A2F> Trasferta amara a Sassuolo: la Valsabbina cede al tie-break

Nella prima trasferta stagionale le Leonesse faticano a trovare continuità e sono costrette a cedere davanti a una tenace Sassuolo.

BSC Materials Sassuolo – Banca Valsabbina Millenium Brescia 3-2 (24-26; 27-25; 22-25; 25-16, 15-12).

BSC Materials Sassuolo: Pomili 18, Pelloni (L), Masciullo, Dhimitriadhi, Vittorini, Scacchetti 2, Bondavalli, Manfredini 17, Fornari, Busolini 8, Pistolesi 23, Civitico 12, Dapic 1. All.: Venco.

Banca Valsabbina Millenium Brescia: Blasi (L) n.e.; Orlandi 12; Boldini 1; Consoli 15; Torcolacci 10; Cvetnić 19; Pamio1 ; Obossa 18; Munarini; Scognamillo (L); Zorzetto 2; Foresi n.e.; Ratti 1. All.: Beltrami.

Prima trasferta stagionale per la Valsabbina che incontra la BSC Materials di Sassuolo. La squadra locale guidata da coach Venco lancia Scacchetti in cabina di regia opposta a Busolini, Pistolesi – Pomili, Civitico – Manfredini e Pelloni libero.

Mister Beltrami schiera al palleggio capitan Boldini in diagonale con Obossa, Consoli e Torcolacci sono i due centrali, mentre le due bande sono Cvetnić e Pamio, con Scognamillo come libero.

Il primo set inizia con un buon piglio da parte delle Leonesse che si portano avanti 7-3. Sassuolo però suona la carica e continua a tallonare Boldini e compagne (11-11). Le due squadre procedono appaiate per tutto il parziale. Nel finale di set Ratti e Orlandi sono chiamate a dare il proprio apporto e le Leonesse strappano la prima frazione ai vantaggi (24-26).

Il secondo set vede un primo scatto delle sassolesi per 0-3, che si conferma fino al tempo discrezionale di coach Beltrami sul 3-8. Le Leonesse provano a rientrare portandosi al -1 e impattano subito con Consoli che fa buona guardia a rete. L’invasione a rete di Busolini consegna a Boldini e compagne il primo vantaggio della frazione. A metà set i primi cambi: Dapic per Busolini e Orlandi per Pamio, le due formazioni viaggiano a braccetto. Obossa e Consoli garantiscono un doppio vantaggio alle lombarde e mister Venco chiama il tempo al -3 (18-21), Beltrami risponde con Munarini in battuta per Torcolacci. Le padrone di casa non demordono e trovano la parità a quota 21 e il sorpasso a 23-22, mentre l’ace di Zorzetto regala un match point a Brescia annullato da Pistolesi. Obossa è murata nell’attacco decisivo del 27-25.

Nella terza frazione Beltrami schiera da subito Orlandi per Pamio che risponde presente segnando i primi tre punti per le bresciane, che però scivolano a -1 e -3 (7-4). Consoli con muro-fast e Cvetnić con due ace provano a scuotere le Leonesse che agganciano le avversarie a 9. Due ace di un’incontenibile Consoli regalano 3 lunghezze di vantaggio a una rinfrancata Valsabbina. Torcolacci è aggressiva a rete e le locali chiamano tempo per riordinare le idee e Beltrami è costretto a fare lo stesso sul rientro di Sassuolo 18-20. L’allungo della Banca Valsabbina regala 4 match point e Obossa chiude 22-25.

Apertura di quarto set all’insegna del blackout per le bresciane con un 4-0 netto per la BSC, Obossa interrompe il digiuno e Torcolacci mette le mani a muro ma sono le locali a riallungare 8-4. Sul 11-7 Beltrami inserisce Ratti per Obossa e sul punto avversario successivo chiama il tempo ma l’inerzia del match non cambia e prova Zorzetto per Orlandi e Munarini su Consoli. Sassuolo continua un monologo senza che Brescia trovi una minima reazione fino al 25-16 che manda le squadre al tie-break.

Millenium si presenta il campo per il 5° set con Boldini-Obossa, Cvetnić e Orlandi, Torcolacci e Consoli in posto 3, Scognamillo libero. L’equilibrio viene interrotto dalla Valsabbina, Venco chiama subito tempo sul 3-5 e le emiliane ribaltano la situazione 6-5 con Beltrami a giocarsi il time-out. Si cambia campo al 8-5 con Ratti al posto di Obossa e sul 11-8 Beltrami chiama il secondo e ultimo tempo discrezionale. Le lombarde provano la rimonta 12-11, Cvetnić è on-fire in attacco ma Sassuolo ha due palle match che sfrutta subito con l’ace del 15-12.

«Non è stata una delle nostre migliori giornate – ha commentato la capitana e regista bresciana Jennifer Boldini al termine del match. «Torniamo a casa comunque con un punto e visto l’andamento della partita non era scontato. La prossima domenica abbiamo un altro appuntamento molto complicato e dobbiamo ripartire dalle nostre sicurezze, capire che non possiamo sempre giocare il nostro gioco, anche se ci piace molto, e imparare a uscire da queste situazioni in cui gli avversari ci mettono in difficoltà – conclude – «Abbiamo conquistato un punto, volevamo la vittoria, non siamo riuscite a ottenerla ma il campionato è lungo e c’è ancora tanto da lavorare»

La Banca Valsabbina Millenium Brescia torna in campo al PalaGeorge per la terza di campionato Domenica 6 novembre alle ore 17, ospite la Futura Volley Giovani Busto Arsizio. Info e biglietti su milleniumbs.com/biglietteria

Foto Massimo Bandera
Ufficio Stampa