campo stasera, nonostante la sconfitta. Mi dispiace soprattutto per il terzo set che lo avevamo in mano: magari non avremmo comunque vinto, ma magari qualcosa sarebbe cambiato. Anche se abbiamo perso, la prestazione di questa sera ci dà la carica e la fiducia che possiamo fare molto meglio di quanto fatto finora. Piacenza? Aspettiamo tutti i tifosi per fare un’altra battaglia, con loro però stavolta, che sono il settimo uomo per noi. Ci vediamo all’AGSM Forum!”.

Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (15-25, 20-25, 30-28, 21-25) – Cucine Lube Civitanova: De Cecco 1, Santos De Souza 4, Simon 11, Zaytsev 14, Yant Herrera 15, Anzani 1, Marchisio (L), Balaso (L), Kovar 4, Sottile 0, Jeroncic 0, Garcia Fernandez 0, Diamantini 5. N.E. Penna. All. Blengini. Sir Safety Conad Perugia: Giannelli 4, Plotnytskyi 14, Russo 7, Ter Horst 5, Leon Venero 27, Solé 16, Piccinelli (L), Colaci (L). N.E. Travica, Dardzans, Ricci. All. Grbic. ARBITRI: Goitre, Zavater. NOTE – durata set: 25′, 26′, 40′, 32′; tot: 123′.

È della Sir Safety Conad Perugia la super sfida dell’ultima di andata della Regular Season di SuperLega Credem Banca. Gli umbri espugnano per 3-1 l’Eurosuole Forum di Civitanova Marche (15-25, 20-25, 30-28, 21-25), per l’occasione gremito fino al consentito (2387 spettatori), consolidando il primato solitario in classifica che vale anche il titolo di campioni d’inverno. Il tutto al cospetto di una Cucine Lube Civitanova che al di là della sconfitta, con cui interrompe una striscia positiva in campionato che durava da ben otto giornate, deve ora fare i conti anche con un grave infortunio al bicipite del braccio sinistro occorso nel corso del secondo set al martello brasiliano Ricardo Lucarelli, infortunio che verrà valutato nel dettaglio dallo staff medico dei cucinieri nelle prossime ore, sperando che le prime impressioni vengano smentite. Si parte registrando assenze di rilievo da una parte e dall’altra. Con Richlicki, Anderson e Mengozzi indisponibili, Nikola Grbic schiera la sua sir con un sestetto che ricalca con la sola eccezione del regista Gianelli quello della stagione precedente: c’è Plotnytskyi nella diagonale di posto 4 con Leon, l’opposto è Ter Horst mentre Russo e Solé formano la coppia di centrali. Senza Juantorena, che stavolta non va neppure a referto, nella metà campo di casa Blengini fare i conti con i cerotti e prova invece Ivan Zaytsev per la prima titolare in stagione, aprendo alla conseguente possibilità di proporre il cubano Yant in post 4 con Lucarelli. Gli ospiti dominano il primo set con una grande efficacia al servizio e in attacco: 0-4 già in avvio con Russo che dai nove metri mette in difficoltà i campioni d’Italia con la sua float, ripetendosi poi nel finale quando la vittoria era comunque già stata messa al sicuro dalle fucilate del solito Leon (9-15, per lui 6 punti con l’86% in attacco) e dalla furbizia di Giannelli (ace del 12-19). Finisce addirittura 15-25, con Perugia che riceve col 57% di positività contro il 29% dei marchigiani, firma 4 ace e schiaccia col 65% di efficacia. Nel secondo parziale la sfida corre sul filo dell’equilibrio, almeno fino all’infortunio di Lucarelli che lascia il campo dopo l’azione che vale il 14-16 per gli ospiti. Blengini manda in campo Jiri Kovar ma la Sir, che poco prima aveva trovato il break con un errore in attacco di Yant, scappa sul 16-20 e trascinata da Leon (altri 6 punti, 67%) e Solé (5 punti con 2 muri vincenti), chiude agevolmente sul 20-25. Nel terzo set esce tutto il carattere e l’orgoglio dei campioni d’Italia, che dopo un contrattacco di Yant e con Diamantini in campo al posto di Anzani trovano il primo break a proprio favore della partita, portandosi in vantaggio 18-15. Ma c’è ancora da sudare, e parecchio. Perugia ritrova infatti la parità a quota 20, dopo un contrattacco vincente di Plotnytskyi, autore anche dell’ace che nel finale consente alla squadra di Grbic di mettere pure il muso davanti, sul 22-23. Gli umbri si fanno annullare ben quattro match point dai cucinieri, che oltre al solito Yant (7 su 7 in attacco) vedono salire in cattedra pure Simon (4 punti) e alla seconda occasione buona chiudono 30-28, complice un malinteso tra Giannelli e il suo schiacciatore in seconda linea. Partita riaperta, ma solo per un altro set. Il quarto, che vede dopo il 6-4 iniziale firmato da un ace di Zaytsev, vede Perugia tornare a dominare, facendo la voce grossa con battuta (anche tattica) e attacco. Finisce 21-25, dopo un ace di Giannelli favorito dal nastro. Leon, autore di 27 punti con il 75% di efficacia in attacco e 4 muri, è l’MVP.

Spettatori: 2387
MVP: Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia)

Fabio Balaso (Cucine Lube Civitanova): “Stasera non siamo riusciti a fare quello che volevamo. Sia a noi che a Perugia mancavano giocatori importanti, ora si è aggiunto Lucarelli alla nostra infermeria. Abbiamo avuto delle difficoltà sui loro turni di battuta float di Solè e Russo, senza dimenticare le variazioni di Giannelli: dovremo lavorare meglio sulle chiamate del pallone in ricezione. Siamo stati bravi a contenere i tiri potenti dai 9 metri, ma abbiamo fatto un po’ fatica in attacco. Ci abbiamo provato in tutti i modi, ma non è andata bene. Adesso pensiamo subito al prossimo appuntamento del 26 dicembre contro la Kioene Padova”.
Wilfredo Leon (Sir Safety Conad Perugia): “Siamo molto contenti. Siamo venuti a Civitanova, senza tre compagni per le vicende che conosciamo, per fare la nostra partita. È andata molto bene, prendiamo tre punti importanti su un campo che sappiamo essere molto difficile e questa è una vittoria che dà grande fiducia alla squadra. La nostra battuta non è andata come al solito, ma siamo stati bravi a non perdere la concentrazione per questo ed a dare il massimo negli altri fondamentali”.

Itas Trentino – Top Volley Cisterna 3-0 (25-15, 25-14, 25-22) – Itas Trentino: Sbertoli 2, Kaziyski 14, Lisinac 2, Lavia 16, Michieletto 9, Podrascanin 6, De Angelis (L), Zenger (L), Albergati 1, D’Heer 5. N.E. Pinali, Sperotto, Cavuto. All. Lorenzetti. Top Volley Cisterna: Baranowicz 1, Rinaldi 6, Zingel 2, Dirlic 5, Raffaelli 15, Bossi 4, Picchio (L), Cavaccini (L), Saadat 5, Giani 0. N.E. Wiltenburg. All. Soli. ARBITRI: Piana, Zanussi. NOTE – durata set: 22′, 20′, 23′; tot: 65′.

L’Itas Trentino si ripresenta, dopo più di tre settimane di assenza per far fronte ai propri impegni internazionali, in SuperLega con un rotondo 3-0 alla BLM Group Arena imposto ai danni di Cisterna nel posticipo della domenica sera. Un risultato che le consente di blindare almeno il quarto posto in classifica al termine del girone d’andata (e di giocare quindi in casa il quarto di finale di Coppa Italia), ma anche di registrare ulteriori segnali importanti per quanto riguarda la continuità di rendimento. Contro una Cisterna orfana di Maar (out all’ultimo per una distorsione alla caviglia) i gialloblù non hanno faticato ad imporre la propria legge, perché particolarmente ispirati in difesa e contrattacco. I primi due set sono quindi scivolati via in fretta, ma ad onor del vero anche il terzo parziale non è mai stato in discussione perché Lavia (alla fine mvp) e Kaziyski hanno sempre tolto le castagne dal fuoco quando necessario.

Spettatori: 1.330
MVP: Daniele Lavia (Itas Trentino)

Daniele Lavia (Itas Trentino): “Era importante vincere anche questa partita perchè volevamo offrire continuità di risultati e di prestazioni al nostro mese di dicembre. Ci siamo riusciti e siamo contenti, perchè dopo tutto quello che abbiamo viaggiato nelle ultime settimane non era scontato. Oltretutto il successo odierno ci consentirà di giocare in casa il quarto di finale di Coppa Italia in casa”.
Fabio Soli (allenatore Top Volley Cisterna): “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto complicata. Già a ranghi completi ci sarebbe stata differenza, abbiamo perso l’occasione di lavorare su di noi. Avevamo delle difficoltà e quando queste arrivano non è facile gestirle. Non siamo riusciti a farci trovare pronti. Questa esperienza ci può servire a capire i nostri obiettivi. Ora dopo Perugia ci saranno partite alla nostra portata e dobbiamo farci trovare pronti”.

Kioene Padova – Leo Shoes PerkinElmer Modena 0-3 (22-25, 21-25, 18-25)
Kioene Padova: Zimmermann 0, Loeppky 6, Vitelli 4, Weber 10, Bottolo 6, Canella 1, Bassanello (L), Petrov 3, Gottardo (L), Zoppellari 0, Crosato 1, Schiro 2, Takahashi 1, Volpato 2. N.E. All. Cuttini.
Leo Shoes PerkinElmer Modena: Mossa De Rezende 1, Ngapeth E. 9, Mazzone 3, Abdel-Aziz 14, Leal 14, Stankovic 5, Gollini (L), Sanguinetti 0, Salsi 1. N.E. Van Garderen, Ngapeth S.. All. Giani. MVP: Nimir Abdel Aziz

Classifica SuperLega Credem Banca
Sir Safety Conad Perugia 34, Cucine Lube Civitanova 28, Leo Shoes PerkinElmer Modena 25, Itas Trentino 25, Vero Volley Monza 20, Gas Sales Bluenergy Piacenza 17, Kioene Padova 15, Allianz Milano 15, Top Volley Cisterna 13, Gioiella Prisma Taranto 10, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 9, Verona Volley 9, Consar RCM Ravenna 2.

1 Incontro in meno: Itas Trentino, Gioiella Prisma Taranto, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, Verona Volley; 2 Incontri in meno: Gas Sales Bluenergy Piacenza, Allianz Milano;

Recupero 12a giornata di Andata SuperLega Credem Banca
Giovedì 23 dicembre 2021, ore 19.00
Verona Volley – Gas Sales Bluenergy Piacenza
Diretta Volleyball TV

Recupero 13a giornata di andata SuperLega Credem Banca
Domenica 26 dicembre 2021, ore 18.00
Gas Sales Bluenergy Piacenza – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia
Diretta Volleyball TV

1a giornata di ritorno SuperLega Credem Banca
Domenica 26 dicembre 2021, ore 15.30
Cucine Lube Civitanova – Kioene Padova
Diretta Volleyball TV

Domenica 26 dicembre 2021, ore 16.30
Top Volley Cisterna – Sir Safety Conad Perugia
Diretta Volleyball TV

Domenica 26 dicembre 2021, ore 18.00
Leo Shoes PerkinElmer Modena – Vero Volley Monza
Diretta RAI Sport
Diretta Volleyball TV

Verona Volley – Itas Trentino
Diretta Volleyball TV

Rinviata a mercoledì 12 gennaio 2022, ore 20.30
Consar RCM Ravenna – Gas Sales Bluenergy Piacenza
Diretta Volleyball TV

Rinviata a giovedì 20 gennaio 2022, ore 19.30
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Gioiella Prisma Taranto
Diretta Volleyball TV

Riposa: Allianz Milano

Articoli correlati:

  1. SuperLega Credem Banca: sabato Vibo – Lube, Modena – Cisterna, Perugia – Monza e Trento – Ravenna.
  2. SuperLega Credem Banca: Tre punti esterni per Perugia e Trento.
  3. SuperLega Credem Banca: Monza espugna Perugia al tie break.
  4. Play Off Scudetto SuperLega Credem Banca: sabato alle 20.15 in campo Perugia e Monza, domenica alle 18.00 Civitanova e Trento.
  5. SuperLega Credem Banca: Anticipo Monza – Padova, vince Vero Volley al tie break.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002