Perugia, Solè: Con Piacenza sarà battaglia

A due giorni dalla Del Monte®Coppa Italia Final Four parla il centrale argentino: “Abbiamo lavorato tanto, abbiamo preparato bene la partita. Dovremo essere pazienti e tranquilli e cercare di mettere in campo la nostra pallavolo”. I Sirmaniaci si mobilitano per la popolazione ucraina -

PERUGIA – Ultime rifiniture al PalaBarton per la Sir Safety Conad Perugia in vista della Del Monte®Coppa Italia Final Four di sabato 5 e domenica 6 marzo alla Unipol Arena di Bologna.
Nikola Grbic sta limando gli ultimi dettagli tecnico-tattici con i ragazzi per presentare una squadra tirata a ludico alla kermesse che assegna la coccarda tricolore.
Domattina la partenza per Bologna, in programma alla Unipol Arena le sedute di rifinitura venerdì pomeriggio e sabato mattina.
Alla vigilia della partenza ed in vista della semifinale con Piacenza, parla il centrale bianconero Sebastian Solè:
“Stiamo bene, ci siamo preparati bene, aspettiamo questa Final Four da un po’ e siamo belli carichi. Abbiamo lavorato tantissimo per arrivare pronti alla partita contro Piacenza, una partita che non vediamo l’ora di giocare, che vogliamo vincere e che sarà certamente una bella battaglia”.
È ancora fresco il ricordo del match di campionato dello scorso 23 febbraio al PalaBarton. Ma il posto tre argentino invita a concentrarsi sulla sfida di sabato:
“Quella dello scorso 23 febbraio è una partita che bisogna dimenticare. Dopodomani sarà una gara da dentro o fuori, loro saranno sicuramente carichi perché in palio c’è un trofeo importante che tutti vogliono vincere. Noi dobbiamo cercare di sviluppare il nostro gioco. Penso che finora abbiamo fatto molto bene imboccando la strada giusta. Come dicevo, abbiamo lavorato tanto, l’abbiamo preparata bene. Dovremo essere pazienti e tranquilli e cercare di mettere in campo la nostra pallavolo”.
È sempre bello poter vivere un evento come la Del Monte®Coppa Italia Final Four. Evento che quest’anno vedrà anche il ritorno del pubblico sugli spalti.
“La Final Four di Coppa Italia è una bellissima manifestazione, è uno dei nostri obiettivi da inizio stagione”, conclude Solè. “L’anno scorso abbiamo giocato in un palazzetto vuoto senza pubblico, spero davvero che quest’anno a Bologna ci sia tanta gente. Sarà bello vedere tanti tifosi al palazzetto che ci sosterranno e che ci daranno sicuramente un qualcosa in più”.

I SIRMANIACI PER L’UCRAINA

Si mobilita con una bella iniziativa la tifoseria organizzata bianconera per dare il proprio sostegno alla popolazione ucraina duramente colpita dalla guerra. Stasera alle ore 20:30, presso la chiesa Santa Maria delle Grazie di Perugia in via Caprera, i Sirmaniaci consegneranno a Padre Vasyl Hushuvatyy, cappellano della comunità cattolica ucraina di rito bizantino, il frutto di una “raccolta lampo” lanciata in pochi giorni tra i tifosi ed i sostenitori della Sir Safety Conad Perugia. Il materiale raccolto consiste in medicinali e farmaci di vario genere appositamente richiesti e che risultano scarseggiare nelle zone di guerra. Alla consegna interverrà anche lo schiacciatore della Sir Safety Conad Perugia Oleh Plotnytskyi, promotore dell’iniziativa in favore della popolazione Ucraina all’interno del gruppo di supporters bianconeri e contatto tra i tifosi e padre Vasyl.

Simone Camardese
Ufficio Stampa Sir Safety Conad Perugia

Articoli correlati:

  1. Superlega> Perugia, Colaci: Sarà una Final Four molto equilibrata
  2. Superlega> Perugia, Solè: In campo aggressivi
  3. Superlega> A Perugia slende il Solè: era l’inizio che speravo
  4. Superlega> Perugia: Solè di nuovo al PalaBarton
  5. Superlega> Perugia, Solè: bene i primi due set, poi ci ha pensato il bomber

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002