A1F> Fine dei giochi: Conegliano prima

retrocedono Trentino e Roma
Niente da fare per Novara, salvezza all’ultimo respiro per Bergamo, Casalmaggiore e Perugia. Cuneo sorpassa Firenze al settimo posto

“Les jeux son faits, rien ne va plus”. Dopo ventisei giornate è ufficialmente terminata la Regular Season di vivo Serie A1 Femminile. Come un anno fa, è Conegliano a chiudere al primo posto e a ottenere la qualificazione in CEV Champions League oltre che la miglior combinazione nella griglia Playoffs. Nulla da fare per Novara, che batte in tre set Chieri e si conferma seconda, stesso risultato per Monza che condanna Trentino alla retrocessione. Destino identico per Roma, che a Vallefoglia vince ma non guadagna i punti sufficienti per salvarsi. Festeggiano quindi Casalmaggiore e Perugia, che arrivano al tie-break, e Bergamo, nonostante lo 0-3 contro le pantere. Per gli ultimi due slot della griglia Playoffs si registra il sorpasso di Cuneo ai danni di Firenze: le gatte trionfano dopo una lunga battaglia al quinto parziale contro Busto Arsizio, mentre le toscane cedono nel derby contro Scandicci. L’appuntamento è quindi per il prossimo weekend, con il via ufficiale alla fase più calda della stagione: i Playoffs Scudetto.

In un rovente PalaFenera tutto esaurito dopo più di due anni, la Reale Mutua Fenera Chieri chiude la Regular Season perdendo 0-3 contro l’Igor Gorgonzola Novara. Una sconfitta netta e pesante, ma nonostante tutto indolore per le biancoblù che mantengono il sesto posto in classifica grazie al successo di Scandicci contro Firenze: nei Quarti di finale dei Playoff lo scontro sarà con Monza, proprio come la scorsa stagione. In qualche modo più dolorosa è invece la vittoria della squadra di mister Lavarini, che complice il risultato di Conegliano mantiene la seconda posizione trovando nella post season le cugine di Cuneo. I tre parziali terminano 12-25, 19-25 e 21-25, e rispecchiano fedelmente l’andamento di una gara sempre in mano alle zanzare, nettamente la miglior squadra in campo per atteggiamento e prestazione. Il premio di MVP viene assegnato a Karakurt, top scorer con 17 punti davanti ai 14 di Bosetti. Da parte chierese, l’unica in doppia cifra è Grobelna con 13 punti. Questo il commento finale di Alessia Mazzaro: “L’emozione stasera era tantissima sapendo di avere tutto il nostro pubblico qui con noi. C’era un filo di tensione che in realtà avremmo dovuto sfruttare più come carica, entrando in campo molto grintose. Loro erano super determinate, noi potevamo esprimere un miglior gioco dall’inizio e cercare di fare un pochino meglio. Siamo comunque contente di tutto il lavoro fatto fino ad adesso, e non sarà questa partita a buttarci giù di morale”. Così invece Eleonora Fersino: “Abbiamo fatto una grandissima partita contro un avversario che ci aveva messo molto in difficoltà pochi giorni fa. Il clima caldo ci ha fatto divertire e anche esaltare, facendoci chiudere al meglio la regular season. Ora guardiamo ai playoffs, in cui si riparte da zero, con voglia di continuare a divertirci e arrivare il più lontano possibile”.

Non termina il percorso della Volley Bergamo 1991 in Serie A1. Nonostante il netto k.o. contro la Prosecco Doc Imoco Conegliano, prima classificata della stagione 21/22, le orobiche riescono nell’impresa salvezza grazie ai risultati negativi di Trento e Roma. Una partita iniziata malissimo con un pesante 13-25, prima della strenua lotta nel secondo parziale vinto ai vantaggi dalle pantere e della chiusura finale sul 16-25. Troppo più forte la squadra di mister Santarelli, che ha mostrato tutto il suo potenziale con i 23 punti di Egonu, i 14 di Plummer e l’ennesima ottima regia di una Wolosz MVP e già in formato Playoffs. Nei Quarti di Finale che inizieranno prossima settimana, la prima avversaria delle gialloblu sarà Firenze, ottava classificata a causa del sorpasso dell’ultimo minuto di Cuneo. Estasiata ai microfoni Sara Loda, migliore delle sue con 10 punti insieme ai 13 di Lanier: “Non sono mai stata così felice dopo una sconfitta! È un’emozione grandissima e un regalo bellissimo per i nostri tifosi”. Queste invece le parole di un sempre lucido mister Santarelli: “Siamo contenti del risultato, sia per noi che per Bergamo, una società che meritava di mantenere l’A1. Un mese fa non eravamo in questa posizione, siamo felici del lavoro fatto in quest’ultimo periodo. Ora testa ai Playoffs, dove non c’è spazio per sbagliare come ben sappiamo. La cornice oggi con il ritorno al 100% di pubblico era fantastica, spero di vedere il Palaverde così già dalla prima gara della prossima fase”.

Finisce il sogno A1 per la Delta Despar Trentino, che in casa non riesce a fare meglio dello 0-3 con cui la Vero Volley Monza chiude la sua stagione regolare. Non sono bastate le ottime prove delle laterali Rivero (15 punti) e Mason e l’attenzione al centro della rete della rivelazione Rucli (4 muri). Van Hecke (20 punti), l’MVP Orro, Davyskiba e Danesi hanno fatto sul serio, giocando una partita di alto livello e spingendo le lombarde al successo, comunque più complicato del risultato finale visti i lunghi vantaggi del terzo parziale (terminato 27-29). La squadra di coach Gaspari, già sicura del terzo posto prima della partita, dopo i risultati di giornata ha scoperto invece l’avversaria della fase successiva: saranno le piemontesi di Chieri la squadra da battere per accedere in Semifinale. Sarà quindi Serie A2 per le ragazze di mister Bertini, nonostante alcune prestazioni molto convincenti durante l’anno e il solo punto di distanza dalla quota salvezza. Chiaramente amareggiata Irene Botarelli, opposto trentino: “In settimana abbiamo preparato questa partita come se si trattasse di una finale. Sapevamo bene quanto sarebbe stato difficile contrastare una squadra fortissima come Monza, ce l’abbiamo messa davvero tutta ma non è stato sufficiente per portare a termine l’impresa. Non abbiamo rimpianti, abbiamo fatto davvero tutto il possibile per cercare di metterle in difficoltà giocando buona parte della gara alla pari con loro”. Queste invece le parole di Lisa Van Hecke: “Siamo state brave a fare nostra una gara non semplice. Per loro era come una finale per la salvezza ma noi abbiamo fatto una partita lucida, soprattutto nel finale di terzo set. Forse dobbiamo limitare alcuni errori in vista dei Playoff Scudetto: il momento più bello del campionato. Siamo pronte dopo questa vittoria, che ha visto protagoniste anche alcune compagne che hanno giocato meno. Dobbiamo continuare così”.

La regina dei tie-break si conferma tale anche nell’ultima partita della stagione: la Bosca S.Bernardo Cuneo vince l’ennesima battaglia al quinto set superando dopo quasi 140 minuti di partita la Unet E-Work Busto Arsizio, in un vero e proprio antipasto playoff. Un risultato ininfluente per le bustocche, già sicure del quinto posto e dell’accoppiamento dei Quarti contro Scandicci, ma decisivo per le gatte, che scavalcano Firenze ottenendo la settima piazza e lo scontro nella prossima fase contro le cugine di Novara. Test importante in casa farfalle soprattutto per sperimentare la nuova palleggiatrice, Victoria Mayer, che nonostante la non perfetta sintonia con le compagne ha ben impressionato nella sua prima uscita. Perso ai vantaggi il primo game, la Unet e-work ha annullato 4 set ball nel secondo (proprio sui servizi di Mayer) conquistando il set 26-24; la UYBA ha poi allungato 2-1 con Mingardi (top scorer con 26 punti) e Ungureanu protagoniste del terzo parziale con 6 punti a testa. Mentre la gara sembrava in discesa, nonostante le buone prestazioni di Degradi (19), Stufi (17) e Squarcini (15), Pistola ha cambiato tutto inserendo Zanette: proprio quest’ultima è risultata la chiave vincente e l’MVP del match, con Cuneo che ha portato con grande orgoglio la gara al quinto e l’ha vinta proprio con l’ultimo punto della nuova entrata. Queste le sue parole: “Abbiamo giocato di squadra, anche se va ammesso che Busto aveva una regista arrivata da poco. Volevamo riscattare la gara dell’andata e oggi si è visto il vero animo di Cuneo”. Così commenta invece la nuova arrivata Mayer: “Sono contenta per la partita, mi sono trovata molto bene in questo inizio. Sicuramente con qualche giorno di allenamento in più troveremo l’intesa per affrontare i playoff nella maniera migliore”.

Si chiude in bellezza la Regular Season per la Savino Del Bene Scandicci, vera protagonista di quest’ultimo mese con la vittoria in CEV Challenge Cup e lo 0-3 che è costato la vetta a Novara: nell’ultimo scontro stagionale, la gioia arriva dal successo nel derby contro Il Bisonte Firenze. Le padrone di casa inaugurano al PalaRialdoli la vela commemorativa per il trofeo europeo e regalano un vero show ai tifosi accorsi, mostrando il miglior gioco e più compattezza delle avversarie, soprattutto nei finali di set, perdendo solo il secondo. Una sconfitta pesante per le bisontine, costrette ad abbandonare il settimo posto in classifica in favore di Cuneo con la conseguenza di affrontare niente di meno che Conegliano al primo turno dei Playoffs. Primo turno in cui Scandicci se la vedrà invece contro Busto Arsizio, probabilmente nel match più equilibrato del tabellone. Protagonista indiscussa dell’incontro e vera rivelazione di stagione una stellare Ekaterina Antropova, devastante con i suoi 31 punti con 4 aces e 5 muri. Queste le dichiarazioni di coach Barbolini: “Era importante vincere il derby, che è sempre una gara molto sentita. Una bella vittoria, anche se non abbiamo giocato al 100%. Ci sono partite in cui per quanto si cerchi le motivazioni, non è sempre facile trovarle. Brave le ragazze perché hanno recuperato ed hanno giocato punto a punto. Adesso riposiamo un giorno e poi ripartiamo a preparare questo playoff, in settimana abbiamo iniziato a caricare con i pesi, poi scaricheremo per arrivare nelle migliori condizioni con Busto Arsizio”. Così invece mister Bellano: “Le cose migliori le ha fatte la squadra, è stata una serata difficile perché loro sono in salute e in fiducia. Noi abbiamo cercato di stargli dietro più possibile e in realtà fino al 18 lo abbiamo fatto in tutti i set. Le difficoltà sono giunte dalle qualità tecniche avversarie, non mi sento di rimproverare nulla alla squadra. Oggi avevamo questo da dare, per cui ora ripartiamo e andiamo a prepararci per i Quarti di finale cercando di fare questo playoff onorandolo al meglio”.

Stessi umori di mercoledì, nonostante il diverso risultato. Nel back to back di Urbino tra Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia e Acqua & Sapone Roma Volley Club a sorridere sono le padrone di casa, nonostante la sconfitta per 2-3: i due punti non bastano infatti alle giallorosse per ottenere la permanenza in Serie A1. Una retrocessione figlia soprattutto degli ultimi risultati, con i due scontri diretti persi in malo modo, in casa, contro Trento, l’altra retrocessa, e la stessa Vallefoglia. Le wolves erano anche partite bene, ma si sono nuovamente sciolte nel secondo e terzo parziale, prima del moto d’orgoglio che ha permesso di avere la meglio nelle ultime due frazioni. Top scorer dell’incontro l’ottima Bjelica con 24 punti, seguita dalle compagne Carcaces (19) e Kosheleva (14), fresca di conferma anche per il prossimo anno. Lato giallorosso, buona gara delle solite Klimets (15), Stigrot (15) e Trnkova (14), le ultime ad arrendersi. Così al termine della partita il presidente della Megabox Ivano Angeli: “Finisce con la salvezza una stagione piena di difficoltà ma di grandi soddisfazioni, abbiamo conservato la A1 e questo ci rende molto felici e ci ripaga degli sforzi fatti. La sconfitta di oggi è indolore, e la notizia bella è che avremo Tatiana Kosheleva con noi anche nella prossima stagione. Vogliamo alzare l’asticella e soffrire di meno, stiamo lavorando per questo”. Questo invece il mesto commento di Hanna Klimets: “Mi dispiace moltissimo di questa sconfitta e del finale del campionato. La società non meritava la retrocessione, sono molto triste per questo. Abbiamo dato tutto, abbiamo combattuto fino in fondo ma non è bastato e non ce l’abbiamo fatta a restare in serie A1”.

Lo scontro diretto salvezza tra VBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore e Bartoccini-Fortinfissi Perugia si è concluso senza feriti: entrambe le formazioni hanno evitato la retrocessione grazie al 2-3 finale, risultato che sarebbe bastato anche in caso di successi da parte di Trento e Roma. Una partita molto tirata, con più di due ore di scambi ben giocati da entrambe le formazioni chiaramente pronte a tutto pur di ottenere la permanenza in Serie A1. Per le rosa, buone prestazioni di Shcherban (18) e Zambelli (15), ma dall’altro lato della rete a fare la differenza sono ancora una volta super Guerra, MVP da 24 punti con 4 muri, e Galkwoska, imprendibile con i suoi 22 punti. Proprio l’MVP, uscito affaticato nel corso del quinto parziale, commenta felice nel post partita: “Finalmente! Per noi è finita in maniera positiva e ce lo meritiamo, eravamo scese in campo sapendo che dovevamo essere noi a determinare il nostro destino. La cosa più importante era pensare a noi ed al nostro gioco, per noi era importante vincere a prescindere da cosa avessero fatto gli altri”.

VOLLEYBALL WORLD TV
Tutte le gare del Campionato di Serie A1 – anche quelle trasmesse su Rai Sport e Sky Sport – sono disponibili in live streaming su VBTV con telecronaca in italiano. Due gli abbonamenti disponibili: annuale a 74,99 € e mensile a 7,99 €.

vivo SERIE A1 FEMMINILE
13^ GIORNATA DI RITORNO
Sabato 2 aprile ore 20:30 (Rai Sport + HD e VBTV)
Reale Mutua Fenera Chieri – Igor Gorgonzola Novara 0-3 (12-25 19-25 21-25)
Sabato 2 aprile ore 20:30 (VBTV)
Volley Bergamo 1991 – Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano 0-3 (13-25 26-28 16-25)
Delta Despar Trentino – Vero Volley Monza 0-3 (22-25 22-25 27-29)
Bosca S.Bernardo Cuneo – Unet E-Work Busto Arsizio 3-2 (30-28 24-26 19-25 25-22 15-13)
Savino Del Bene Scandicci – Il Bisonte Firenze 3-1 (25-20 23-25 25-19 25-20)
Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia – Acqua & Sapone Roma Volley Club 2-3 (23-25 25-19 25-18 19-25 12-15)
Sabato 2 aprile ore 20:30 (Sky Sport Arena e VBTV)
Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore – Bartoccini Fortinfissi Perugia 2-3 (25-21 15-25 25-21 22-25 16-18)

I TABELLINI
VOLLEY BERGAMO 1991 – PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (13-25 26-28 16-25) – VOLLEY BERGAMO 1991: Di Iulio, May 5, Butigan 4, Lanier 13, Loda 10, Schoelzel 1, Cicola (L), Ogoms 3, Turla’ 1, Cagnin 1, Borgo 1, Faraone (L). All. Micoli. PROSECCO DOC IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Fahr 8, Egonu 23, Sylla 12, Vuchkova 6, Wolosz 1, Plummer 14, De Gennaro (L), Gennari 2, Caravello, Courtney. Non entrate: Frosini, Omoruyi, Folie (L), De Kruijf. All. Santarelli. ARBITRI: Braico, Cerra. NOTE – Spettatori: 1733, Durata set: 22′, 38′, 24′; Tot: 84′. MVP: Wolosz.

Top scorers: Egonu P. (23) Plummer K. (14) Lanier K. (13)
Top servers: Gennari G. (2) Sylla M. (1) Plummer K. (1)
Top blockers: Fahr S. (2) Egonu P. (1) Vuchkova H. (1)

REALE MUTUA FENERA CHIERI – IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3 (12-25 19-25 21-25) – REALE MUTUA FENERA CHIERI: Villani 6, Alhassan 3, Bosio 3, Frantti 4, Mazzaro 1, Grobelna 13, De Bortoli (L), Cazaute 3, Weitzel 2, Perinelli 1, Karaoglu, Guarena, Bonelli. Non entrate: Armini (L). All. Bregoli. IGOR GORGONZOLA NOVARA: Hancock 2, Bosetti 14, Chirichella 7, Karakurt 17, Daalderop 9, Washington 8, Fersino (L), Battistoni, D’odorico. Non entrate: Costantini, Imperiali (L), Bonifacio, Herbots. All. Lavarini. ARBITRI: Simbari, Boris. NOTE – Spettatori: 1508, Durata set: 21′, 25′, 27′; Tot: 73′. MVP: Karakurt.

Top scorers: Karakurt E. (17) Bosetti C. (14) Grobelna K. (13)
Top servers: Washington H. (2) Chirichella C. (2) Bosetti C. (1)
Top blockers: Karakurt E. (2) Daalderop N. (2) Washington H. (2)

DELTA DESPAR TRENTINO – VERO VOLLEY MONZA 0-3 (22-25 22-25 27-29) – DELTA DESPAR TRENTINO: Furlan 1, Piani 14, Mason 9, Rucli 7, Raskie 2, Rivero 15, Moro (L), Botarelli 1, Stocco, Nizetich. Non entrate: Berti. All. Bertini. VERO VOLLEY MONZA: Lazovic 7, Rettke 5, Orro 2, Davyskiba 13, Danesi 9, Van Hecke 20, Parrocchiale (L), Moretto 1, Gennari 1, Boldini, Stysiak, Negretti (L). Non entrate: Candi, Larson. All. Gaspari. ARBITRI: Pozzato, Bassan. NOTE – Spettatori: 324, Durata set: 24′, 25′, 33′; Tot: 82′. MVP: Orro.

Top scorers: Van Hecke L. (20) Rivero J. (15) Piani V. (14)
Top servers: Rivero J. (3) Piani V. (3) Davyskiba A. (1)
Top blockers: Rucli M. (4) Rettke D. (2) Danesi A. (2)

BOSCA S.BERNARDO CUNEO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-2 (30-28 24-26 19-25 25-22 15-13) – BOSCA S.BERNARDO CUNEO: Kuznetsova 7, Stufi 17, Signorile 1, Degradi 19, Squarcini 15, Gicquel 9, Spirito (L), Zanette 13, Jasper 5, Giovannini 2, Agrifoglio. Non entrate: Caruso, Fabbrini, Gay (L). All. Pistola. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Olivotto 12, Mingardi 26, Ungureanu 8, Stevanovic 13, Mayer 1, Gray 24, Zannoni (L). Non entrate: Bosetti, Battista (L), Colombo, Bressan, Herrera Blanco, Monza. All. Musso. ARBITRI: Rossi, Brunelli. NOTE – Spettatori: 1532, Durata set: 33′, 32′, 26′, 29′, 19′; Tot: 139′. MVP: Zanette.

Top scorers: Mingardi C. (26) Gray A. (24) Degradi A. (19)
Top servers: Squarcini F. (2) Ungureanu A. (1) Gray A. (1)
Top blockers: Olivotto R. (5) Stevanovic J. (3) Ungureanu A. (2)

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IL BISONTE FIRENZE 3-1 (25-20 23-25 25-19 25-20) – SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Alberti 9, Antropova 31, Pietrini 3, Lubian 14, Malinov 6, Zilio Pereira 6, Castillo (L), Sorokaite 5, Lippmann 3, Camera, Angeloni. Non entrate: Silva Correa, Bartolini, Napodano (L). All. Barbolini. IL BISONTE FIRENZE: Van Gestel 10, Belien 12, Cambi 4, Enweonwu 8, Sylves 10, Nwakalor 20, Panetoni (L), Knollema 5. Non entrate: Lapini, Bonciani, Diagne. All. Bellano. ARBITRI: Saltalippi, Mattei. NOTE – Spettatori: 880, Durata set: 24′, 27′, 24′, 27′; Tot: 102′. MVP: Antropova.

Top scorers: Antropova E. (31) Nwakalor S. (20) Lubian M. (14)
Top servers: Antropova E. (4) Belien Y. (2) Cambi C. (2)
Top blockers: Antropova E. (5) Lubian M. (4) Alberti S. (3)

VBC TRASPORTI PESANTI CASALMAGGIORE – BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA 2-3 (25-21 15-25 25-21 22-25 16-18) – VBC TRASPORTI PESANTI CASALMAGGIORE: Shcherban 18, Guidi 4, Rahimova 10, Braga 8, Zambelli 15, Bechis, Ferrara (L), Malual 12, Di Maulo 7, Mangani 7, White 3, Szucs 1, Carocci (L). All. Volpini. BARTOCCINI-FORTINFISSI PERUGIA: Bongaerts 3, Guerra 24, Bauer 12, Diop 5, Havelkova 15, Melandri 12, Sirressi (L), Galkowska 22, Melli 1, Provaroni, Guiducci, Nwakalor. Non entrate: Rumori (L). All. Cristofani. ARBITRI: Giardini, Venturi. NOTE – Spettatori: 1892, Durata set: 30′, 26′, 28′, 27′, 23′; Tot: 134′. MVP: Guerra.

Top scorers: Guerra A. (24) Galkowska M. (22) Shcherban Y. (18)
Top servers: Shcherban Y. (3) Bauer C. (1) Havelkova H. (1)
Top blockers: Guerra A. (4) Melandri L. (4) Malual A. (2)

MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA – ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB 2-3 (23-25 25-19 25-18 19-25 12-15) – MEGABOX ONDULATI DEL SAVIO VALLEFOGLIA: Berasi 2, Carcaces 19, Mancini 7, Bjelica 24, Newcombe 5, Jack-kisal 10, Cecchetto (L), Kosareva 14, Botezat 2, Tonello 1, Fiori (L), Alanko. Non entrate: Kosheleva. All. Bonafede. ACQUA & SAPONE ROMA VOLLEY CLUB: Stigrot 15, Cecconello 7, Klimets 15, Arciprete 15, Trnkova 14, Bugg 4, Venturi (L), Decortes 1, Bucci, Avenia. Non entrate: Rebora, Pamio. All. Mafrici. ARBITRI: Piperata, Turtu’. NOTE – Spettatori: 317, Durata set: 31′, 28′, 25′, 26′, 17′; Tot: 127′. MVP: Klimets.

Top scorers: Bjelica A. (24) Carcaces K. (19) Arciprete A. (15)
Top servers: Arciprete A. (2) Bjelica A. (2) Cecconello A. (1)
Top blockers: Trnkova V. (5) Jack-Kisal S. (4) Kosareva D. (3)

LA CLASSIFICA
Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano 66 (23-3); Igor Gorgonzola Novara 66 (23-3); Vero Volley Monza 63 (20-6); Savino Del Bene Scandicci 57 (20-6); Unet E-Work Busto Arsizio 51 (16-10); Reale Mutua Fenera Chieri 40 (13-13); Bosca S.Bernardo Cuneo 38 (13-13); Il Bisonte Firenze 38 (13-13); Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia 25 (8-18); Bartoccini-Fortinfissi Perugia 22 (7-19); Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore 22 (7-19); Volley Bergamo 1991 20 (7-19); Acqua & Sapone Roma Volley Club 19 (7-19); Delta Despar Trentino 19 (5-21).
*Punti (Vinte-Perse)

GLI ACCOPPIAMENTI PLAYOFFS
Gara 1 – 9/10 aprile | Gara 2 – 12/13 aprile | Ev. Gara 3 16/17 aprile
Prosecco Doc Imoco Conegliano – Il Bisonte Firenze
Igor Gorgonzola Novara – Bosca S.Bernardo Cuneo
Vero Volley Monza – Reale Mutua Fenera Chieri
Savino Del Bene Scandicci – Unet E-Work Busto Arsizio

Lega Femminile

Articoli correlati:

  1. A2M> Tuscania. fine dei giochi: questo Sora è troppo forse per chiunque.
  2. A1F> La Saugella Monza lotta ma alla fine vince Conegliano
  3. 67° Campionato Pallavolo Serie A Femminile: nel fine settimana 20^ di A1 e due recuperi della 18^ di A2
  4. 67° Campionato Pallavolo Serie A Femminile: nel fine settimana 18^ di A1 e 20^ di A2
  5. 67° Campionato Pallavolo Serie A Femminile: nel fine settimana 19^ di A1 e 21^ di A2

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002