DF> DLF Roma: inizia bene il cammino play off

Anna Maria Caciolo 16/05/2011

DLF ROMA – CIVITA VOLLEY 3-1
(22-25; 25-19; 25-18; 25-21)

DLF ROMA: M.Algeri(K)(14), M.Coccia, C.Colasanti, F.Cristelli(6), G.De Angelis(5), E.Donati(2), J.Durante(8), G.Larizza(24), A.Lopardo, F.R.Lucci(L1), M.Materazzo(L2), F.Paglioni(4). All.: A.Rozzi
CIVITA VOLLEY: M.L.Bacchiocchi(8), F.Berni, M.R.Di Giuseppe(K)(11), A.Gelanga, E.Gelanga(4), S.Lazzarini(15), M.Martelletti, F.Micheli(8), A.Pozzato, F.Quirini(13), R.Venturini(5). All: M.Micheli, N.Rita
Arbitri: L.Pescatori, G.Mangosi
Durata dell’incontro: 2h:00m
Durata set: 30’ – 27’ – 25’ – 29’
Top Player: Larizza(24)

Il DLF nella partita di andata contro la Civita Volley esce vittorioso con un netto 3 a 1

Per le prime della classe iniziano i tanti temuti spareggi a eliminazione diretta, dopo una partita di andata e ritorno.
L’emozione che si respira al pallone “P” di S. Paolo è tanta, le ragazze sanno bene l’importanza di queste ultime sfide che le potrà portare a disputare un campionato di categoria superiore o le farà restare nello stesso torneo, dove il prossimo anno dovranno lottare ancora per essere tra le prime del girone.
Per la partita di andata si trovano di fronte le compagini del DLF e della Civita Volley, la prima quarta nel suo girone, l’altra terza nel raggruppamento A.
La tensione è tanta per queste giovani ragazze che hanno raggiunto un traguardo importante dopo un anno di fatica nel duro lavoro in palestra; sono gli ultimi sforzi di un lungo e solido campionato che ha dato anche molte soddisfazioni.
Sono le diciotto e trenta quando i due sestetti si presentano nel rettangolo di gioco e al fischio del Sig. Pescatore iniziano la loro meravigliosa avventura.
Nella prima frazione di gioco partono bene le casalinghe, che hanno ben cinque lunghezze di vantaggio, Mister Micheli chiama subito il primo time-out e dopo il tempo a disposizione, la sua squadra rientra in campo molto più motivata, riuscendo a recuperare lo svantaggio portandosi sui venti pari. Le ragazze di Civita Castellana ci credono e con Bacchiocchi e Quirini, che mette a segno quattro punti di seguito, vincono il set 22/25.
Dopo i tre minuti si rientra con gli stessi sestetti e le giovani di Mister Rozzi sono più determinate, tanto ad andare in vantaggio di ben otto punti, che in parte riescono a mantenere per tutto il set che termina 25/19 pareggiando l’incontro. 
Nel terzo set il DLF ha una marcia in più e sotto i colpi di Larizza e compagne prende il volo; si porta avanti di ben sei misure e non mettendo mai in discussione la vittoria termina a 25/18.
Nell’ultimo e conclusivo parziale si va avanti sulla falsariga dei set precedenti, sono le padrone di casa a portarsi in vantaggio e le ospiti a inseguire; Mister Rozzi cambia la regia, al posto di Cristelli entra Donati che rimarrà in campo fino al punteggio di quindici undici. La brava Larizza è colta da crampi ma rimarrà in gioco fino alla fine dell’incontro per assaporare la vittoria della partita di andata per tre a uno.   
Tutti sono entusiasti a fine partita ed è molto contento anche il Mister Rozzi, che dichiara:
“Sono felice di questa vittoria ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra perché abbiamo di fronte una squadra molto solida e sabato prossimo dobbiamo vedercela in casa loro. E’ un traguardo importante aver raggiunto i play-off anche perché la nostra è una squadra molto giovane e questo si evince anche dal gioco così altalenante.”
L’appuntamento è per sabato prossimo in casa della Civita Castellana, dove le ragazze del DLF dovranno fare di tutto per mantenere il vantaggio acquisito tra “le mura amiche” del pallone S.Paolo.

Articoli correlati:

  1. DFB> Lo scontro diretto è del Duca D’Aosta
  2. CM> Roma 12, passa per la M.Roma il cammino promozione
  3. B2F> Ostia, con Roma 7 inizia il girone di ritorno
  4. DFC > Gruppo Montemurro Roma XVI: un barlume di luce per l’accesso ai play-off
  5. DF> Civita Volley spiega le vele al giro di boa

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002