Superlega> La Top Volley Cisterna supera l’Hebar Pazardzhik 4-0

CISTERNA DI LATINA – Il palasport di Cisterna si prende la scena internazionale del volley europeo. In campo i ragazzi di coach Fabio Soli contro i campioni di Bulgaria dell’Hebar Pazardzhik allenati dall’ex Camillo Placì. Perfetto equilibrio ad inizio primo set, botta e risposta per un 5-5 che solletica il giovane cubano Gutierrez protagonista del momentaneo vantaggio del 9-6. Placì chiede time out e al rientro in campo il vantaggio si riduce, 10-9. Cisterna si riporta avanti 17-15, poi l’Hebar Pazardzhik ritrova il pareggio grazie alle giocate dello schiacciatore Aleksiev. Cambio al centro tra Zingel e Rossi i quali mettono a segno punti importanti, l’australiano anche con un muro su Massari, 25-21. Inizio secondo parziale di marca bulgara, l’Hebar Pazardzhik si porta avanti 9-7, poi sale in cielo l’opposto pontino Peter Dirlic mettendo a terra tutte le palle servite da capitan Baranowicz, 10-9. Il set continua punto a punto, le due squadre si affrontano a viso aperto e Sedlacek trova i varchi giusti tra le mani del muro avversario, Cisterna è avanti, 19-16. Massari e Hirsch provano a trascinare in una rimonta che arriva a portare l’Hebar Pazardzhik a meno uno dalla Top Volley, 24-23. Chiude i giochi la potenza devastante del solito Dirlic, 25-23. Inizio terzo set in equilibrio, l’Hebar Pazardzhik riparte dalle bordate di Aleksiev, poi gli errori in ricezione permettono ai padroni di casa di prendere il largo, Baranowicz insiste con Sedlacek da posto quattro, il croato non sbaglia, 13-11. Cisterna difende bene con Catania e Gutierrez trova un pallonetto imprendibile per gli avversari, 16-13. Placì è costretto a chiamare time-out, i bulgari sono in confusione, Dirlic ne approfitta e la Top Volley allunga a più cinque, 19-14. I bianco blu controllano il vantaggio e sull’errore in battuta di Shekerdzhiev si aggiudicano il set 25-21. Nel quarto set Soli manda in campo Zanni al posto di Baranowicz, la musica non cambia, prima una pipe di Gutierrez e poi un pallonetto di Sedlacek permettono ai pontini di arrivare in scioltezza ad assicurarsi il vantaggio per chiudere il parziale 15-12. Cisterna vince 4-0.

Fabio Soli (coach Top Volley Cisterna): “Bella prova sull’intensità a media e lunga prova. Abbiamo bisogno di avere la consapevolezza di arrivare alla prima di campionato pronti per portare via punti contro avversari che faranno lo stesso. Aumentare i carichi di lavoro e trovare il giusto feeling di squadra è fondamentale. Non dobbiamo guardare chi c’è dall’altra parte del campo ma pensare a noi per stare in campo con il piede sull’acceleratore per mettere punti in classifica. Dobbiamo partire subito ad altissimo livello”.

Camillo Placì (coach Hebar Pazardzhik): “Ho tanti bei ricordi della città, di sport, della stampa, ho ritrovato tanti amici, incluso Fabio Soli che ha iniziato con noi il suo percorso di allenatore. Baranowicz a Cuneo, Rossi, Mattei, tutti miei ex giocatori. Serviva fare delle partite toste con squadre importanti di superlega e quindi sono contento di stare qui a Cisterna. Loro sono avanti nella preparazione, li ho visti in forma, stanno bene e hanno cambi importanti e Catania è un buon libero”.

IL TABELLINO

Top Volley Cisterna – Hebar Pazardzhik: 4-0 (25-21; 25-23; 25-21; 15-12)

Top Volley Cisterna: Zingel 12, Catania (L), Kaliberda, Sedlacek 10, Zanni, Dirlic 19, Rossi 5, Baranowicz 1, Bayram, Guiterrez 19, Anellucci, Forcina, Finauri. All.: Soli.

Hebar Pazardzhik: Petkov 2, Latunov2, Massari 8, Dimitrov, Tush 1, Simeonov, Hirsch 6, Yosifov 1, Karakashev (L), Salparov (L), Shekerdzhiev 3, Aleksiev 9, Lapkov 8, Nikolov 1. All.: Placì

Note:
Top Volley Cisterna: ace 4, err.batt. 24, ric.prf. 43%, att. 53%, muri 17.
Hebar Pazardzhik: ace 0, err.batt. 16, ric.prf. 24%, att. 38%, muri 2.

Ufficio Stampa