Busnago: Turno cruciale per la B1, recupero amaro per la B2

la C cerca la rimonta salvezza
Busnago, 17 marzo 2022 – Sabato 19 marzo il calendario dei campionati nazionali di B1 e B2 e regionale di C propone la decima giornata del girone di ritorno; un turno molto importante per le formazioni del Busnago Volleyball Team per il raggiungimento dei rispettivi obiettivi.

Dopo la vittoria esterna di sabato scorso contro il Green Up Bv (Bs), la B1, affidata a coach Mario Motta e Sara Ouarga, è attesa da un’altra trasferta per affrontare alle 20.30 la Enercom Fimi Crema (Cr), nel secondo incontro del mini ciclo di due partite fondamentali per la corsa alla salvezza. Le cremasche infatti occupano il quart’ultimo posto in classifica a -4 dalle busnaghesi: una vittoria piena consentirebbe alle nostre di salire a +7 sulle rivali, che all’andata si imposero in 3 set al PalaBusnago nella gara disputata appena prima di Natale.

Il commento di coach Motta: “Quella di sabato prossimo sarà per noi sarà LA partita: Crema è una squadra che può raggiungere livelli elevati, ma che soffre se trova un avversario solido. Noi proveremo a esserlo e a ribaltare il pronostico che potrebbe vederci, quantomeno a livello ambientale, sfavoriti”.

Serie B2: Dolcos Volley Busnago – Polisportiva Bellusco (Mb) 1-3: 24-26, 25-27, 25-23, 19-25

Mercoledì 16 marzo la B2, allenata da coach Davide Delmati e Giovanni Frank Perego, è scesa in campo al PalaBusnago per il recupero della gara contro la Polisportiva Bellusco (Mb), uscendo dal campo a mani vuote e con tanti rimpianti. Nei primi due set, persi entrambi ai vantaggi, le leonesse hanno avuto l’occasione, non sfruttata, per chiudere a proprio favore; poi, nel terzo hanno riaperto l’incontro, ma nel quarto le ospiti hanno chiuso la pratica, volando a +5 in classifica sulle nostre. Sabato 19 marzo alle 21.00 nuovo impegno al PalaBusnago, dove arriverà la Delta Engineering Gorgonzola (Mi), quinta in classifica a quota 28, che all’andata si impose per 3-0.

Tabellino: Orasanin, Zonca, Rota (L), Amoruso 9, Villani 3, Lionello 3, Pandolfi 18, Fenzio 11, Foramiglio, Moroni 19, Spigarolo, Saini, Manfredini, Radice (L). All.: Delmati e Perego.

Il commento di coach Delmati: “Sono molto dispiaciuto per la gara di mercoledì sera, perché nei primi due set abbiamo avuto la palla per chiuderli, ma non ci siamo riusciti. Questo è un aspetto importante su cui dobbiamo lavorare, ancor prima di alcune situazioni tecniche. Non dobbiamo cambiare il nostro modo di approcciare le situazioni in base al punteggio o alle difficoltà del momento; all’interno di una partita ci sono sempre momenti di difficoltà e questi non devono destabilizzare e toglierci le nostre certezze. In molti momenti della partita le ragazze si sono dimostrate in crescita rispetto alla gara precedente su situazioni di ricezione e attacco su cui hanno lavorato duramente nei due allenamenti a disposizione. Sabato ci aspetta la gara contro Gorgonzola, formazione che ha una classifica diversa dalla nostra, ma in questo momento non ci deve interessare l’avversario, piuttosto la nostra prestazione e lavorare sul nostro gioco”.

La C, guidata da Max Bruini e Chiara Frigerio, sarà impegnata di nuovo al PalaBusnago, dove alle 17.30 sfiderà l’Us Montecchio Macelleria Ottelli (Bs), settima in classifica a quota 18, che all’andata superò le nostre per 3-1.

Il commento di coach Bruini: “La classifica dice che è una gara che dobbiamo vincere assolutamente se vogliamo restare attaccate al treno salvezza. Anche dal punto di vista tecnico è una di quelle gare alla nostra portata. Quindi mi aspetto una squadra che sia ben consapevole e focalizzata su questo tipo di obiettivo”.

Ufficio Stampa

Articoli correlati:

  1. Busnago: Turno di campionato con alti e bassi per le formazioni giovanili
  2. Busnago: Trasferta da sfruttare per la B1
  3. Busnago: Missione compiuta per la B1
  4. Busnago: B1, B2 e C in cerca di conferme e di punti preziosi
  5. B2F> Dolcos Volley Busnago: esordio amaro

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002