A3M> Antonio De Paola torna a Sabaudia.

«Società seria fatta da persone serie». Lo schiacciatore di Minturno ha un passato con Trento nella massima serie. Le parole di Capriglione

SABAUDIA – Tra arrivi e conferme la stagione del Sabaudia Pallavolo sta per entrare nel vivo. La serie A3, che inizierà a ottobre, sarà il palcoscenico in cui la squadra guidata da coach Marco Saccucci ripartirà dalla salvezza centrata ma anche dall’exploit finale che ha portato i pontini a giocarsi i play-off per la promozione in serie A2: una dote che il tecnico pontino porterà in dote insieme al suo staff, già al lavoro per preparare la nuova avventura.

«Mi aspetto una serie A3 sempre molto complicata perché il livello continua ad aumentare e così anche le altre squadre, che potevano essere considerate come medio-piccole, è notevolmente migliorato e non ci sono squadre abbordabili: ogni domenica sarà una lotta e dal canto nostro penso che saremo una di quelle squadre fastidiose per tutti da affrontare – spiega Stefano Schettino, palleggiatore e capitano del Sabaudia – Il nostro primo obiettivo è quello di mantenere la categoria, questo è primario, poi tutto quello che verrà in più sarà un premio per noi e per la società: il finale di stagione dello scorso campionato ha dimostrato quanto la determinazione e gli sforzi alla fine ci abbiano ripagato dopo un avvio di stagione in cui le cose non erano andate proprio come ci aspettavamo». Schettino, dopo una parentesi nel settore giovanile della Top Volley con cui ha giocato il campionato di serie C, è reduce da sei stagioni a Sabaudia, e si appresta a vivere il suo quarto campionato in serie A3.

«Siamo una squadra allestita bene, con qualità ed esperienza, abbiamo due schiacciatori che posso considerare tranquillamente tra i migliori del campionato, sia sotto il profilo tecnico che sotto quello professionale, la società è riuscita a dare una continuità importante mantenendo molti dei giocatori dello scorso anno, così possiamo partire da una base molto solida rispetto agli anni passati in cui i cambiamenti erano stati molti – conclude il regista pontino – I nuovi arrivati sono tutti giocatori di esperienza in questi campionati, atleti di ottimo livello e ora sarà il nostro compito quello di dare tutto in palestra con l’obiettivo di toglierci più soddisfazioni possibili».

Ufficio Stampa