BM> Il derby va all’Allianz Colazzo Galatone

3-1 CONTRO IL TAVIANO

L’Allianz Colazzo Galatone si aggiudica il derby salentino: 3-1 sabato contro il Taviano e settimo posto in classifica con 19 punti a pari merito col Molfetta, ma con una partita in meno. Il rischio per il Galatone alla vigilia era quello di prendere sottogamba il match vista la situazione delicata degli avversari, ultimi in classifica a zero punti. Così però non è stato e dopo aver battuto il Cosenza una settimana fa è arrivata la seconda vittoria consecutiva. Da segnalare il “rocambolesco” inizio gara. Il campo di Taviano infatti si è rivelato impraticabile a causa dell’elevata scivolosità del rettangolo di gioco. Le due squadre si son così ritrovate a chiedere ospitalità al palazzetto di Ugento, dove la partita ha avuto inizio alle 21. Dicevamo, in campo nessuna disattenzione dei biancoverdi, che si aggiudicano facilmente il primo set con il punteggio di 21-25. Il Taviano agguanta il pari vincendo il secondo set (25-23) ma poi domina l’Allianz Colazzo chiudendo i successivi e l’intera gara (22-25 e 20-25). Con un calendario insolito e insidioso per i continui rinvii e spostamenti causati dall’emergenza sanitaria, c’è poco tempo per festeggiare. Mercoledì sera infatti si torna in campo in casa contro il Matervolley Castellana, gara di recupero dell’11esima giornata. I baresi sono in bassa classifica a 12 punti e arriveranno nel Salento cercando preziosi punti salvezza. Anche stavolta, per i ragazzi di mister Cavalera sarà vietato sbagliare.

Stefano Manca (ufficio stampa)

Articoli correlati:

  1. BM> L’Allianz Colazzo Galatone batte il Cosenza e sale in classifica
  2. Sitting Volley: il 15 dicembre gli azzurri all’ Allianz Cloud
  3. CEV Challenge Cup: Allianz Powervolley Milano ad un passo dal sogno
  4. CEV Challenge CUP: Allianz Powervolley Milano da applausi.
  5. CM> Pallavolo 2000 Orthogea Ostuni battuta tra le mura amiche, Galatone vince in tre set

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002