LVFxUKR: Terminata la spedizione in Ucraina.

Fabris: “Uno straordinario percorso di solidarietà”

La Lega Pallavolo Serie A Femminile ringrazia tutte le realtà che hanno reso possibile questa iniziativa e l’accoglienza in Italia di 56 profughi

“Per fortuna c’è la solidarietà, quella vera”. La frase, presa in prestito dal servizio del Tg5 (visibile qui), regala una bella immagine della spedizione conclusasi ieri della Lega Pallavolo Serie A Femminile. La carovana di nove pullmini, partita martedì 29 marzo da Gemona del Friuli, è riuscita nel suo obiettivo: fornire un aiuto concreto alla popolazione ucraina nel pieno dell’emergenza legata alla guerra. Nella serata di martedì, i van hanno raggiunto Rzeszow in Polonia e consegnato più di 100 scatoloni contenenti apparecchi medicali, generi di prima necessità, viveri e medicinali, destinati al supporto dei profughi ucraini presenti nel paese. La spedizione si è poi diretta verso l’hub di Medyka, al confine tra Ucraina e Polonia, per consegnare la parte di viveri raccolta dall’associazione Ucraina Più-Milano direttamente nella zona franca tra i due paesi e offrire trasporto a 56 persone, tra cui 30 giovani pallavoliste ucraine, che hanno già trovato accoglienza presso il Centro Federale Pavesi a Milano.

Il viaggio è stato reso possibile grazie a numerose realtà, a cui va un ringraziamento speciale. Dalle consorziate Brescia, Casalmaggiore, Roma, Sant’Elia, Sassuolo, Scandicci e Talmassons, che hanno messo a disposizione i van e gli autisti, contribuito alla raccolta di generi di conforto e soprattutto trovato una sistemazione per le persone arrivate in Italia. Fino alle associazioni Ucraina Più-Milano e Italia-Ucraina Maidan, le società Emilya Rugby, Volley Friends Roma e Geetit Pallavolo Bologna, il partner assicurativo Anthea, Eugenio Gollini di Fipav Modena, Francesco Di Donato di BitPurple, il sindaco Bussola e il parroco di Ballabio e infine lo staff della Lega Pallavolo Serie A Femminile. Le immagini e i video della missione sono visibili sulla pagina Instagram della Lega.

“È stato uno straordinario percorso di solidarietà. Un vero aiuto concreto, tangibile, per le persone che soffrono gli orrori della folle invasione armata dell’Ucraina. Ringrazio tutti i partecipanti e chi ha reso possibile questa spedizione, che dimostra la bontà e la profondità dei valori che animano il nostro movimento. Benvenuti in Italia ai piccoli, alle loro madri, alle giovani promesse della pallavolo ucraine. A loro non faremo mancare il nostro sostegno e il nostro affetto per tutto il tempo necessario, speriamo breve, perché essi possano ritornare alle loro case e ai loro cari”, la dichiarazione conclusiva del Presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile Mauro Fabris.

Lega Femminile

Articoli correlati:

  1. Cev Snow Volleyball European Tour 2022: rinviata la tappa in Ucraina
  2. Nazionale F: Europei, le parole di Ofelia Malinov in attesa di Italia-Ucraina
  3. Europei Femminili 2013: L’Italia nel girone con Svizzera, Belgio e la vincente tra Ucraina-Francia
  4. Cev Cup: Piacenza in Ucraina per l’esordio europeo assoluto
  5. Girl League: terminata la prima giornata di gare.

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002