B1F> Grotte Volley Castellana, Playout: gara di andata a Palmi.

U14 in finale

Siamo all’epilogo. Nonostante l’ottava posizione in classifica, per difendere la categoria bisognerà vincere il playout del campionato nazionale di volley di serie B1 femminile. Due gare secche contro la Desi Volley Palmi, sabato 7 maggio, ore 17:30, a Cinquefrondi (RC), ritorno sabato 14 maggio alle ore 18:30 al Palagrotte.

Il criterio utilizzato è riportato nell’articolo 27 del Regolamento Gare Fipav, ovvero nelle gare di andata e ritorno vengono assegnati punti come nelle normali partite di campionato (3 punti in caso di vittoria per 3-0 o 3-1; 2 punti in caso di vittoria per 3-2; 1 punto in caso di sconfitta per 2-3; 0 punti in caso di sconfitta per 0-3 o 1-3) e, in caso di parità, al termine della gara di ritorno si gioca un set di spareggio (a 15, come il tiebreak).

La squadra calabrese è stata battuta sia all’andata a Palmi (1-3) che nella gara di ritorno (3-0), ma in campo non è affatto arrendevole come le due vittorie potrebbero far pensare. Nelle due occasioni citate la Zero5 si è dimostrata molto attenta, soprattutto nella gestione dell’errore, ma ha dovuto dar fondo alle proprie qualità per aver ragione di una squadra che difende molto ed alla quale va lasciato poco spazio perché può far male. In casa è particolarmente pericolosa, come ben sanno squadre come Santa Teresa, Torrese o Arzano, ma anche lo stesso Terrasini nella penultima di campionato ed anche il Melendugno che, almeno per i primi due set, non ha certo avuto vita facile.

Insomma, “sarà una battaglia sportiva, dove entrambe le squadre giocheranno senza risparmiarsi.”, a parlare è Johnny Terrafina, vicepresidente della Grotte Volley, “Se vogliamo raggiungere l’obiettivo della permanenza nel terzo campionato nazionale, dobbiamo giocare una gara tatticamente intelligente. Bisogna sfruttare ogni singola situazione e restare concentrati su ogni pallone, per non avere nessuna recriminazione su quello che poteva essere e non è stato. Sono molto fiducioso, come lo è tutto l’ambiente Zero5. La società e le ragazze meritano la permanenza, soprattutto per le tante situazioni negative che si sono verificate durante la stagione”.

Com’è noto, la Grotte Volley è molto attiva anche sul fronte giovanile e quest’anno, oltre ad aver già conquistato l’accesso alle finali regionali con la squadra under18, domenica 8 maggio alle ore 19 a Molfetta, con il gruppo under14 sarà impegnata nella finale per il titolo territoriale Bari-Foggia contro la Asdam Pegaso ’93. Il vicepresidente Johnny Terrafina si cimenta per la prima volta nel ruolo di allenatore, gli chiediamo come sta preparando la gara: “Alle ragazze prima della gara dirò che alla fine della partita le voglio campionesse territoriali”, risponde il neo-tecnico, “Molfetta è una bella squadra ma, volendo usare un eufemismo, sei sono loro e sei saremo noi. Prevedo una gara aperta ad ogni risultato con Molfetta favorita soprattutto per il fatto che gioca in casa (la squadra del nord barese ha chiuso la fase regolare perdendo un solo set come le castellanesi, ma giocherà in casa solo per un miglior quoziente punti, 1,97 contro 1,91, ndr). La nostra squadra è cresciuta molto tecnicamente e questo grazie a Massimiliano Ciliberti che, oltre agli impegni con la prima squadra, sta mettendo a disposizione del gruppo tutta la sua saggezza tecnica. Al di là di quello che dirà il campo, quello raggiunto è un risultato pazzesco: non dimentichiamo che questo è un gruppo, tranne un’atleta, che è all’esordio in un campionato”.

Pino Dalena
Ufficio Stampa Grotte Volley Castellana

Articoli correlati:

  1. B1F> Grotte Volley Castellana: Sarà playout con Palmi
  2. B1F> Grotte Volley Castellana: Battuto Palmi, missione compiuta
  3. B1F> Grotte Volley Castellana: cambio in regia e trasferta a Palmi
  4. B1F> Grotte Volley Castellana: Rinviata la gara odierna di Cerignola
  5. B1F> Grotte Volley Castellana: Impegnativa gara con Arzano

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002