Giovanile> WEVZA: le azzurrine chiudono il torneo con una vittoria

Nell’ultima giornata del Torneo Internazionale WEVZA Under 17 femminile le azzurrine della Nazionale Under 16 hanno battuto la Germania 3-1 (25-13, 25-16, 17-25, 25-16).

Una vittoria, quella di oggi, che conferma la crescita e i progressi della formazione nel corso di queste quattro giornate di gare, anagraficamente l’Italia è la Nazionale più giovane tra quelle che hanno preso parte al WEVZA.

Questa sera all’Estra Forum di Chiusi le azzurrine, guidate dal tecnico Pasquale D’Aniello, sono state protagoniste di una buona prova corale sostenuta da un ottimo rendimento al servizio (20 gli ace messi a segno in totale).

Durante la cerimonia conclusiva la giovane azzurrina Ludovica Tosini è stata premiata come miglior schiacciatrice del torneo. L’Italia ha chiuso la manifestazione al 4° posto. Sul gradino più alto del podio è salito il Belgio, al secondo posto si è classificata la Francia e al terzo la Spagna.

CRONACA – E’ l’Italia ad aggredire subito il campo e a portarsi in vantaggio (0-5). Il time out chiamato dalla panchina della Germania non ha l’effetto sperato e le azzurrine rimangono avanti (5-10). Le tedesche provano a rientrare (10-12), ma è decisa la ripartenza delle azzurrine che, supportate da un ottimo rendimento in battuta (8 gli ace messi a segno nel primo set, a fronte di un solo errore), allungano (10-22) e conquistano agevolmente il primo set (13-25).

Al rientro in campo le due formazioni procedono per un lungo tratto sostanzialmente in equilibrio (9-9). E’ l’Italia a spingersi sul +3 (9-12) e ad allungare il passo (10-15). Le azzurrine rimangono concentrate, non hanno cali nel rendimento, incrementano il vantaggio (13-19) e allungano nel finale (16-25) conquistando anche il secondo set.

E’ la Germania a rompere l’equilibrio (6-6) in avvio di terza frazione (9-6) e a dettare il ritmo (12-7). Il time out chiamato dalla panchina dell’Italia non cambia l’inerzia e le tedesche rimangono avanti (17-7). Le azzurrine faticano a ritrovare il giusto assetto, la Germania conquista il terzo set (25-17) e riapre la partita.

L’Italia rientra in campo con determinazione: le azzurrine si portano sul +3 (5-8) e allungano (7-12). Trovato un buon ritmo, l’Italia capitalizza gli errori avversarie e continua a macinare buon gioco e punti (11-17). Nel finale tutto facile per le azzurrine che chiudono set e partita (16-25) conquistando la seconda vittoria al Torneo Internazionale WEVZA.

GERMANIA-ITALIA 1-3 (13-25, 16-25, 25-17, 16-25)

GERMANIA: Lokera 14, Seybering 2, Kittelmann 1, Feistritzer 2, Schroer 6, Vasi 3; Roderer (L), Tandler, Marong 7, Weinmann 3, Frommann (L), Dorodevic 7. All. Wolff.

ITALIA: Tosini 16, Sari 5, Spada 7, Peroni 13, Bovolenta 8, Schillkowski; Fanfani (L), Aimaretti, Nozza 3, Orso 2, Spaziano 3. Ne: Armando, Genovese, Talarico. All. D’Aniello.

DURATA SET: 18’, 20’, 21’ 20’

GERMANIA: 15 a, 16 bs, 4 mv 35 et

ITALIA: 20 a, 10 bs, 9 mv, 22 et

I RISULTATI

Mercoledì 3 agosto 2022

Ore 15.00 – Francia-Germania 3-0 (25-17, 25-13, 25-12)

Ore 17.30 – Spagna-Belgio 1-3 (25-23, 23-25, 13-25, 21-25)

Ore 20.00 – Portogallo-Italia 3-2 (25-17, 10-25, 25-16, 19-25, 15-12)

Giovedì 4 agosto 2022

Ore 15.00 – Belgio-Germania 3-0 (25-18, 25-18, 25-9)

Ore 17.30 – Portogallo-Spagna 1-3 (25-23, 17-25, 24-26, 10-25)

Ore 20.00 – Italia-Francia 1-3 (14-25, 20-25, 26-24, 10-25)

Venerdì 5 agosto 2022

Ore 15.00 – Belgio-Francia 3-2 (23-25, 14-25, 27-25, 25-22, 15-12)

Ore 17.30 – Germania-Portogallo 3-0 (25-17, 25-22, 25-14)

Ore 20.00 – Spagna-Italia 2-3 (10-25, 22-25, 25-20, 25-23, 20-22)

Sabato 6 agosto 2022

Ore 15.00 – Spagna-Germania 3-0 (25-19, 25-15, 25-19)

Ore 17.30 – Francia-Portogallo 3-0 (25-23, 25-15, 25-12)

Ore 20.00 – Italia-Belgio 1-3 (26-24, 23-25, 18-25, 20-25)

Domenica 7 agosto 2022

Ore 15.00 – Spagna-Francia 1-3 (25-21, 23-25, 18-25, 18-25)

Ore 17.30 – Belgio-Portogallo 3-0 (25-20, 25-16, 25-15)

Ore 20.00 – Germania-Italia 1-3 (13-25, 16-25, 25-17, 16-25)

LA CLASSIFICA: 1. Belgio, 2. Francia, 3. Spagna, 4. Italia, 5. Germania, 6. Portogallo.

Fipav