Sitting> Campionato maschile: il 21 e 22 maggio a Budrio la fase finale

Sarà il Palasport Luciano Marani di Budrio, in provincia di Bologna, la sede della fase finale della quinta edizione del Campionato Italiano maschile di sitting volley, che si disputerà sabato 21 e domenica 22 maggio. Il torneo maschile si giocherà con la formula della Final Four. Le migliori quattro provenienti della seconda fase (non ancora terminata) si affronteranno in un unico girone e al termine di tutti gli incontri verrà stilata la classifica. Il torneo proseguirà poi con le finali 3°-4° posto e 1°-2° posto in programma nella giornata di domenica.
Venerdì 29 aprile alle ore 12 presso la sede della Federazione Italiana Pallavolo è, invece, in programma il sorteggio per gli accoppiamenti delle squadre del torneo maschile e femminile.
La fase finale del Campionato italiano maschile di sitting volley, verrà organizzata dalla Federazione Italiana Pallavolo, in collaborazione con il Comitato Regionale FIPAV Emilia Romagna, il Comitato Territoriale FIPAV Bologna e la Regione Emilia Romagna.

Le finali 3°-4° posto e 1°-2° posto in programma domenica 22 maggio saranno trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube della Federazione Italiana Pallavolo

Il programma gare
21/05
Girone
Ore 10 A vs B (campo 1); ore 10.15 C vs D (campo 2); ore 15 B vs C (campo 1); ore 15.15 A vs D (campo 2); ore 18 D vs B (campo 1); ore 18.15 A vs C (campo 2)

22/05
Finale 3°-4 posto (ore 10)
Finale 1°-2° posto (a seguire)

Fipav

Articoli correlati:

  1. Sitting> La fase finale del campionato italiano maschile a Peschiera del Garda
  2. La fase finale del Campionato Italiano femminile di sitting volley a Cesenatico
  3. Sitting Volley> Giovedì a Modena la presentazione della fase finale del Campionato Italiano
  4. Sitting> Campionato italiano maschile: definito il quadro delle finaliste
  5. Sitting> Le date delle fasi finali del Campionato italiano femminile e maschile

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002