A2M> Alessandro Paoli è uno degli uomini che la Fonteviva schiererà al centro.

Esperto e pacato. Giocatore che conosce al meglio la categoria, Paoli arriva alla Fonteviva fortemente voluto da Italo Vullo e Paolo Montagnani per le sue doti tecniche ed umane. Un centrale di ottima prestanza fisica che arriva alla Fonteviva in un anno che per lui rimarrà comunque indimenticabile.

“Ho ricevuto la chiamata di Vullo e Montagnani che mi hanno proposto di far parte del loro progetto – ci dice infatti Alessandro – Avevo detto no a molte altre offerte perché per me questo è un periodo molto complesso. Siamo in attesa di una figlia ed ho aperto una nuova attività e quindi pensavo davvero di stare fermo. Poi è arrivata la proposta della Fonteviva e la grande disponibilità di Italo Vullo a contrattualizzarmi da novembre, concedendomi quindi del tempo in più per mettere a posto le mie cose, ed allora ho dato il mio ok. La società mi ha fatto sentire importante e mi ha dato fiducia e disponibilità e spero di ripagarla al meglio”.

Arrivi alla Fonteviva dopo una stagione difficile. “Purtroppo a Bolzano siamo retrocessi anche se dal punto di vista personale non penso di essere andato male. Prova ne è che la Fonteviva mi ha chiamato”.

Che tipo di giocatore sei? “Sono un centrale che da il suo meglio a muro. Un centrale come piacciono a Paolo Montagnani, molto fisico in questo fondamentale e quindi penso in linea con la squadra che la società ed il coach hanno costruito”.

Già, che giudizio dai della nuova Fonteviva? “E’ una squadra appunto molto fisica. In tempi strettissimi la società è risucita a formare una squadra molto interessante con giocatori tutti molto bravi nel contrattacco. Jovanovic è un regista tra i più forti in categoria, conosce il campionato ed ha nella forza e nella rapidità due doti molto importanti. De Santis ha fatto bene l’anno passato a Catania, le bande e gli altri centrali hanno anche loro caratteristiche fisiche notevoli. Insomma, come detto, penso che con pochissimo tempo a disposizione la società abbia fatto un grande lavoro”. L’anno passato hai affrontato la Fonteviva da avversario a La Spezia. Quest’anno ne indosserai la maglia a Livorno. “La pallavolo mi ha portato a nordo, sud e nel centro d’Italia ma la Toscana ancora mi mancava. Non so cosa attendermi ma mi auguro che Livorno e Massa sappiano darci passione e calore per affrontare al meglio il campionato”.

La scheda di Alessandro Paoli (Trento, 19/03/84, 194 cm):

2018-19 Acqua Fonteviva (A2)

2017-18 Mosca Bruno Bolzano (A2)

2016-17 Alto Adige Volley Sudtirol (B)

2015-16 Alto Adige Volley Sudtirol (B1)

2014-15 Tonno Callipo Vibo Valentia (A2)

2013-14 Tonazzo Padova (A2)

2012-13 Elettrosud Brolo (A2)

2011-12 Carilo Loreto (A2)

2010-11 Carilo Loreto (A2)

2009-10 Carilo Loreto (A1)

2008-09 Wayel Bologna (A2)

2006-08 Zinella Bologna (B1)

2005-06 Volley Trento (B1)

2004-05 Pallavolo Cles (B2)

2003-04 Alpina Sudtirol Bolzano (B2)

2001-03 Volley Ball Trento (B2)

2000-01 Argentario Volley (B2)

L’Ufficio Stampa

Articoli correlati:

  1. A2M> Una Fonteviva da stropicciarsi gli occhi.
  2. A2M> Al centro c’è Alessandro Franceschini: “Voglio rimettermi in gioco e manetenere una promessa”.
  3. A2M> Andrea Masini non è più l’allenatore dell’Acqua Fonteviva Massa.
  4. A2M> Domenica il Club Italia in campo contro l’Acqua Fonteviva Massa
  5. A2M> La Fonteviva Massa si presenta.

PUBBLICITA

Collegati - © 2011 Volleymania-Sportfriends.it. Iscrizione Tribunale di Roma Sezione Stampa e Informazione n. 687/2002