A2F> Sigel: La post-season inizia alla grande!

Si riscatta la Sigel e firma una vittoria significativa e dal peso specifico quella strappata ieri sera a Vicenza nello scontro salvezza del 1°turno di Pool Salvezza. Al PalaGoldoni si sono dati vita a cinque set con quasi tutte le frazioni che possono essere definite interlocutorie per come si sono concluse, fatta eccezione per il tie-break obiettivamente tirato in cui non sono mancate le emozioni e gli stravolgimenti nel punteggio soprattutto nel finale. La Sigel ammirata a Vicenza ha patito la sofferenza fisica e le due gare in due giorni, ma si è spesa e battuta con tutta se stessa e alla fine la squadra di Bracci è stata ricompensata dall’esito del campo che la allontana ulteriormente dalla zona pericolante. La gara ha seguito questa progressione set: [25/17; 20/25; 18/25; 25/18; 13/15]. A margine del match spiccano i 22 punti di Pistolesi con una presenza costante per tutto il match e i 12 stampi per parte di Parini, Okenwa e di Ristori Tomberli. Tra le fila venete Yezil Başa è stata autrice di 20 punti, con Rossini e capitan Cheli subito dietro con gli score personali rispettivamente di 18 e 16 centri.

Starting-six:

Coach Bracci è partito con lo schieramento iniziale che aveva figurato mercoledì sera a San Giovanni in Marignano e quindi presto fatto il 6+1 con Scacchetti e Okenwa a comporre la diagonale d’attacco; schiacciatrici Ristori Tomberli e Pistolesi; centrali Parini e D’Este. Il libero è Gamba. Risponde coach Chiappini che invia sul taraflex una Anthea Vicenza che recupera in extremis per la sfida l’opposto Caterina Errichiello che parte dall’inizio in diagonale con la palleggiatrice Eze; martelli l’ex di giornata Rossini e la turca Başa al primo gettone con le vicentine; centri Cheli e Piacentini. Libero Norgini.

La Cronaca:

Si vede da come approccia il match con errori più del dovuto e subendo diversi muri che la sconfitta di San Giovanni abbia lasciato strascichi al sestetto della Sigel. Nonostante questo le opportunità ad inizio set di rimanere attaccata al punteggio ce le ha. Così è sul 6-5 (punto in battuta di Ristori) e sull’11-10 (ace di D’Este). Dal primo fino all’ultimo punto è un assolo di Vicenza che sfruttando una solida fase di muro/difesa e che, corroborata da un grande primo set di capitan Cheli, piazza tra sè e l’avversaria subito un passivo importante. Il primo set è vinto a mani basse da Vicenza quando sulla situazione di 24-15 con nove palle-set da gestire riesce a chiudere per 25 a 17. In questo atto iniziale da annotare una piccola incursione al turno in battuta della palleggiatrice Caimi di Vicenza. E prima frazione che termina con cinque muri punto per chi gioca in casa, nessuno per la Sigel.

Nel secondo set la novità in campo è un avvicendamento tra posti tre: fuori D’Este per fare posto a Caserta. La centrale di Torino ha avuto un discreto impatto sulla partita e non è più uscita dal campo. Proprio la neoentrata firma i primi due punti del secondo atto. Prima con una fast e poi con un ace: 0-2. Le squadre riscontrano una fase iniziale nel segno dell’equilibrio. La Sigel dopo essere stata ripresa sul 14-14 trova il break: 14-17 e ricorre ad un time-out chiarificatore Vicenza. La risposta Anthea è immediata con l’ace di Eze (16-17, qui discrezionale chiesto da Bracci, ndr) ma è imprecisa sugli attacchi: 16-19 e secondo e ultimo timeout Chiappini. Si ridurrà a -1 il gap (18-19) ma Okenwa va a segno in contrattacco per il +3 (20-23), poi la chiudono una invasione fischiata alle locali e l’ace di Pistolesi: 20-25 e conti in parità.

Terzo set, quello mediano, è prettamente interlocutorio con Marsala che fugge a partire dal 7-8 per mezzo dell’ace di Pistolesi e della schiacciata in diagonale di Ristori Tomberli. Altro importante break ospite è sul 12-14 e sempre con Ristori Tomberli finalizzatrice del gioco prodotto da Scacchetti. Il parziale scivola via per 14-20 sul turno in battuta di Okenwa. Con un insanabile strappo che presto diverrà 18-25.

Si fa sentire tutta la fatica di due gare in due giorni accumulata in questa doppia trasferta con annessi trasferimenti da un luogo all’altro. Nel quarto set la Sigel dà la sensazione di riprendere fiato. Sulla parità di 9-9 parte un testa a testa, testimoniato dal 15-15. Capitan Cheli trascina le compagne di Vicenza (due punti per il 17-15, time out Sigel) e non si accontenta, trovando il terzo punto che diventa +4 con il diagonale di Başa: 19-15 e secondo time out Marsala. Okenwa e Ristori sbagliano in attacco (21-15). Ancora Başa trova l’ace del 23-17, poi arriva il 25-18 a firma di Cheli che manda le squadre al tie-break.

Via al tie-break dove Marsala parte in sordina con il muro di Başa e l’attacco out di Pistolesi: 6-4 e time-out Bracci. Entra D’Este per Scacchetti per due scambi nel tentativo di alzare il muro che va a segno per il punto della parità (6-6), con Marsala che trova anche il terzo punto consecutivo. Questo fa ricorrere al discrezionale il coach di Vicenza. In seguito Cheli blinda il muro con due muri e fuori che ribaltano il punteggio: 9-7 e nuovo discrezionale chiesto dalla panchina di Marsala. + 3 Vicenza al passaggio dell’11-8, anche se la Sigel rimane a contatto (12-10). Dopo essersi guadagnata il cambio palla la Sigel si proietta in un finale in cui è protagonista Parini che chiude uno scambio interminabile cercando e trovando le mani del muro (12-11). Un errore nell’impostazione di gioco berico vale il punto del pari 13-13. Un block-out di Okenwa giocando con le mani di Rossini dá a Marsala l’insperata, per certi versi, vittoria in rimonta per 13-15.

Prossimo appuntamento domenica 27 marzo 2022 per il derby del “Fortunato Bellina” contro la Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania di coach Mauro Chiappafreddo.

Tabellino. Anthea Vicenza-Sigel Marsala: 2-3 [25/17; 20/25; 18/25; 25/18; 13/15]

Anthea Vicenza: Rossini 18, Piacentini 4, Errichiello 8, Başa 20, Cheli 16, Eze 5, Norgini (L), Caimi, Lodi 4. N.e.: Nardelli, Furlan, Pegoraro. Coach: Luca Chiappini.

Sigel Marsala: Scacchetti 4, Pistolesi 22, D’Este 2, Okenwa 12, Ristori Tomberli 12, Parini 12, Gamba (L), Caserta 9. n.e.: Ferraro. Coach: Marco Bracci; vicecoach: Lucio Tomasella

Arbitri: Marta Mesiano di Bologna e David Kronaj di Varese

CLASSIFICA POULE RETROCESSIONE, 1^GIORNATA

Sigel Marsala 32*, Anthea Vicenza Volley 21*, Club Italia Crai 19, Assitec Volleyball Sant’Elia 15, Rizzotti Design Pallavolo Sicilia Catania 14, Seap Dalli Cardillo Aragona 14, Egea Pvt Modica 7, Tenaglia Altino Volley 3. (

Legenda: *[Marsala e Vicenza una partita in più]

Emanuele Giacalone
UFFICIO STAMPA SIGEL MARSALA VOLLEY

Articoli correlati:

  1. A2F> La sconfitta all’ultima di torneo condanna la Sigel alla disputa della Poule Retrocessione
  2. A2F> La “maratona” del PalaConsolata dà ragione alla Sigel
  3. A2F> La Sigel cede in casa alla Balducci Macerata
  4. A2F> La Sigel cola a picco in casa nell’ultima di regular-season
  5. A2F> La schiacciatrice Ristori Tomberli si accasa alla Sigel Marsala

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002