Nazionale U22M> A Cavalese gli azzurrini superano 3-0 la Tunisia

La Nazionale Under 22 vince 3-0 (25-16, 25-22, 25-21) la prima delle due amichevoli contro la Nazionale della Tunisia, aggiudicandosi anche anche il set supplementare disputato al termine del match (25-19).

Questa sera, al Palazzetto dello Sport “Árpád Weisz” (c/o Istituto d’Istruzione “La Rosa Bianca”) di Cavalese, gli azzurrini del tecnico Vincenzo Fanizza sono stai protagonisti di un’ottima prova corale. In tutti e tre i set Catania e compagni sono sempre riusciti a imporre il proprio gioco e a respingere ogni tentativo di rimonta avversario.

Gli azzurrini proseguiranno il lavoro a Cavalese fino al 9 giugno per preparare i Giochi del Mediterraneo, in programma dal 25 giugno al 5 luglio a Orano in Algeria, e i Campionati Europei di categoria, che si terranno dal 12 al 17 luglio 2022 a Tarnow in Polonia.

La Nazionale Under 22 tornerà in campo domani pomeriggio nello stesso impianto (ore 18.30) per affrontare il secondo test match in programma contro la Tunisia.

CRONACA – Per questo primo test il tecnico Vincenzo Fanizza si affida alla diagonale Porro-Schiro, a Pol e Magalini in banda, ai centrali Comparoni e Crosato e al libero Catania.

Per la Tunisia il ct Antonio Giacobbe fa scendere in campo il sestetto composto da Kadhi, Ben Slimane, Karamosly, Agerbi, Nagga, Ben Othman e il libero Hmissi.

Partono bene gli azzurrini che si portano in vantaggio (6-3) e mantengono gli avversari a distanza (8-5). La Tunisia prende le misure alla formazione tricolore e piazza il break che vale la parità (8-8). L’Italia si ricompatta, ritrova efficacia e allunga nuovamente: un mani out di Schiro vale il nuovo +3 (15-12). Gli azzurrini continuano a imporre il proprio gioco: due punti consecutivi di Pol consolidano il vantaggio sul 20-14. Nel finale tutto facile per Catania e compagni che chiudono agevolmente il primo set a proprio favore (25-16).

Al rientro sul taraflex è l’equilibrio a caratterizzare l’avvio della seconda frazione (5-5). Sono due attacchi vincenti messi a segno da Schiro a cambiare l’inerzia (7-5). La Tunisia resta a contatto (10-9), ma non riesce a completare la rimonta e gli azzurrini allungano sul +4 (13-9). Il time out chiamato da coach Giacobbe rimette ordine tra le fila della Tunisia che si riporta a -1 (14-13) ed è il tecnico Fanizza a decidere di fermare il gioco. Gli azzurrini riprendono a macinare buon gioco e punti e si riportano sul +4 (19-15). Nel finale l’Italia mantiene gli avversari a distanza (23-19) e conquista anche il secondo set (25-22).

E’ l’equilibrio a caratterizzare per un lungo tratto la terza frazione (8-8). Sono nuovamente gli azzurrini a trovare lo spunto giusto per il primo allungo (10-8). La Tunisia prova a ricucire (14-14), ma è ancora la formazione di coach Fanizza a dettare il ritmo (17-14). Nel finale la formazione di Giacobbe prova a rientrare (22-21), ma gli azzurrini sono bravi a non perdere la concentrazione e a chiudere set e partita (25-21).

ITALIA-TUNISIA 3-0 (25-16, 25-22, 25-21)

ITALIA: Pol 6, Comparoni 3, Schiro 22, Magalini 10, Crosato 10, Porro 3; Catania (L), Gottardo 1, Compagnoni. Ne: Ferrato, Gaggini (L), Meschiari, Cianciotta, Mellano. All. Fanizza.

TUNISIA: Kadhi 3, Ben Slimane 3, Karamosly 3, Agerbi 6, Nagga 10, Ben Othman 4; Hmissi (L), Redissi (L), Moalla 2, Mbarki 4, Bou Guerra 7. Ne: Bennour, Abdelhedi, Ben Taher. All. Giacobbe.

DURATA SET: 21’, 23’, 24’.

ITALIA: 5 a, 9 bs, 8 mv, 17 et.

TUNISIA: 3 a, 12 bs, 6 mv, 20 et.

Fipav

Articoli correlati:

  1. Nazinale U22M: Per gli azzurrini doppio test con la Tunisia
  2. Nazionale U22> Buon test per gli azzurrini che superano la Germania al tie-break
  3. Nazionale U19M: EYOF 2019, gli azzurrini superano la Repubblica Ceca
  4. Qualificazione Euro U22-M: tutto facile per gli azzurrini che superano l’Irlanda 3-0
  5. Nazionale U19M: Mondiali, gli azzurrini superano l’Iran e chiudono primi nel girone

VOLLEYMANIA NETWORK

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002