B1F> Grotte Volley Castellana, Playout: steccata la prima

Un set brillante, poi si rivede la squadra insignificante vista più volte in questa fase finale del campionato nazionale di volley di serie B1 femminile. Sullo 0-1 la Zero5 Castellana Grotte lascia campo libero alla Desi Volley Palmi che vince 3-1 (24-26, 25-18, 25-14, 25-19), conquista l’intera posta in palio e pone una seria ipoteca sulla salvezza.

Nella gara di ritorno prevista per sabato 14 maggio alle ore 18:30 al Palagrotte, la squadra castellanese dovrà vincere 3-0 o 3-1 e poi vincere anche il set di spareggio. Condizioni imprescindibili per evitare il ritorno in B2, ma anche le condizioni psicologiche peggiori per affrontare un impegno che vale una stagione.

“Abbiamo buttato al vento l’ennesima possibilità di portare a casa un risultato favorevole”, commenta visibilmente contrariata e delusa Anna Tanese, presidente della Grotte Volley, “la società si riserva di prendere decisioni molto forti nei confronti della squadra. Abbiamo messo le atlete nelle migliori condizioni possibili per questa trasferta, arrivando il giorno prima e non facendo mancare nulla e veniamo ripagati con una gara del genere. Siamo pronti a retrocedere, ma noi crediamo di aver fatto tutto il possibile, perdonando la squadra più volte nell’ultimo periodo”.
E come dar torto alla presidente? Nella parte finale del campionato è stato un continuo harakiri: la sconfitta di Cerignola, il punto perso col Catania, due rimonte subite sul 2-0 con Torrese e Terrasini!

Ma torniamo a commentare questa pesantissima sconfitta.
Mister Camiolo per il Palmi manda in campo Mancuso (5) opposta a Surace (2), Andeng (9) e Mearini (9) al centro, Giometti (top scorer con 22 punti) ed Isgrò (3) in banda, Ciancio libero. Entrata La Rosa, non entrate Fanelli e Cicoria.
Ciliberti per la Zero5 risponde con Liguori (13) opposta a Pinto, Vinciguerra (14) e Micheletto (1) centrali, Civardi (14) e Cipriani (7) schiacciatrici, Recchia libero. Entrate Pisano, Soleti, Equatore e Pavone.

Palmi parte forte (4-0, poi 8-5), ma la Zero5 recupera (9-9). Nuovo scatto calabrese sul 15 pari (20-16) e poi nuovo pari a 23. Nel finale due di Civardi e Cipriani per il beneaugurante 24-26.
Nel secondo parziale, dopo il 6-6 iniziale il Palmi realizza un 5-0 (11-6), ma la squadra castellanese riesce ad avvicinarsi (15-13). Qui però subisce un nuovo 5-0 (20-13) che ha sulla Zero5 l’effetto di un KO dal quale non si riprenderà più. Sul 22-14, c’è una timida reazione, ma non si va oltre il 25-18 finale.
Nel terzo set le padrone di casa continuano a spingere (o, se si preferisce, la Zero5 continua a sbagliare o attaccare senza convinzione) e si va sull’8-2, poi 16-7. Non ci sono reazioni significative e si va mestamente verso il 25-14.
Anche nel quarto Palmi è subito avanti (6-2) e controlla agevolmente (16-11, 19-14). La Zero5, grazie anche a qualche errore avversario, si avvicina (21-19), ma poi cede nuovamente subendo un ulteriore 4-0. Finisce 25-19.

Palmi ha fatto una partita “normale” per una squadra che deve salvarsi, ma la Zero5 ha sbagliato troppo in tutti i fondamentali. Troppi errori al servizio (ben 17, per soli 3 ace), evidenti sbavature in ricezione e difesa, attacchi scontati. “Abbiamo giocato una pessima partita e sono molto deluso dal rendimento delle giocatrici più esperte”, dichiara a fine gara il tecnico Zero5, Massimiliano Ciliberti, “mi aspettavo molto di più, abbiamo sbagliato anche le cose più elementari. La partita è stata decisa dai tanti errori, giocando così ci meritiamo la B2”.

Pino Dalena
Ufficio Stampa Grotte Volley Castellana

Articoli correlati:

  1. B1F> Grotte Volley Castellana: Sarà playout con Palmi
  2. B1F> Grotte Volley Castellana, Playout: gara di andata a Palmi.
  3. B1F> Grotte Volley Castellana: Penultima di stagione regolare con Fiamma Torrese
  4. B1F> Grotte Volley Castellana: Sabato a Terrasini ultimo atto di questo campionato
  5. B1F> Grotte Volley Castellana: Soluzione del giallo all’ultima puntata

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002